#UKRAINERUSSIAWAR. Ucraini a Kharkiv ma il fronte si è stabilizzato a Oskol

216

Sulla social sfera ucraina dopo l’avanzata dell’esercito e milizie nella zona a nord di Kharkiv , sono cominciati ad apparire video di mezzi militari russi abbandonati, filmati da una ragazza in scooter. Si tratta di una rimessa in Crimea in cui i mezzi vengono riparati. Questa disinformazione portata avanti con maestria da ucraini e dai russi, rende molto difficile stabilire fatti attendibili e fatti non attendibili. 

Di certo si sa che nella serata di ieri: fonte social sfera russa e ucraina, i russi hanno evacuato civili e militari dalla zona nord di Kharkiv. Gli ucraini hanno comunicato la cattura di Chkalovskoye e Bolshaya Kamyshevakha. I russi hanno riferito che le località Chkalovskoye (a ovest di Shevchenkovo) erano state abbandonate qualche giorno fa. Da Bolshaya Kamyshevakha a ovest di Izyum i russi hanno confermato la ritirata. Nella mattina del12 settembre mercenari stranieri avvistati a Izyum. 

Nella notte tra l’11 e il 12 di settembre, l’aviazione russa ha distrutto HIMARS MLRS in direzione di Kharkiv. Erano apparsi in video AFU direzione Kharkiv. 

Nella mattinata del 12 settembre si apprende che le unità russe hanno quasi completato il ritiro dal territorio della regione di Kharkiv. L’esercito ucraino è entrato a Liptsy, Kozacha Lopan’, Velykyi Burluk e Hoptivka. Altri insediamenti nella regione a ovest del fiume Oskol sono già stati abbandonati dalle unità russe. Vicino al confine di Stato, nella regione di Belgorod, le unità delle Forze Alleate Russe si stanno trincerando e costruendo strutture ingegneristiche. Pronti per la difesa. 

Al momento il fronte si è stabilizzato lungo la riva sinistra dell’Oskol, il piano degli ucraini di precipitarsi su Oskol da sud in un solo giorno di luce appare fallito. Ci sono battaglie per Liman, i russi continuano a tenere Studenok. Nella direzione di Kharkiv, le forze armate ucraine passeranno probabilmente dalle operazioni offensive attive al controllo del territorio catturato. Filtreranno, spareranno e imprigioneranno coloro che sono sospettati di collaborare con la Russia. Alle 11.07 del 12 settembre: si apprende che gli ucraini esercitano pressione in direzione di Liman. Il regime di Kiev, con la fanteria sotto la copertura dei carri armati, sta cercando di trovare un punto debole nella difesa russa. Ma al momento non sono riusciti a sfondare. L’artiglieria della LNR sta rispondendo al fuoco. Krasny Liman è ancora controllata dalle truppe russe. L’AFU ha sfondato il fiume Siverskyi Donets vicino a Zakitne e ha trasportato diverse attrezzature per attaccare Krasnyi Lyman dalla direzione orientale. Secondo gli analisti militari: nel prossimo futuro, l’AFU continuerà a tentare di conquistare Krasnyi Lyman per creare un punto di sosta sulla riva sinistra del fiume Oskol e sviluppare un’offensiva verso Kreminna.

Ora, gli stessi ucraini dovranno consolidarsi a Izyum e Balakleya, per mantenere un’ampia porzione di territorio, il che significa pattugliare le strade, preparare siti di stoccaggio per armi, carburante e lubrificanti, istituire posti di blocco e portare attrezzature. E dovranno lavorare in territorio neutrale. L’area, secondo fonti social filo russe, conquistata dagli ucraini non è ancora diventata russa, ma ha già smesso di essere ucraina. In effetti, gli ucraini hanno preso il posto dei russi. Se la guerra diventa di posizione sarà molto difficile arrivare a un vincitore nel breve periodo e l’inverno è alle porte. Come previsto dagli analisti militari, i russi hanno cominciato in maniera serrata a distruggere le infrastrutture elettriche per indebolire l’Ucraina dall’interno: le Forze Armate russe hanno colpito con missili da crociera le strutture energetiche ucraine. Alcuni di essi hanno colpito Kharkivsʹka Tets-5, una delle più grandi centrali termiche del Paese. Nel sito è scoppiato un vasto incendio: la città di Kharkiv, la regione di Kharkiv e le regioni limitrofe sono state private dell’energia elettrica.

Nella mattinata del 12 settembre, la social sfera russa ha postato on-line un video di arresti della FSB che secondo quanto riportato ha impedito gli attacchi terroristici contro i membri del governo della Crimea e dell’Oblast’ di Kherson, che erano stati preparati dall’SBU. Nel post si legge: “L’FSB ha impedito una serie di attacchi terroristici contro le autorità della regione di Kherson. I terroristi stavano anche pianificando attacchi a membri del governo della Crimea. Come specificato dall’agenzia, l’SBU ha agito come organizzatore – è stato identificato un ufficiale che ha organizzato il lavoro dei nazionalisti reclutati. Ora gli autori e i loro complici sono stati arrestati e i mezzi per commettere i crimini sono stati sequestrati: si è scoperto che si trattava di residenti locali che stavano preparando un atto terroristico sul territorio dell’Ucraina. Il Servizio federale di sicurezza ucraino ha dichiarato che durante l’operazione sono stati identificati anche i canali di comunicazione e i metodi di finanziamento. A sua volta, il Comitato investigativo ha aperto un procedimento penale”. Non c’è modo di verificare la notizia. Nella notte comunque dalla social sfera ucraina erano apparsi post in cui si indicava che gli ucraini stavano preparando la presa di  Crimea e Donbass. 

On-line è apparso l’elenco parziale forze ucraine coinvolte nella direzione Izyum-Balakleya. L’elenco è stato redatto in base ai necrologi postati on-line dagli ucraini: 

▪️ 92ª brigata meccanizzata dell’AFU (regione di Kharkiv)

La 112a Brigata di Difesa Territoriale (Kiev)

14a Brigata meccanizzata (regione di Volyn)

La 95ª Brigata separata d’assalto aviotrasportato (regione di Zhytomyr)

▪️ unità speciali della 93ª Brigata meccanizzata indipendente (regione di Dnipropetrovsk)

▪️ unità della 1ª Brigata separata per scopi speciali

▪️ nazionalisti della formazione armata Kraken (regione di Kharkiv)

▪️ unità speciali della Guardia Nazionale e della Polizia Nazionale di Kharkiv

 

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here

Graziella Giangiulio