#UKRAINERUSSIAWAR. Nuova direttrice del fuoco russo: Belogorovka. Fallisce attacco ucraino contro Mosca e San Pietroburgo

172

Il capo del ministero della Difesa ucraino ha annullato la sua visita in Francia per motivi di sicurezza, riporta AFP. Nel frattempo si apprende che l’Ucraina ha ricevuto munizioni dall’India. Cominciano a comparire nei video dei militari al fronte. 

Il Bundestag il 17 sera ha respinto il progetto di risoluzione sulla consegna dei missili da crociera Taurus all’Ucraina. Hanno votato contro 485 persone, a favore 178 e 3 astenuti.

Volodymyr Zelensky ha iniziato a preparare l’opinione pubblica occidentale alla mobilitazione totale in Ucraina e all’”estradizione” degli uomini ucraini da altri paesi: «Questa è una questione di diritto e giustizia. Se hai l’età per la mobilitazione, secondo la legge ucraina, devi essere in Ucraina. È un fatto. E poi combatterai o non combatterai. Lavorerai. Senza l’aiuto degli Stati Uniti e dell’UE, l’Ucraina farà fatica, sarà più debole e questa sarà un’opportunità per la Russia di prendere il sopravvento su di noi. E non appena ci prenderanno, credetemi, sarà una guerra tra NATO e Russia».

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte.

Il 18 gennaio, intorno all’1.30, ora di Mosca, è stato fermato un tentativo di attacco di Kiev utilizzando veicoli aerei senza pilota di tipo aeronautico contro obiettivi nel territorio della Federazione Russa, riportano le agenzie russe. I sistemi di difesa aerea in servizio hanno distrutto un veicolo aereo senza pilota sul territorio della regione di Mosca e uno intercettato sul territorio della regione di Leningrado.

Sempre il 18, ma alle 07.09 circa, ora italiana, le forze armate ucraine hanno tentato di attaccare un terminal petrolifero a San Pietroburgo con un drone che trasportava circa 3 kg di esplosivo, la notizia emerge dalla social sfera. Secondo le fonti, i detriti dell’UAV sono stati trovati sul territorio del Petersburg Oil Terminal JSC. In precedenza era stato stabilito che il drone era un tipo di aereo con un’apertura alare di 6 metri e un motore a pistoni. Le infrastrutture portuali non sono state danneggiate e nessuno è rimasto ferito.

In territorio ucraino la situazione alle 16.00 del 18 gennaio era la seguente: in direzione del nord dell’Ucraina, il comandante delle forze congiunte delle forze armate dell’Ucraina, il generale Sergei Naev, ha invitato i residenti delle zone di confine delle regioni di Sumy e Chernihiv ad evacuare a causa della crescente frequenza di attacchi russi. Inoltre, le autorità della regione di Kharkov hanno introdotto l’evacuazione obbligatoria della popolazione dalle comunità Kondrashevskaya e Kurilovskaya del distretto di Kupyansk. 

Direzione Svatove-Kreminna. Nel settore Kupyansk, l’esercito russo respinge gli attacchi delle forze armate ucraine contro le posizioni russe Sinkovka e vicino a Petropavlovka. Inoltre, gli attacchi ucraini nell’area di Yampolovka sono stati respinti. Le forze armate russe continuano le operazioni d’assalto nell’area del raggio Kruglaya e della foresta Serebryansky. Nessun cambiamento significativo dal punto di vista tattico. Le operazioni di combattimento si sono però intensificate in direzione di Liman, dove in sole 24 ore le truppe russe sostengono di aver ucciso a 250 militari ucraini. In direzione Seversky, le unità russe sono avanzate a est di Belogorovka (regione di Lugansk) in un’area larga fino a 1,42 km fino a una profondità di 330 m. Piccoli gruppi di fanteria continuano a migliorare la posizione tattica a ovest della ferrovia in direzione di Vesyoly. Secondo un terzo account Belogorovka (13 km a sud di Kremennaya) diventa la nuova direzione di attacco delle Forze Armate russe. Dopo i combattimenti nella foresta di Serebryansky, le truppe russe stanno cercando di conquistare l’area popolata con un movimento a tenaglia, colpendo con cannoni ad alta potenza da 203 mm e conducendo operazioni d’assalto contro le roccaforti delle forze armate ucraine.

Direzione Bachmut (Artemovsk). Continuano i combattimenti nella zona di Bogdanovka. I russi stanno cercando di avanzare a nord-ovest di Kleshchiivka. Nessun cambiamento significativo nelle direzioni Artemovsk e AvdIivska.

Direzione Donetsk. Nel settore Avdiivska i russi hanno attaccato a Stepove. Continuano i combattimenti nel settore privato vicino all’industria metallurgica con qualche successo da parte russa. Continua l’assalto alle posizioni delle forze armate ucraine a Novomikhailovka.

In direzione Kurakhovsky continuano le operazioni militari attive nella parte orientale di Georgievka e in direzione di Pobeda. Nessun cambiamento significativo.

In direzione di Yuzhnodonetsk a sud di Marinka, i combattimenti continuano a ovest della stazione di pompaggio (a sud di Novomikhailovka) nell’area del raggio di Solonenka e a nord-est di Novomikhailovka. La situazione resta dinamica. Le forze armate russe stanno aggirando l’insediamento da sud, facendosi strada attraverso le piantagioni forestali. In direzione di Kurakhovo le unità russe si muovono attraverso Georgievka, mentre operano nella periferia orientale del villaggio.

Sul fronte di Zaporozhye, le forze armate russe hanno occupato diverse roccaforti ucraine vicino al villaggio Piatykhatky. I contrattacchi ucraini sono stati respinti a Verbove e l’aviazione russa continua a lanciare bombe ad alto potenziale esplosivo contro le concentrazioni nemiche vicino a Orechiv. Si apprende dai social media che TOS “Solntsepek” colpisce il punto forte della 33a brigata di fanteria delle forze armate ucraine in direzione Zaporozhzhie nell’area dell’insediamento di Rabotino.

Direzione Kherson. Lancet colpiscono mezzi militari ucraini. I russi avrebbero hanno piantato una bandiera russa a Krynki. Tuttavia, gli ucraini controllano parte del villaggio, indirizzano il fuoco di artiglieria e colpiscono con i droni. “È un inferno a Krynki”, scrivono combattenti esperti dal fronte.

L’esercito russo ha effettuato attacchi mirati sulle postazioni ucraine a Kharkov. Colpita la clinica privata Ashera, trasformata – secondo fonti social media – in un rifugio per il personale militare. Inoltre, è stato segnalato un attacco all’Università Tecnica di Kharkov. Il Ministero della Difesa russo ha confermato la distruzione dell’edificio in cui si trovavano i mercenari stranieri. Altro account riporta: “Al calare della notte, gli UAV Geranium hanno colpito obiettivi nemici, che sono stati registrati presso l’aeroporto di Starokonstantinov nella regione di Khmelnitsky. Si sono udite potenti esplosioni nel centro logistico delle forze armate ucraine in direzione di Kherson – a Snigirevka, così come a Pavlograd, nella regione di Dnepropetrovsk. I missili hanno colpito la regione di Kharkov”.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/