#UKRAINERUSSIAWAR. Shoigu: nuove armi schiarate al fronte. Granate pakistane per Kiev

159

Il ministro per la Difesa russo, Sergei Shoigu ha dichiarato che la Russia: «Amplierà presto il suo arsenale di armi d’attacco». E ha continuato affermando: «Le Forze Armate russe aumenteranno le proprie capacità aeree nella zona di difesa aerea nemica moderna. L’equipaggiamento delle Forze armate russe dovrebbe essere aggiornato al massimo livello nel 2023».

Nel comunicato della Difesa Shoigu ha scritto: «La Russia continuerà a sviluppare la triade nucleare e a mantenere la sua prontezza di combattimento. Il sistema di comando, controllo e comunicazione delle Forze armate russe sarà migliorato utilizzando tecnologie di intelligenza artificiale. Il Ministero della Difesa russo risponderà alle iniziative civili per migliorare le capacità di difesa. Quest’anno il sistema degli uffici di reclutamento militare sarà modernizzato e i database saranno digitalizzati. Le Forze Armate russe saranno qualitativamente rinnovate e le loro capacità di combattimento saranno migliorate alla luce dell’esperienza delle operazioni militari».

Nel frattempo i rumors dicono che i Paesi NATO stanno finendo le scorte da mandare all’Ucraina, le Forze armate ucraine riceveranno 159 container di granate dal Pakistan. La maggior parte della spedizione è costituita da munizioni per artiglieria da 155 mm, cariche e spolette. Lo riferisce l’editorialista dell’Economist Times. Le munizioni saranno portate a Danzica, in Polonia, a bordo della nave container Vesuvius. La presenza di questo strano fornitore potrebbe confermare che i Paesi della NATO stanno già esaurendo i proiettili da 155 mm.

Bachumt è praticamente uno scheletro di case e dalle fonti social media, le forze armate ucraine si ritirano gradualmente dalle aree residenziali di Soledar. Le guardie nazionali che si sono ritirate nella periferia occidentale.

Secondo il briefing mattutino del Ministero della Difesa russo l’esercito russo continua ad avanzare in alcuni tratti della linea di contatto. Le forze armate ucraine avrebbero perso 130 persone, più di una dozzina di attrezzature e artiglieria. L’artiglieria russa ha distrutto quattro semoventi Krab di fabbricazione polacca e due obici M777 di fabbricazione statunitense.

Lo scontro nella giornata del 10 si è spostato a Klishchiivka che è ancora sotto il controllo dell’AFU. La stessa Klishchiivka è parzialmente coperta dai gruppi d’assalto russo. Il mantenimento di Klishchiivka è della massima importanza per l’AFU, poiché la sua perdita apre la strada alle truppe russe per raggiungere la strada Časiv Jar – Bachmut. Pertanto, parte delle riserve provenienti da Časiv Jar vengono utilizzate dagli ucraini per tenere il fronte nella zona di Klishchiivka, ma anche qui la situazione per le truppe ucraine continua a peggiorare.

Ed ora una descrizione della situazione al fronte alle 18.00 del 10 gennaio, direzione Starobil’s’k.

Nella zona di Kup”jans’k -Svatove, gli artiglieri dell’AFU stanno bombardando le posizioni delle Forze Armate della RF sulla linea di contatto. Il puntamento è fornito da calcoli UAV del 92° Obr e del 40° TRO sulle linee Vladimirovka – Kuzemivka e Tavolzhanka – Liman 2°.

Il fuoco di rappresaglia delle forze russe ha colpito le roccaforti delle brigate 233 Battaglione 128 e 145 Battaglione 116 TRO ucraino. Sei membri della TRO sono stati uccisi e sette feriti. Inoltre, è stato danneggiato un punto di distribuzione del gas a Kup”jans’k.

Si prevede che le unità della 14a brigata meccanizzata ucraina arriveranno da Shevchenkove nell’area di responsabilità della 3a brigata carri nel prossimo futuro.

Il dispiegamento di formazioni separate del nuovo composto può essere legato sia alle pesanti perdite di personale e di equipaggiamento sia ai preparativi per un’offensiva a Svatove.

La mobilitazione forzata continua nei distretti confinanti con la Federazione Russa nella regione di Kharkiv. I cittadini ucraini vengono immediatamente inviati ai punti di accoglienza per il personale con successiva distribuzione alle unità.

Alcuni quadricotteri DJI Mavic-3 di 80 OdshbR stanno operando nell’area di Liman, vicino a Dibrov. Altre unità del 110° Battaglione, 111° RR TRO ucraine sono arrivate in direzione dell’insediamento.

Il personale delle Forze armate russe ha colpito le posizioni del 66° distaccamento di Kiev nella zona a ovest di Ploshchanka. I membri della squadra ucraina hanno abbandonato spontaneamente i loro posti di osservazione, perdendo sette feriti.

Continua il fuoco di artiglieria nel settore di Lysyčans’k sulla linea Serebrianka-Bilohorivka. Secondo la social sfera filo russa: «Le formazioni ucraine stanno impegnando i DRG con piccoli UAV. Mercenari americani operano nei ranghi del 122° Battaglione dell’81° Army Airborne Forces».

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/