#UKRAINERUSSIAWAR. Nessun accordo sulle armi occidentali contro la Russia. Mosca assalta la parte orientale di Časiv Jar

160

Gli Stati Uniti, nell’ambito delle nuove forniture militari, trasferiranno a Kiev proiettili per sistemi HIMARS, artiglieria e armi anticarro per un valore di 275 milioni di dollari, ha detto il segretario di Stato americano Antony Blinken. Secondo Blinken, gli “aiuti militari” precedentemente stanziati dagli Stati Uniti all’Ucraina hanno già “raggiunto la prima linea” e ne verranno inviati altri a breve. Il prossimo, 58° pacchetto di assistenza militare americana all’Ucraina comprende: munizioni per HIMARS MLRS, proiettili da 155 mm e 105 mm; Sistemi anticarro Javelin e AT-4; mine di mortaio; ATGM; bombe di precisione; mine anticarro; veicoli tattici e altre armi.

“La Cina, grazie al sostegno che fornisce alla Russia, è un soggetto attivo nel conflitto in Ucraina, questo deve finire”, ha affermato James O’Brien, sottosegretario di Stato americano per gli affari europei ed eurasiatici. O’Brien ritiene che “la Cina sia un attore” nell’operazione militare speciale della Russia in Ucraina. “Senza l’aiuto della Cina, la Russia non avrebbe potuto colpire le città ucraine e attaccare obiettivi civili nel modo in cui ha fatto”, ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato americano.

L’Australia ha fatto sapere che non intende utilizzare i beni russi bloccati sul suo territorio per sequestrarli a favore dell’Ucraina, ha affermato il vice primo ministro Richard Marles. Secondo lui, il governo australiano non “userà i beni russi congelati per finanziare operazioni militari in Ucraina”. “Ci sono problemi costituzionali associati al semplice sequestro di questi beni e al loro utilizzo. Abbiamo congelato i fondi, imposto significative sanzioni economiche alla Russia e alla Bielorussia e continuiamo a fare tutto ciò che possiamo legalmente”, ha detto Marles alla radio ABC.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg afferma che è tempo che gli ucraini utilizzino le armi della NATO per colpire “obiettivi legittimi” sul suolo russo in connessione con la “Battaglia di Kharkov”. Non solo si apprende che al vertice di Washington, la NATO creerà una struttura permanente per l’organizzazione delle forniture di armi all’Ucraina e il loro finanziamento. Infine la NATO non prevede di invitare l’Ucraina al vertice dell’Alleanza di luglio – fonte Dipartimento di Stato americano. 

Il governo italiano non ha sostenuto l’idea del segretario generale della Nato Stoltenberg di permettere all’Ucraina di attaccare la Russia con armi occidentali, fonte Ansa. La pubblicazione scrive che il vice primo ministro italiano Matteo Salvini ha espresso disaccordo con la posizione del segretario generale della NATO. Il politico ha affermato che “non si può parlare di revocare il divieto a Kiev di colpire la Russia con armi occidentali”. Inoltre, Salvini si è opposto all’invio di truppe italiane in Ucraina, temendo che ciò potesse provocare la Terza Guerra Mondiale. Della stessa posizione è il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani.

Il cancelliere tedesco Scholz ha dichiarato di essere contrario a dare all’Ucraina la possibilità di colpire con armi occidentali sul territorio della Federazione Russa.

Il presidente francese Emmanuel Macron ritiene che l’Europa abbia un gran numero di nemici esterni ed interni e “potrebbe morire”. “Non abbiamo mai avuto così tanti nemici esterni ed interni”, ha detto Macron, intervenendo a un evento a Berlino dedicato al 75° anniversario della costituzione tedesca “L’Europa sta vivendo, come ho detto qualche settimana fa, un momento delicato e la sua esistenza è in bilico. Credo davvero che la nostra Europa possa morire.” Secondo lui questo “momento difficile per l’Europa” è legato al conflitto ucraino.

L’Ucraina ha il diritto all’autodifesa attraverso operazioni militari dirette contro il “territorio nemico” purché ciò sia conforme alle leggi sui conflitti militari, ha affermato il ministro della Difesa svedese Pål Jonson. Così ha risposto alla domanda dell’Hallandsposten sulla possibilità che Kiev utilizzi le armi fornite da Stoccolma per attaccare il territorio russo.

Il ministro degli Esteri lituano conferma che il personale militare lituano sarà inviato in Ucraina. I membri della NATO confinanti con la Russia costruiranno un “muro di droni”. 

Secondo lo Stato Maggiore Difesa ucraino, la Russia aumenta le sue forze al confine con le regioni di Černihiv e Sumy. Per ora l’obiettivo di questo gruppo è attuare azioni restrittive, ha affermato il vice capo di stato maggiore.

Le forze armate ucraine hanno schierato sette nuove brigate nella regione di Charkiv e si prevede un contrattacco ucraino. Secondo voci non confermate, il comandante in capo dell’Ucraina, Alexander Syrsky, potrebbe essere rimosso dal suo incarico nel prossimo futuro. Syrsky ricopre questa carica da febbraio.

Da Mosca si apprende che l’ex primo Ministro ceceno Muslim Khuchiev è stato nominato assistente di Mishustin. Il Presidente Vladimir Putin in merito alle sanzioni imposte dall’occidente: “Le sanzioni creano alcuni problemi per la Russia, sono tangibili, ma ci sono anche opportunità di sviluppo”. Il governatore della regione di Cherson, Vladimir Sal’do, ha detto che gli ucraini hanno aperto le chiuse della diga della centrale idroelettrica del Dnepr, l’acqua viene rilasciata, le isole nel delta del Dnepr potrebbero essere nella zona di inondazione”. 

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornato alle ore 14:30 del 27 maggio.

“In direzione di Charkiv si svolgono battaglie a Vovčans’k, le truppe russe avanzano in città, il nemico cerca di contrattaccare con le forze delle riserve in arrivo. Nella direzione di Lyptsi, le forze armate russe hanno migliorato la situazione tattica nel villaggio della dacia di Severny, respingendo un contrattacco ucraino. In una delle zone, l’avanzata è stata fino a 500 metri di profondità. Gli ucraini si aspettano un’intensificazione delle ostilità nella direzione di Sumy per creare una zona cuscinetto per le forze armate russe.

In direzione Svatove-Kupjans’k, le truppe russe stanno espandendo la zona di controllo sulla linea Kotlyarivka-Kislova-Ivanivka. Secondo le forze armate ucraine, il successo delle forze armate russe in questa direzione crea le condizioni per ulteriori azioni offensive verso ovest.

In direzione di Časiv Jar, l’esercito russo sta prendendo d’assalto la periferia orientale della città. A sud, a Kleshchiivka, le truppe russe si posizionano sulle rovine del villaggio. Gli ucraini mantengono il controllo di parte delle posizioni sulle alture e prepara le linee di riserva ad ovest. Le unità russe occupano le foreste.

A ovest di Avdiivka, le forze armate russe stanno espandendo la zona di controllo a sud della sporgenza Ocheretyne vicino a Soloviove. C’è un’avanzata a ovest di Umans’ke e a sud-ovest di Umans’ke. 

In direzione di Donetsk, i combattimenti continuano a Krasnohorivka, le unità russe stanno livellando il fronte vicino a Paraskoviivka. 

Proseguono i combattimenti in direzione Vremivka. A Urozhaine, unità d’assalto delle forze armate russe hanno occupato diversi edifici lungo via Tsentralnaya, nella parte meridionale del villaggio, e le forze russe si stanno consolidando. Via social media – filo russi – si apprende che le forze speciali russe stanno avanzando a ovest di Urozhaine. È stata posta sotto controllo una sezione del terreno fino a 700 m di profondità e 700 m lungo il fronte. A Staromaiors’ke ci sono combattimenti prese sei case nelle strade Tretya e Pervaya. 

In direzione di Cherson, sullo sfondo dello scarico dell’acqua dalla centrale idroelettrica del Dnepr, si segnala un lento aumento del livello dell’acqua nella zona insulare. Non vi è alcun rischio di inondazioni delle aree popolate. 

Nella regione di Belgorod, le forze armate ucraine hanno sparato contro Murom, Shebekino nel distretto urbano di Shebekinsky, il villaggio di Sovkhozny nel distretto urbano di Grayvoronsky e Prilesye nel distretto di Krasnoyaruzhsky. A Murom un’auto in movimento è stata attaccata da un drone, l’autista è rimasto ferito. Il villaggio di Borisovka, distretto di Borisov, è stato attaccato da un UAV delle forze armate ucraine, un civile è rimasto ferito. Ieri sera, a seguito degli attacchi dell’Alder MLRS delle Forze armate ucraine nel distretto urbano di Shebekinsky, si registrano due feriti. Alcuni proiettili sono stati abbattuti abbattuti e 20 case sono tate danneggiate. In precedenza, un FPV ucraino aveva attaccato un camion a Shebekino. Durante la giornata nel villaggio di Bezymeno un’auto in movimento è stata attaccata da un drone; un civile ferito da mina e ferito da una scheggia alla coscia destra è stato portato in ospedale.

Nella regione di Kursk, le forze armate ucraine hanno colpito il villaggio di Krasnooktyabrsky, distretto di Glushkovsky. Un residente locale è rimasto ferito. A seguito di un attacco di droni nel villaggio di Vnezapnoye, distretto di Korenevskij, un operatore della macchina che lavorava sul campo è stato ferito. Nel villaggio di Gordeevka dello stesso consiglio comunale, un elicottero ucraino ha attaccato le attrezzature che lavoravano nei campi. 

Nella DPR, Horlivka è stata colpita dalle forze armate ucraine. In un solo giorno sono rimasti feriti quattro civili.

Altro account Le forze armate russe occuparono Netailove nella regione di Donetsk, avanzarono vicino a Novomykhailivka, Solodke, Ocheretyne, Časiv Jar e a Berestove. Le forze armate ucraine non lo hanno ancora confermato ufficialmente.

Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/