#UKRAINERUSSIAWAR. Le battaglie di primavera viste dal fronte

144

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky nei giorni scorsi ha parlato di una nuova offensiva, ma non ha spiegato né quando né come, affermando che è una questione di sicurezza. Il 29 febbraio il portavoce del Gruppo delle Forze dell’Est, Ilya Yevlash, ha spiegato che il clima primaverile può cambiare la situazione al fronte, rallentando il movimento dei mezzi pesanti.

“Questa volta possiamo vincere e sfruttare a nostro vantaggio, poiché sarà molto difficile per il nemico condurre azioni offensive con l’uso di attrezzature pesanti, carri armati, veicoli corazzati da combattimento, ecc. per un certo periodo di tempo”, ha affermato il portavoce. 

Yevlash ha aggiunto che le truppe ucraine possono sfruttare questo tempo per ristrutturare le loro fortificazioni, dato che le Forze di Difesa sono attualmente impegnate in una difesa strategica.

Dal lato russo fanno sapere che “i militari russi continuiamo l’addestramento per equipaggiare il secondo plotone della fanteria d’assalto russa. L’obiettivo è equipaggiare 3 plotoni d’assalto portandoli al livello delle migliori forze speciali delle forze armate russe”.

E ancora spiegano dalla social sfera filorussa che verranno acquistati “set individuali di protezioni per armature (…) SUV, che sono già in preparazione per la spedizione (vengono cambiati gli oli, vengono “cambiate” le scarpe con gomme da fango, vengono verniciate e vengono eliminati piccoli difetti tecnici del telaio) (…) e il sistema di guerra elettronica indossabile per combattere i droni FPV nemici”.

Per le truppe d’assalto provenienti dalla Siberia vengono acquistati sistemi di guerra elettronica indossabili per combattere i droni FPV nemici, kit di protezione per armature personali, quadricotteri, sistemi di alimentazione a nastro ininterrotto Scorpion e veicoli.

Non solo, sulla social sfera russa è stato postato prima un video dell’azienda Kurganmashzavod ora sotto sanzioni che produceva mezzi militari e poi le foto della spedizione del secondo lotto di veicoli da combattimento di fanteria BMP-3 al Ministero della Difesa russo come parte dell’ordine di difesa dello Stato.

Come per la prima spedizione dell’anno, avvenuta a gennaio, anche a febbraio lo stesso impianto ha consegnato all’esercito una volta e mezza in più di attrezzature rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. 

L’azienda continua ad aumentare i volumi di produzione in conformità con le esigenze dell’esercito russo. L’equipaggiamento standard di ciascun BMP-3 include una serie di protezioni aggiuntive: schermi corazzati e griglie.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/