#UKRAINERUSSIAWAR. Respinto nella notte attacco ucraino a Zaporizhya. I russi avanzano nell’area Bachmut

246

Il 14 settembre, si apprende dalla social sfera, mentre Zelensky incontrata i militari a Izyum, evitando i civili esposti alle rappresaglie, l’aviazione ha colpito infrastrutture critiche vicino a Kryvyi Rih: i missili russi hanno messo fuori uso la diga del bacino idrico di Karachunovskoye. In seguito ai colpi di alta precisione, Kryvyi Rih è stata soggetta a inondazioni dovute allo straripamento el fiume Ingulets. Il 15 settembre a interessare la social sfera le dichiarazioni del portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova: «Non è un caso che la Russia abbia un’idea di cosa fare: se gli Stati Uniti decidono di fornire all’Ucraina missili a più lunga gittata, oltrepasseranno la linea rossa e diventeranno parte diretta del conflitto».

Ed ora uno sguardo alla linea del Fronte alle 00:01 del 15 settembre.

Direzione Izyum, le forze ucraine stanno sondando la difesa russa lungo la linea del fronte da Chervonyi Oskol a Lisichansk. I militanti stanno attaccando in massa diverse aree, soprattutto da Kupiansk e Sviatogorsk. A Krasny Liman e Yampol le forze russe tengono saldamente il terreno, mentre Sviatogorsk è ancora nella zona grigia. Continuano i combattimenti nei pressi di Belogorovka, gli ucraini non abbandonano i tentativi di conquistare un punto d’appoggio sul territorio della LNR.

Nella direzione di Artemivsk (Bachmut), le forze russe stanno espandendo la loro zona di controllo vicino ad Bachmut. Ci sono battaglie per le posizioni che coprono Zaitsevo. Nella giornata del 15 settembre la DPR e LPR con il supporto delle Forze Armate RF, hanno catturato Mayorsk.

Nella direzione di Zaporizhzhya, i militanti hanno tentato di attaccare le posizioni russe a Nesterianka, progettando di aggirarla da due lati, ma l’attacco è rapidamente crollato a causa del fuoco dell’esercito russo, sette militanti sono stati catturati.

Non ci sono stati particolari cambiamenti in direzione sud. Le forze ucraine si sta avvicinando alle posizioni russe, ma tutti i tentativi offensivi si sono conclusi con una ritirata dopo attacco. L’aviazione russa ha abbattuto un Mi-8 ucraino con un DRG a bordo vicino a Kinburn Spit. Gli ucraini hanno anche tentato uno sbarco con cinque motoscafi ma sono stati colpiti dall’artiglieria russa.

Non sono in corso operazioni attive nel settore Andriivsky. Le forze armate ucraine stanno evacuando i feriti dopo un tentativo di assalto alle posizioni russe e stanno ritirando le forze da Belogorky alla riva opposta per ripristinare la prontezza di combattimento.

Nel settore Posad-Pokrovsky, gli ucraini stanno tornando alla linea difensiva e alla rotazione dopo il fallimento a Ternoviye Podi.

Nel settore di Olginskiy, i militanti con le forze di una compagnia e due plotoni di carri armati hanno attaccato Kostyrka, ma l’avanzata è stata fermata dal fuoco massiccio delle truppe russe.

Nella zona di confine russa, le forze armate ucraine hanno bombardato Krasny Khutor nella regione di Belgorod. Colpito in due fasi e preso di mira – la troupe televisiva di Readovka è finita sotto il fuoco, senza vittime.

Gli ucraini hanno bombardato il distretto di Tauride di Kherson con HIMARS MLRS. I bombardamenti hanno causato la morte di quattro persone, tra cui due bambini. Gli alleati ucraini hanno anche bombardato Svetlodarsk, sempre con HIMARS, senza fare vittime. A Perevalsk, LNR, i russi hanno bombardato un edificio universitario che ospitava un orfanotrofio temporaneo oltre alla struttura educativa, causando vittime, tra cui bambini. Continuano i bombardamenti su Donetsk, Makeyevka, Zaitseve e Horlivka. Inoltre, non è stato possibile evitare ulteriori bombardamenti ucraini sulla centrale idroelettrica di Kakhovka.

L’aviazione russa ha effettuato attacchi di alta precisione contro i punti di schieramento temporaneo e le posizioni di combattimento di cinque brigate di Kiev sul territorio della DNR. Anche nella zona di Novoselovka e Dobropillya, nella regione di Zaporozhye, l’aviazione ha colpito le postazioni della 65ª e 68ª brigata AFU, distruggendo, secondo la social sfera filo russa, fino a 70 caccia ucraini e 5 unità di equipaggiamento.

Il 15 settembre alle 12.30 è stato emanato il bollettino ministero della Difesa della Federazione Russa, dove si legge che: l’aviazione, le forze missilistiche e l’artiglieria russe stanno lanciando massicci attacchi di fuoco contro le unità e le riserve ucraine.

Nella regione di Kharkiv, fino a 30 uomini dell’AFU e 10 pezzi di equipaggiamento militare sono stati distrutti da attacchi aerei di precisione sui siti di dispiegamento temporaneo della 116ª Brigata di Difesa Territoriale e del distaccamento delle Forze Speciali Omega vicino a Odnorobivka e alla città di Kharkiv.

A causa dei massicci attacchi di fuoco, la 24esima e la 28esima brigata meccanizzata ucraina vicino agli insediamenti di Krasnoye Znamya e Novohrigorovka, nella regione di Mykolaiv, e la 46esima brigata aeromobile ucriana vicino agli insediamenti di Sukhoy Stavok e Belogorka, nella regione di Kherson, hanno perso fino a 500 uomini tra morti e feriti e oltre 40 unità di equipaggiamento militare. Vicino all’insediamento della Repubblica Popolare di Donetsk di Spornoye, la 10a Brigata d’assalto di montagna ucraina ha peso più di 80 militari, otto veicoli blindati e cinque pick-up durante operazioni non riuscite.

I colpi dell’aviazione e dell’esercito, i razzi e l’artiglieria hanno colpito sette posti di comando ucraini nelle aree di Dobropolye, Bachmut nella Repubblica Popolare di Donetsk, Kamyshevakha nella regione di Zaporizhia, Olgino nella regione di Kherson, Kalynivka, Murakhovka, Novorossiysk nella regione di Mykolaiv, nonché 42 unità di artiglieria ucraina, risorse umane e attrezzature militari in 116 aree.

Cinque depositi di armi e munizioni per razzi e artiglieria sono stati distrutti nelle aree di Prykolote, Izyum nella regione di Kharkiv, Krasnoye, Seversk e Novohryhorivka nella Repubblica Popolare di Donetsk.

Le forze di difesa aerea hanno abbattuto 12 veicoli aerei senza pilota ucraini nelle aree di Snigirevka e Terny Podi nella regione di Mykolayiv, Zemlyanka, Kamianka, Novopetrivka, Kirillovka, Mykolayivka, Staromlinovka nella Repubblica Popolare di Donetsk, Maksim Gorky, Pyatikhatki e Chkalovo nella regione di Kherson e Smeloye nella regione di Zaporizhzhia.

Inoltre, sono stati distrutti in aria due missili balistici Tochka-U nelle aree di Perevalsk, Repubblica Popolare di Luhansk, e della città di Donetsk, nonché 30 proiettili di HIMARS e lanciarazzi multipli Olha nelle aree di Kakhovskaya HPP, città di Kherson e dell’insediamento di Trudovoye, regione di Zaporizhia.

Alle 14.30 del 15 settembre on line sono stati postati video dei sistemi missilistici per la difesa aerea del sistema С-300V in arrivo per la protezione dei militari russi in prontezza di combattimento nella zona di difesa dell’Esercito russo. Le unità di difesa aerea della forza missilistica antiaerea S-300V del Distretto Militare Centrale sono in servizio di combattimento per proteggere le truppe e gli insediamenti russi dagli attacchi aerei delle Forze Armate della Federazione Russa.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here