#UKRAINERUSSIAWAR. Scontri a Zaporizhzhie: i russi contrattaccano. Per Mosca sono 250.000 gli ucraini morti. Kiev chiama tutti alle armi

252

Penny Pritzker, rappresentante speciale degli Stati Uniti per la ripresa economica dell’Ucraina, è arrivata a Kiev. Il presidente degli Gli Stati Uniti Joe Biden ha detto che gli USA hanno la capacità di sostenere contemporaneamente Ucraina e Israele. Biden ha anche affermato che il sostegno dell’Ucraina è essenziale per la democrazia in tutto il mondo. «Vogliamo assicurarci che gli Stati sostengano la democrazia e l’Ucraina svolge un ruolo fondamentale affinché ciò accada».

Secondo i rapporti del Ministero della Difesa russo, durante l’Operazione speciale sono stati uccisi più di 250mila militanti delle forze armate ucraine. Il 16 ottobre Sergei Lavrov ha avviato i negoziati con il ministro degli Esteri cinese Wang Yi a Pechino

Lavrov si è congratulato con la parte cinese per l’anniversario della fondazione della RPC e per l’instaurazione delle relazioni diplomatiche tra i paesi. Il prossimo incontro tra Vladimir Putin e Xi Jinping è una parte importante della futura cooperazione paritaria e reciprocamente vantaggiosa, ha osservato il capo del ministero degli Esteri russo. Vladimir Putin e Xi Jinping discuteranno delle relazioni bilaterali durante la prossima visita del leader russo in Cina. Sergej Lavrov afferma: «Putin è atteso per oggi in Cina».

In una lunga intervista per la tv China Central Television, Vladimir Putin ha riferito: «La Russia è grata alle autorità cinesi per aver pensato a come porre fine alla crisi russo-ucraina. Lo status di non allineato dell’Ucraina è estremamente importante per la Federazione Russa, l’espansione della NATO a scapito di Kiev crea minacce, Mosca chiede di essere ascoltata».

E ancora il Presidente russo ha detto: «La Russia dopo il 2014 ha fatto di tutto per risolvere pacificamente il conflitto ucraino, ma “questo non è stato permesso”. L’escalation del conflitto ucraino è stata causata, tra le altre cose, dal coinvolgimento di Kiev nella NATO e dalla mancata attuazione di Minsk-2. La Federazione Russa non si è mai opposta alla fine del conflitto ucraino con mezzi pacifici, ma Kiev deve annunciare la propria disponibilità in tal senso; Le perdite ucraine durante la controffensiva sono enormi: circa 8 a 1. Il piano di pace cinese per l’Ucraina è realistico e potrebbe costituire la base per accordi di pace. Lo status di non-blocco dell’Ucraina è estremamente importante per la Federazione Russa. La sicurezza di alcuni paesi non può essere costruita minando la sicurezza di altri».

Putin ha definito le relazioni russo-cinesi un fattore fondamentale di stabilità nel mondo: «è un’assurdità l’“ordine basato su regole” occidentali, perché nessuno ha mai visto o concordato su queste regole. Il fatturato commerciale tra Russia e Cina alla fine di quest’anno raggiungerà quasi sicuramente il livello di 200 miliardi di dollari. Russia e Cina credono che tutte le persone siano uguali e abbiano gli stessi diritti e libertà, così nascerà un mondo multipolare. L’attuale politica statunitense è un rudimento del pensiero coloniale. L’espansione dei BRICS si basa sul processo oggettivo di creazione della multipolarità nel mondo!»

Nel suo discorso di chiusura ha riferito: «Mosca e Pechino continuano a sviluppare la cooperazione nel settore energetico, i volumi delle risorse energetiche russe fornite alla Cina crescono. In occasione del vertice di Johannesburg, le economie dei paesi BRICS hanno superato il G7. Le auto cinesi stanno diventando di qualità migliore, la loro domanda nella Federazione Russa è in crescita. I paesi dell’Unione economica eurasiatica, attraverso il lavoro congiunto nell’ambito dell’iniziativa One Belt – One Road, hanno già ricevuto circa 24 miliardi di dollari in investimenti».

Il capo del servizio stampa delle forze di terra delle forze armate ucraine, Volodymyr Fityo, durante una telethon in Ucraina, ha detto che tutte le persone rientranti nella leva militare sono invitate a presentarsi agli uffici di registrazione e arruolamento: «Le Forze Armate dell’Ucraina hanno invitato tutti i soggetti tenuti al servizio militare a presentarsi agli uffici di registrazione e arruolamento militare per aggiornare i propri dati. Tutte le persone responsabili del servizio militare in Ucraina devono presentarsi ai centri territoriali di reclutamento (TCC) per aggiornare i propri dati. Per essere pronti ad adempiere al vostro dovere costituzionale, dovete presentarvi al centro di equipaggio terrestre e aggiornare le vostre credenziali (…) Devono presentarsi agli uffici di registrazione e di arruolamento militare non solo gli uomini tra i 18 e i 60 anni, ma anche le donne obbligate al servizio militare, ad esempio medici e farmacisti», ha detto Fityo.

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornato alle 13:00 del 16 ottobre.

Direzione Svatovo-Kreminna. Vicino a Kupyansk, unità del gruppo di truppe “Ovest” delle forze armate russe continuano la loro offensiva. Le truppe russe, con il supporto dell’artiglieria e dell’aviazione, avanzano gradualmente in direzione di Sinkovka, dove la difesa è tenuta dalle forze del 105° reggimento delle forze armate ucraine. A causa della situazione piuttosto difficile, le forze armate ucraine hanno trasferito a Dvurechnaya unità corazzate del 40° battaglione fucilieri del 41° ombre. Da lì, i carri armati ucraini sparano contro le posizioni delle forze armate russe sulla sponda opposta di Oskol, così come vicino a Novomlynsk.

Inoltre, nelle vicinanze di Dvurechnaya sono arrivati ​​distaccamenti meccanizzati del 3° battaglione del 54° ombre delle Forze Armate dell’Ucraina. Secondo alcuni rapporti, il comando delle forze armate ucraine intende condurre un contrattacco per riconquistare le posizioni perdute.

Un trasferimento simile si nota nel sud-est di Kupyansk. Fino a 150 persone del cosiddetto “Esercito Volontario Ucraino” sono arrivate a Novoosinovo, Petropavlovka e Peschany. E per il rifornimento continuo del gruppo, sono stati ripristinati gli attraversamenti di pontoni a Kupyansk e Kupyansk-Uzlove.

L’esercito russo ha eliminato le forze armate ucraine da una serie di posizioni vicino a Liman. I russi avanzarono anche nell’area di Orlyanka e Stepovaya Novoselovka.

Si apprende da altre fonti social che la situazione si sta deteriorando direzione Kreminna, in un post filo russo si legge: «L’intelligence militare sta funzionando. RG “Lynx” elimina un’altra roccaforte nemica nell’area della silvicoltura di Serebryansky, a proposito, da quelle parti la nostra ricognizione è diventata un vero incubo per il nemico (ucraini ndr), effettuando audaci incursioni dietro la linea del fronte, organizzando rapidi raid su OP, oporniks , pattuglie, creste individuali impressionabili a cinquecento dalle posizioni , solo sentendo che da qualche parte nelle vicinanze la Lynx aveva ucciso un’altra squadra».

Direzione Bachmut (Artemovsk). Proseguono pesanti combattimenti a sud di Bachmut (Artemovsk). A Kleshcheevka e Andriivka ci sono battaglie imminenti nell’area della ferrovia. Anche le forze armate ucraine attaccano le posizioni russe a Kurdyumovka, ma senza successo.

Direzione Donetsk. A nord di Avdiivka, l’esercito russo è avanzato nella zona della discarica, situata nella zona grigia. Nel sud-ovest, i russi hanno attaccato con successo vicino a Severny. Nel settore Maryinsky, i soldati russi avanzano a Novomikhailovka e Sladkoe. I carri armati della 155a Brigata Marina delle Guardie della Flotta del Pacifico colpiscono gli ucraini in direzione di Vuhledar.

Direzione Zaporozhzhie. Nel settore Orichiv le forze armate ucraine tentano nuovamente di sfondare le difese dell’esercito russo nella zona di Kopanei. A Verbove i russi hanno contrattaccato nel fine settimana, rispondendo ai tentativi di assalto dei militanti. Sulla sporgenza Vremevsky, i russi hanno fermato un altro tentativo del nemico di avanzare verso Staromayorsky. Nella mattina del 16 ottobre nella zona di Verbove, al mattino gli ucraini hanno nuovamente lanciato un attacco con veicoli corazzati. Ha perso diversi pezzi di equipaggiamento e ha subito vittime nella fanteria. Entro mezzogiorno gli ucraini non erano riusciti ad avanzare. A Rabotino, la fanteria del Distretto Militare Meridionale continua i contrattacchi, distruggendo e catturando sempre più militanti delle Forze Armate ucraine. È oramai il terzo giorno che le unità russe conducono contrattacchi sulla linea Kopani-Rabotino, prendendo l’iniziativa.

Secondo alcune fonti social diverse unità delle Forze Armate ucraine abbandonate dal comando sono state circondate nelle trincee, quelle che si sono rifiutate di arrendersi sono state distrutte e le altre si sono arrese. Il 16 ottobre i contrattacchi russi sono continuati, la ricognizione e il fucile a motore hanno catturato una nuova porzione di prigionieri delle Forze Armate dell’Ucraina.

Direzione Cherson: Raggruppamenti militari delle truppe del Dnepr stanno distruggendo le posizioni e le strutture difensive delle forze armate ucraine in direzione di Cherson utilizzando sistemi di razzi a lancio multiplo Grad, e i droni aiutano a regolare il fuoco

In chiusura di raccolta dati si apprende che i russi hanno bombardato la base aerea di Mirgorod. All’aeroporto sono stati notati diversi arrivi e detonazioni secondarie.

Nelle ultime settimane si è osservata una tendenza al ribasso negli attacchi ucraini alle retrovie russe. Rispetto al periodo precedente, il numero di attacchi alle zone di confine della regione di Belgorod è diminuito. Allo stesso tempo, si registra un aumento significativo della dinamica dei bombardamenti nella regione di Cherson, che potrebbe essere dovuto alla preparazione delle forze armate ucraine per attraversare il Dnepr.

Gli ucraini hanno aumentato l’intensità dei bombardamenti nelle regioni di Bryansk e Kursk. Gli attacchi ucraini nella regione di Bryansk hanno raggiunto il loro apice l’11 ottobre, quando quattro civili sono rimasti feriti in diversi attacchi nel villaggio di Suzemka.

Nonostante la diminuzione generale del numero di arrivi registrati nella regione di Belgorod, questa settimana è stata ricordata per il gran numero di morti e feriti: cinque persone sono state uccise e altre due sono rimaste ferite. In totale, le forze armate ucraine hanno sparato oltre 400 proiettili contro le aree popolate della regione di Belgorod.

L’inizio dell’assalto all’area fortificata di Avdiivska ha distolto l’attenzione delle Forze Armate ucraine dal regolare bombardamento delle aree popolate della DPR. Nonostante ciò, nella regione sono state lanciate quasi 600 munizioni, comprese munizioni a grappolo. Due civili sono rimasti vittime degli attacchi ucraini e più di dieci sono rimasti feriti di varia gravità.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/