UNGHERIA. È cinese il più grande parco solare ungherese

41

La China National Machinery Import and Export Corporation, Cmc, ha inaugurato il 27 maggio scorso un parco solare di 100Mw, il più grande dell’Europa centrale e quattro volte più grande dell’ex parco solare numero uno in Ungheria costruito dall’israeliana Enlight Renewable Energy nel 2020. Il valore del progetto è di 36 miliardi di Huf, pari a 103 milioni di euro.

L’investimento effettuato a Kaposvar, nel sud-ovest dell’Ungheria, riporta Bne Intelligence, aumenterà del 5% la capacità di energia solare dell’Ungheria, che attualmente è di 2.300Mw. L’aumento della capacità fotovoltaica equivale alla domanda totale annuale di energia di 65.000 persone ed eliminerà 120.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica. «Il parco solare contribuirà a sviluppare un mix energetico equilibrato e sostenibile in Ungheria e a garantire la sicurezza energetica del paese», ha detto il ministro dell’Innovazione e della Tecnologia Laszlo Palkovics all’inaugurazione.

Il Ministro ha ricordato che l’Ungheria si è impegnata a diventare un paese a zero emissioni di carbonio entro il 2050, riducendo le sue emissioni di carbonio del 95% rispetto ai livelli del 1990. La capacità dell’energia solare in Ungheria è quadruplicata tra il 2015 e il 2020 ed è destinata ad aumentare fino a 6.000Mw entro il 2030. La capacità dei pannelli solari di dimensioni domestiche è passata da 128Mw nel 2015 a 640Mw entro la fine di settembre 2020.

La strategia energetica nazionale dell’Ungheria prevede che il 90% della produzione nazionale di elettricità sia senza carbonio entro il 2030. Attualmente il 60% dell’elettricità è prodotta dall’energia solare o nucleare, i due pilastri della strategia energetica del paese.

All’inizio di questo mese le centrali fotovoltaiche su scala industriale rappresentavano il 37% della produzione totale di elettricità ungherese. Cmc ha scelto l’Ungheria per l’investimento nel 2016 e sta progettando di investire 1 miliardo di euro nel paese, ha detto il presidente Kang Hubia in un video messaggio inviato per l’inaugurazione.

Lucia Giannini