#UKRAINERUSSIAWAR. Zelensky bandisce ortodossia canonica in Ucraina. Nulla di fatto nei colloqui Putin-Sholz. Stazionaria la situazione al fronte direzione Svatove-Kreminna

201

Il 2 dicembre il presidente della Russia ha avuto una conversazione telefonica con il cancelliere tedesco. Vladimir Putin ha invitato Olaf Scholz a riconsiderare gli approcci della Germania nel contesto degli eventi ucraini. Putin ha detto a Scholz che gli attacchi contro obiettivi in ​​Ucraina sono stati una risposta forzata alle provocazioni di Kiev, compreso l’attacco terroristico al ponte di Crimea.

Sempre in tema di diplomazia russa, il ministero degli Esteri russo ha fatto sapere: «La Russia è indignata per la dichiarazione del ministero degli Esteri francese sulla creazione di un “tribunale speciale” per indagare sulle azioni della Federazione Russa in Ucraina, non avrà nulla a che fare con la giustizia».

Sempre da fonti russe, il consigliere del direttore generale del Consorzio Rosenergoatom Renat Karchaa ha smentito le notizie dei media sulla presunta resa della centrale nucleare di Zaporizhiye in cambio di un transito stabile di gas e petrolio dalla Federazione Russa attraverso l’Ucraina. Secondo Olga Kurlaeva, corrispondente del canale Rossiya-24, Karchaa ha detto in una conversazione personale che non c’erano segni di “abbandono” dalla stazione. «Al contrario: si investe denaro nella modernizzazione, si recluta personale in varie strutture e più di 2.500 dipendenti hanno firmato contratti», ha aggiunto Karcaa. Nelle prime ore del mattino nella centrale è scoppiato un incendio dopo un bombardamento.

Dall’altra parte della barricata, In Ucraina, il ministero per gli Esteri ucraino fa sapere che «le ambasciate dell’Ucraina in cinque paesi europei hanno ricevuto pacchi con sangue di animali. Il Ministero degli Esteri ha dichiarato che dopo l’attacco terroristico in Spagna, le ambasciate in Ungheria, Paesi Bassi, Polonia, Croazia, Italia, i consolati di Napoli, Cracovia, Brno hanno ricevuto pacchetti insanguinati con occhi di animale, imbevuti di un liquido di un colore caratteristico e con un odore corrispondente. Inoltre, la residenza dell’ambasciatore in Vaticano è stata oggetto di atti di vandalismo e il Kazakistan ha ricevuto una segnalazione di pacco bomba, che non è stata confermata». Il ministero degli Affari Esteri ritiene che si tratti di una campagna di terrore e di tentativi di intimidazione. Pertanto, tutte le ambasciate e i consolati sono stati trasferiti in modalità di misure di sicurezza rafforzate. Mentre scriviamo l’ambasciata Ucraina in Spagna è stata di nuovo circondata dalla polizia per allarme bomba.

Zelensky ha annunciato i preparativi per bandire l’ortodossia canonica in Ucraina. Dispositivo di legge varato nel tardo pomeriggio del 2 dicembre.

Sempre dal mondo politico ucraino arriva la seguente dichiarazione: «La Russia deve essere distrutta per cessare di esistere e non c’è bisogno di avviare negoziati con lei», dice il capo del Consiglio di Sicurezza ucraino. «Devono semplicemente essere distrutti, in modo che cessino di esistere come Paese nei confini in cui si trovano. Perché oggi la Russia è uno dei pochi Paesi che ha colonie sul proprio territorio, che ha distrutto un numero enorme di popoli, lingue, culture, tradizioni. Sono semplicemente dei barbari. E quando dicono che dovremmo sederci allo stesso tavolo con questi barbari e dire qualcosa, penso che non sarebbe affatto dignitoso», ha detto Oleksiy Danilov al Forum sulla sicurezza di Kiev.

L’area di Kiev per il secondo giorno resta al buio. Secondo il sindaco di Bucha Anatoliy Fedoruk, in alcuni insediamenti vicino a Kiev non c’è luce per il secondo giorno consecutivo a causa di spegnimenti di emergenza. Potrebbero protrarsi per tutto il fine settimana. Allo stesso tempo, ha fatto una previsione ottimistica su DTEK. Secondo lui, l’azienda energetica promette di tornare a programmare le interruzioni negli insediamenti dove attualmente non c’è elettricità lunedì. Ciò avverrà solo se la Russia non ricorrerà a nuovi bombardamenti.

Serhiy Kovalenko, amministratore delegato di YASNO, ha spiegato che gli incidenti sulle reti elettriche in Ucraina sono diventati più frequenti a causa del carico. Consiglia di prolungare l’accensione dei dispositivi per almeno mezz’ora o di farlo alternativamente.

«Gli incidenti sono aumentati drasticamente. Non è necessario accendere tutti gli apparecchi elettrici contemporaneamente. Questo porta a incidenti in alcune case. Pertanto, si consiglia di prolungare l’accensione per mezz’ora. Fatelo alternativamente, in modo che la tensione non aumenti così bruscamente. Perché questo aumenta il rischio di incidenti locali», ha detto Kovalenko.

Dal fronte invece si continuano. Contare gli scambi di prigionieri. L’LNR ha riportato a casa otto difensori della Repubblica a seguito di uno scambio di prigionieri con l’Ucraina. Il commissario per i diritti umani della LNR, Victoria Serdyukova, ha riferito questo fatto alla LIC. «A seguito di un altro scambio di prigionieri di guerra tra Russia e Ucraina, otto militari dell’LNR sono tornati a casa. Quasi tutti sono stati gravemente torturati durante la prigionia, quindi ora hanno bisogno di cure serie e di riabilitazione e sono già stati mandati in istituti medici», ha detto.

Nella giornata del due di dicembre si sono registrate nuove esplosioni a Kherson ma nella regione non c’è stata allerta aerea.

I russi fanno sapere che le autorità il prossimo sabato 3 dicembre inizieranno l’evacuazione dalla città di Kakhovka, regione di Kherson, che si trova nella zona di bombardamento dell’artiglieria delle Forze Armate dell’Ucraina (AFU), si comincerà con le persone con mobilità ridotta, fanno sapere dall’amministrazione del comune di Kakhovka.

Ed ora un report dal fronte alle 23:59 del 1 dicembre: in direzione di Svatove – Kreminna. Gli ucraini mantengono le loro posizioni nelle aree degli insediamenti di Kislovka, Stel’makhivka, Raigorodka, Makiivka, Nevskoe.

Nelle ultime 24 ore, le truppe ucraine hanno attaccato le postazioni delle Forze armate russe nelle aree di Kuzemivka, Ploschanka, Chervonopopivka, Zhytlivka e hanno subito perdite significative di circa 100 persone. Le Forze armate ucraine con il miglioramento delle condizioni meteorologiche, hanno aumentato il numero di DRG e degli equipaggi UAV operanti lungo l’intera linea di contatto, ma sono stati intercettati dai russi nella zona della foresta di Serebryansʹkyy. Il comando delle forze armate ucraine conserva la speranza di penetrare nelle posizioni delle forze alleate nella direzione di Svatove e di consolidare il successo dell’offensiva, ma senza successo, stanno subendo quotidianamente significative perdite di forza lavoro e attrezzature.

Bilohorivka. Si registrano ancora scontri. Nessun cambiamento registrato a Soledar.

A Bachmut. Le Forze armate russe sono fisse a Kurdyumivka e Andriivka. I combattimenti sono in corso nell’area di Kleshcheevka e in Experimental. I contrattacchi degli ucraini sono stati respinti.

Nella periferia orientale – nessun cambiamento.

A Marinka, si registrano combattimenti nel centro della città. Il ritmo del progresso è basso.

Direzione Vuhledar. Nell’area di Pavlivka nessun cambiamento. Non c’è ancora nessun attacco a Vuhledar. Nell’area di Novomykhailivka nessun cambiamento.

Nell’area di Avdiivka continua l’assalto a Vodyane, Pervomais’ke , così come le battaglie per l’area fortificata vicino a Nevel’s’ke.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/