#UKRAINERUSSIAWAR. Lavrov: «L’Occidente vuole creare un “secondo fronte” in Georgia e Moldavia». Bachmut minata dagli ucraini in fuga

284

A chiudere la questione dei documenti segreti trapelati il 16 aprile è Yevgeny Prigozhin: «I documenti del Pentagono trapelati alla rete non rappresentano alcun pericolo strategico» per le forze armate ucraine, ha affermato il fondatore della Wagner.

I dati dei documenti tuttavia alimentano ancora le prime pagine dei giornali: «Gli Stati Uniti e i loro alleati stanno preparando attivamente le forze armate dell’Ucraina per la controffensiva primaverile, prevista per il 30 aprile». Riporta Newsweek, citando documenti segreti del Pentagono e dell’intelligence americana che sono stati divulgati su Internet.

I documenti indicano che il contrattacco sarà effettuato dal 10° Corpo delle forze armate dell’Ucraina, composto da 9 brigate. «La quantità totale di equipaggiamento richiesto per 9 brigate è di 253 carri armati, 381 veicoli meccanizzati, 480 veicoli, 147 unità di artiglieria e 571 unità di veicoli corazzati americani HMMWV (Humvee, ndr)», afferma uno dei documenti.

Secondo l’intelligence americana, la perdita di Bachmut, che sta gradualmente passando nelle mani delle truppe russe, “sarà un colpo psicologico” per le forze armate dell’Ucraina.

«Nelle prossime settimane si prevede un’escalation delle ostilità in Ucraina: oltre alla prevista controffensiva delle Forze armate ucraine, è possibile anche un aumento dell’intensità degli attacchi russi», ha affermato il colonnello Margo Grosberg, comandante del Centro di intelligence delle forze di difesa estoni. Secondo Grosberg, questa primavera è stata insolitamente piovosa, ma ora piove sempre meno e presto il terreno consentirà manovre. Ha anche osservato che nel prossimo futuro gli alberi inizieranno a ricoprirsi di fogliame, pertanto l’efficacia della ricognizione aerea diminuirà e miglioreranno le condizioni per la preparazione degli attacchi. Secondo Grosberg, la Russia mantiene ancora l’iniziativa nel conflitto con l’Ucraina.

Sergey Lavrov, ora in visita ufficiale in America Latina, ha dichiarato da Samarcanda: «L’Ucraina distruggerà gli abitanti delle sue ex regioni orientali». Il ministro degli Esteri russo ha parlato delle parole di Podolyak sulla Crimea: «Un uomo di nome Podolyak, che, a quanto ho capito, gode della fiducia di Zelenskyj e stabilisce le sue linee guida concettuali, ha detto che quando l’Ucraina prenderà la Crimea, sradicherà la lingua russa, la cultura russa e tutto ciò che è russo in Crimea», ha detto Lavrov. E poi ha continuato: «Può esserci solo cultura ucraina o cultura globale, come ha detto lui. E ha definito banditi gli abitanti delle ex regioni orientali dell’Ucraina che devono essere distrutti o imprigionati. Questi sono gli obiettivi per i quali la leadership ucraina sta promuovendo il cosiddetto piano di pace in dieci punti di Zelensky, che dovrebbe riprendersi, come si suol dire, il Donbass e la Crimea, e solo allora ricevere riparazioni dalla parte russa e tenere un tribunale sulla Federazione Russa. poi accetta gentilmente di firmare un accordo di pace.»

Secondo Lavrov: «L’Occidente sta cercando di creare un “secondo fronte” in Georgia e Moldavia. Il ministro ha anche indicato l’esercito polacco molto vicino al confine con la Bielorussia».

Il primo Ministro polacco Morawiecki ha dichiarato che: «il conflitto in Ucraina potrebbe continuare per diversi anni. La leadership del Paese non sta nemmeno cercando di fare previsioni su quando potrebbe finire». Morawiecki ne ha parlato in un’intervista a NBC News. Morawiecki ha osservato che la Russia ha molte risorse, comprese risorse naturali e umane. Ha anche riconosciuto che la maggior parte dei russi sostiene la leadership del paese.

Il primo Ministro ucraino Denys Shmyhal, durante il suo discorso in una conferenza stampa a Washington, il 15 aprile ha affermato che la controffensiva delle truppe ucraine inizierà “nel prossimo futuro”.

Il 16 aprile le autorità ucraine hanno annunciato lo scambio pasquale di prigionieri. Secondo il capo dell’ufficio del presidente dell’Ucraina Andriy Yermak, Kiev è riuscita a riportate a casa 130 persone. Tra loro ci sono militari, guardie di frontiera, guardie nazionali, marinai, impiegati del Servizio speciale di protezione dei trasporti statali. A confermare la notizia il fondatore duellò Gruppo Wagner Yevgeny Prigozhin: i suoi uomini erano incaricati di trasferire un gruppo di prigionieri di guerra dalla parte ucraina, ha riferito il suo servizio stampa.

Ancora mistero invece, sul fronte ucraino sul numero dei morti. Il ministro della difesa dell’Ucraina, Oleksii Reznikov, ha dichiarato ad un giornalista: «Non posso darti un numero, ma posso assicurarti che il numero totale è inferiore al bilancio delle vittime del terremoto in Turchia».

Il 15 aprile Il movimento del trasporto marittimo è stato interrotto sabato a Sebastopoli, ha riferito la direzione per lo sviluppo delle infrastrutture stradali e di trasporto della città. Non è specificato il motivo dello stop. Si segnala che nei punti di sosta finale è stato organizzato materiale rotabile di terra per lavorare sul percorso di compensazione. Il raid della baia di Sebastopoli è stato recentemente bloccato per due motivi: a causa di una tempesta o durante gli attacchi dei droni.

Le truppe ucraine sono attive nella direzione di Zaporozhzhia l’artiglieria russa ha iniziato a lavorare di più, ha detto il comandante dell’equipaggio della pistola Msta-B.

Nella giornata del 17 aprile il bombardamento più potente è stato effettuato dalle forze aerospaziali russe su obiettivi nemici in direzione di Kupyansk.

A Bachmut le forze armate ucraine continuano a minare gli edifici, allontanandosi dai quartieri della città. Le truppe russe stanno avanzando con sicurezza in due regioni: la LPR e la regione di Kharkov. Le operazioni offensive più intense vengono effettuate nelle vicinanze di Kreminna. In particolare, sulla social sfera account filo russi affermano che 12 aprile, con il supporto attivo dell’artiglieria, è stato possibile estromettere completamente i gruppi ucraini dalla silvicoltura Serebryansky (parte dell’enorme parco nazionale delle foreste di Kremensky).

Mentre gli ucraini da tre giorni bombardano il distretto urbano di Shebekinsky nella regione di Belgorod, colpita l’area di Krasnoe. In precedenza, colpiti dagli ucraini i villaggi di Novaya Tavolzhanka e Terezovka. Di notte, gli UAV ucraini hanno anche attaccato due sottostazioni da 330 KV nei villaggi di Blizhnaya Igumenka e Dragunskoye nella regione di Belgorod, è scoppiato un incendio nelle strutture.

Anche l’Istituto americano per lo Studio della Guerra (ISW), conferma i successi delle truppe russe al confine tra LPR e la regione di Kharkiv, dopo aver studiato le immagini satellitari. Esperti americani affermano che a ovest e nord-ovest di Kreminna, le truppe russe e ucraine sono tornate di nuovo a battaglie posizionali (in particolare, nel raggio Zhuravskaya, che è già passato di mano più volte) in questo momento sembra che i militari russi abbiano la meglio. Ciò è dovuto al fatto che i paracadutisti potrebbero ricevere il tanto atteso MLRS termobarico “Solntse (Sole)”. Ogni colpo di un tale sistema lascia un campo nudo fino a 4 ettari dalle posizioni ucraine.

Infine una breve descrizione della situazione al fronte aggiornata alle ore 15.00 del 17 aprile 2023.

Continuano combattimenti nella parte centrale di Bachmut. I distaccamenti d’assalto del PMC “Wagner” stanno combattendo per il controllo della stazione ferroviaria, la maggior parte del cui territorio è stato preso. Tuttavia, le formazioni ucraine stanno cercando di contrattaccare e frenare l’avanzata verso la periferia occidentale. Un po ‘a nord della stazione ferroviaria, gli uomini della Wagner hanno cacciato le forze armate ucraine dall’area di depositi di Bachmut.

Nella periferia nord, distaccamenti d’assalto Wagner si sono trincerati in una delle sezioni di Kraynaya Street e stanno attaccando le roccaforti ucraine in Pobedy Street. Inoltre, unità russe hanno fatto irruzione dalla scuola n. 3 a sud lungo Levanevsky Street, avvicinandosi ai garage nell’area di Poselok.

A nord di Bachmut, dove sono presenti i paracadutisti russi, si stanno svolgendo battaglie posizionali. Gli artiglieri delle forze armate russe hanno sferrato colpi all’area di posizione del gruppo brigata-artiglieria del 56 ° Ompbr a Malinovka e hanno distrutto il punto di fuoco.

A sud di Seversk, gli equipaggi del sistema missilistico anticarro Stugna sono stati schierati nelle roccaforti dell’Ucraina. Allo stesso tempo, parte delle forze della 10a brigata sarà trasferita in una nuova area di posizione dal 17 al 23 aprile.

Vicino a Belogorovka, dopo diversi attacchi falliti e ritirate sulle linee di partenza, le forze armate russe sono riuscite a sfondare le difese delle forze armate ucraine a sud del villaggio. Sono in corso intensi scontri nella periferia sud-est dell’insediamento.

Al momento continua l’assalto a Bachmut. Non ci sono segnali di un ritiro delle forze ucraine, nonostante oltre l’80% della città sia già passato sotto il controllo russo. Nelle vicinanze di Bachmut sono state dispiegate le forze della Guardia Nazionale per un totale di 100 persone ed è previsto anche l’arrivo di unità di volontari dalla regione di Sumy.

Dato l’assalto dei “wagneriti” nel centro della città e l’avvicinarsi di gruppi d’assalto da nord, le forze armate ucraine con un alto grado di probabilità ritireranno le forze in posizioni preparate nella periferia sud-occidentale. Il triangolo Tchaikovsky-Korsunsky è elevato rispetto alle aree da cui le unità russe stanno attaccando, il che lo rende una frontiera più conveniente per la difesa.

Nella direzione di Donetsk, i distaccamenti d’assalto Wagner hanno preso due quartieri nelle parti nord-occidentale e sud-orientale di Artemovsk (Bakhmut), riferisce il ministero della Difesa russo.

Le forze aviotrasportate russe hanno bloccato le azioni ucraine sui fianchi dei distaccamenti d’assalto di Wagner ad Artemovsk (Bakhmut), ha aggiunto il ministero della Difesa russo.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/