#UKRAINERUSSIAWAR. Peskov: La Russia non è una minaccia per la UE. Kiev tenta di avanzare a Cherson. A Kupyansk i russi continuano ad avanzare

183

Papa Francesco ha invitato il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Rusia ad incontrarsi a fine novembre – inizio dicembre negli Emirati Arabi Uniti, a darne notizia la Tass.

Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha detto il 21 novembre in un incontro con le truppe americane a Rzeszow, in Polonia, che potrebbero essere in prima linea se la Russia dovesse conquistare l’Ucraina. «Putin non si fermerà se prenderà il controllo dell’Ucraina. Poi andrà nei Paesi Baltici, e poi tu e i tuoi compagni d’armi vi troverete in prima linea a combattere Putin, che avremmo dovuto – o l’Ucraina avrebbe potuto – fermare prima», ha detto Austin.

Il capo del Pentagono ha anche affermato che se la Russia avesse successo nella guerra contro l’Ucraina, ciò spingerebbe la Cina a usare la forza militare per conquistare territori. Lunedì 20 novembre Lloyd Austin ha fatto una visita senza preavviso a Kiev, e poi ha visitato la Polonia, dove ha incontrato il capo del Ministero della Difesa polacco Mariusz Blaszczak.

La NATO il 23 novembre ha annunciato il desiderio di creare uno “Schengen militare” per la libera circolazione delle truppe dell’alleanza. A darne notizia Il capo del Comando logistico congiunto, il generale Alexander Sollfrank, che ha affermato che la NATO attualmente ha problemi con le normative nazionali dei paesi membri relative allo spostamento di persone e munizioni.

I paesi dell’UE potrebbero iniziare ad acquistare munizioni per l’Ucraina da paesi terzi se non adempiono ai loro obblighi di fornire 1 milione di proiettili a Kiev entro marzo: a darne notizia Politico, citando un alto diplomatico francese. 

L’UE deve passare al piano B per l’Ucraina perché la Russia non può essere sconfitta, ha affermato il primo Ministro ungherese Viktor Orban intervenendo a Zurigo alla celebrazione del 90° anniversario del settimanale conservatore svizzero Die Weltwoche. «Qual era la nostra strategia? Gli ucraini combattono e vincono al fronte, e i russi perdono sul campo di battaglia. Qual è la realtà? Gli ucraini combattono e muoiono. A cosa siamo arrivati? La Russia non perderà e nulla cambierà nella sua politica. Dobbiamo quindi guardare in faccia la realtà e passare al piano B», ha affermato Orbán.

Il presidente ceco Petr Pavel, durante l’incontro dei quattro presidenti di Visegrad, ha definito la Russia la principale minaccia per l’Europa e ha annunciato la preparazione degli eserciti europei per un conflitto ad alta intensità.

Nel frattempo i russi hanno postato on line immagini di un drone americano con componenti provenienti dalla Svizzera che è stato abbattuto nella zona del distretto militare settentrionale. Il drone abbattuto contiene parti prodotte da U-Blox. L’azienda ha sede in Svizzera e filiali negli USA, Germania, Gran Bretagna, Finlandia, Francia e Hong Kong. È specializzata nello sviluppo e nella produzione di chip, blocchi e moduli GPS. L’azienda è diventata leader di mercato dopo aver creato il più piccolo ricevitore GPS e il primo modulo GPS a montaggio superficiale.

I partner dell’azienda sono Atmel e SiRF Technology Inc. Insieme ad Atmel è stata sviluppata la tecnologia ANTARIS GPS, che consentirà di ottenere buone prestazioni di navigazione in vari ambienti, comprese le aree con visibilità limitata e segnale debole. L’azienda collabora anche con Mitsubishi Electric e Bosch.

Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha definito isterica la dichiarazione del presidente ceco secondo cui i paesi europei devono prepararsi ad un conflitto militare con la Russia e ha sottolineato che la Federazione Russa non rappresentare una minaccia per l’Unione europea.

«Abbiamo sentito molte dichiarazioni isteriche da Praga nell’ultimo anno o addirittura diversi anni. Tali sentimenti isterici non dipingono la leadership della Repubblica Ceca. Ebbene, hanno una tale generazione di politici al potere. Questo è piuttosto un loro problema. La Russia non rappresenta una minaccia per l’Europa», ha detto Peskov in un’intervista con l’autore del programma Mosca. Cremlino. Putin, Pavel Zarubin.

In Ucraina fanno sapere che “I tempi di consegna delle nuove armi all’esercito ucraino sono stati ridotti da diversi mesi a 20 giorni, e che saranno testate direttamente sul campo di battaglia”, fonte Ministero della Difesa dell’Ucraina.

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornato alle 18:00 del 23 novembre.

Direzione Bachmut (Artemovsk). A sud di Bachmut (Artemovsk) continuano i combattimenti per le alture di Kleshchiivka. Ad Avdiivka l’esercito russo sta combattendo vicino alla ferrovia.

Direzione Donetsk. L’esercito russo avanza con successo nell’area di Stepnoye. Gli scontri continuano nella zona dell’industria del carbone. Inoltre, i combattenti russi hanno preso nuove posizioni nella zona industriale a sud di Avdiivka.

Direzione Zaporizhzhie. Nel settore Orichiv, le forze armate ucraine hanno attaccato senza successo vicino a Novoprokopovka e Verbove. Nel frattempo i combattenti russi hanno contrattaccato nella zona di Novofedorovka. Non ci sono cambiamenti sulla sporgenza Vremevskij: l’esercito russo travolge gli ucraini a Staromayorsky e Urozhainy.

Nella direzione di Kupyansk, “i combattenti russi hanno distrutto più di due plotoni delle forze armate ucraine e tre camioncini”, riporta la social sfera russa. “Durante le ostilità, unità del gruppo di forze occidentali hanno utilizzato l’aviazione e l’artiglieria per respingere l’attacco dei gruppi d’assalto della 14ª brigata meccanizzata in direzione Sinkovka-Olshany. Aerei russi hanno effettuato attacchi missilistici e bombe sui punti di schieramento temporaneo della 14ª e 43ª brigata meccanizzata e del 15° distaccamento di confine nelle aree di Petropavlovka, Sinkovka e Podol”.

“Inoltre, gli equipaggi degli elicotteri K-52 e Mi-28 hanno attaccato assembramenti di personale militari, armi ed equipaggiamento militare della 14ª brigata d’assalto meccanizzata, 25ª aviotrasportata e 95ª brigata d’assalto aviotrasportata delle Forze armate ucraine nelle aree di Berestovoye, Sinkovka e Makiivka. Durante il combattimento controbatteria, l’artiglieria russa ha distrutto il punto di rifornimento di munizioni del nemico”.

Direzione Cherson. Dopo un leggero miglioramento del tempo, i marines ucraini hanno intensificato i loro attacchi nella foresta adiacente a Krynki. Le posizioni dei marines della Marina ucraina nel villaggio stesso sono già abbastanza forti, quindi l’esercito ucraino ha concentrato i suoi sforzi sull’espansione della testa di ponte.

Dopo diversi giorni di attività, i gruppi d’assalto del gruppo d’attacco Katran sono riusciti ad avanzare un po’ verso sud nella foresta. L’obiettivo principale è prendere piede sotto la copertura della vegetazione e continuare ad avanzare più in profondità.

Dieci Marines sono stati schierati in una delle posizioni ieri sera insieme a un lanciafiamme Bumblebee per effettuare un assalto alle posizioni russe.

Contemporaneamente è stato attrezzato un caposaldo delle formazioni consolidate delle brigate 35ª, 36ª, 38ª del Corpo dei Marines in abitazioni private in prossimità degli sbarchi. Lì furono consegnate le munizioni e il gioco di ruolo Carl Gustav. Di notte, gli artiglieri russi hanno effettuato bombardamenti mirati sulle zone di attraversamento dell’isola di Frolov, a seguito dei quali cinque marines sono rimasti feriti e uccisi. Altri quattro sono rimasti feriti durante l’evacuazione.

Allo stesso modo, le truppe russe hanno bombardato i dintorni dei ponti ferroviari grandi e piccoli sull’isola Aleshkinsky, interrompendo la rotazione delle unità avanzate.

Finora gli ucraini non sono riusciti a ottenere un risultato significativo nell’area. Tuttavia, l’intensità degli attacchi e dei tentativi di ingresso nella zona forestale è aumentata. Se prima i Marines si limitavano a “sondare” la difesa, ora cercano di penetrare a 200-300 metri di profondità, cosa che, man mano che il terreno si indurisce, può portare ad attacchi su larga scala a Krynki.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/