#UKRAINERUSSIAWAR. La logistica USA è in affanno

224

Mentre gli Stati Uniti si affrettano a inviare truppe in Europa, il personale logistico ha problemi a rifornirle di armi.

I logistici statunitensi hanno battuto il tempo per fornire l’equipaggiamento per un dispiegamento rapido, ma i soldati hanno segnalato problemi di manutenzione con i veicoli e la mancanza di equipaggiamento.

Mentre le truppe russe entravano in Ucraina nel febbraio 2022, le squadre logistiche statunitensi in Germania si affannavano a fare qualcosa di mai visto prima: prelevare dai depositi preposizionati armi, veicoli e altre forniture sufficienti per equipaggiare un’intera squadra da combattimento dell’Esercito che stava per essere trasferita di corsa dalla sua base negli Stati Uniti all’Europa. L’operazione è stata più veloce di quanto si potesse pensare, ma con degli intoppi che possono servire da lezione per i futuri dispiegamenti, come ha scoperto l’ispettorato generale del dipartimento della Difesa, riporta DefenseOne.

Secondo un rapporto del 27 febbraio dell’Ispettorato, più del 10% del materiale fornito in Germania al 1st Armored Brigade Combat Team, o Abct, non era del tutto pronto per l’uso, costringendo a costose cannibalizzazioni e a mucchi di scartoffie per giustificarli.

Tuttavia, la 405a Brigata di supporto dell’Esercito ha consegnato l’equipaggiamento in appena la metà del tempo previsto, ricevendo il plauso del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il generale James McConville. Il Sustainment Command dello Us Army, compreso il 405°, ha portato l’esercito a “un incredibile livello di prontezza”, ha dichiarato l’8 marzo 2022.

Il problema del rifornimento delle forze statunitensi in Europa ha acquisito importanza dopo l’invasione russa. Gli Stati Uniti posizionano le attrezzature militari in Europa in modo che le truppe provenienti dagli Stati Uniti non debbano perdere tempo a trasferire il materiale. Il programma è particolarmente utile per le unità con equipaggiamento pesante. L’equipaggiamento del 1° Abct comprende veicoli pesanti com l’M1 Abrams, i veicoli da combattimento Bradley, l’artiglieria semovente Paladin e veicoli di supporto come il veicolo di recupero M88, utilizzato per trainare i carri armati danneggiati fuori dal campo di battaglia.

Le scorte preposizionate sono “essenziali” per la difesa dell’Europa in un contesto di riduzione delle truppe statunitensi in Europa dalla fine della Guerra Fredda. I livelli di truppe in Germania, il fulcro delle forze statunitensi in Europa, sono diminuiti da oltre 248.000 nel 1989 a meno di 36.000 nel 2021.

La 405ª Brigata ha iniziato a comunicare con la 1ª Abct a metà dicembre 2022 per coordinare i trasferimenti di equipaggiamento dai depositi di Mannheim e Dulmen.

Le unità logistiche non avevano mai fornito equipaggiamento a un’intera brigata da combattimento. Il 405° ha stimato che avrebbe avuto bisogno di 75 giorni, ma è riuscito a consegnare l’equipaggiamento 39 giorni prima del previsto.

Secondo il rapporto dell’Ispettorato, l’unità ha utilizzato tutto il possibile per spostare l’equipaggiamento, compresi camion commerciali, linee ferroviarie tedesche, trasportatori di attrezzature pesanti dell’esercito americano e camion militari tedeschi.

Ciò che le unità hanno ricevuto, però, non è sempre stato all’altezza. Secondo il rapporto dell’Ispettorato generale, che cita la manutenzione dei veicoli come un problema chiave, l’equipaggiamento fornito aveva tassi di prontezza operativa inferiori al 90%.

Alcune attrezzature erano funzionanti ma mancavano di componenti importanti. Più del 60% dei veicoli di recupero M88 mancavano di attrezzature secondarie, il che ha costretto il 1Abct a cannibalizzare “diversi altri veicoli M88 per creare M88 funzionanti”, si legge nel rapporto.

Sono sorti anche altri problemi. Gran parte dell’equipaggiamento non era pronto per il combattimento. Per rendere l’equipaggiamento pronto per il combattimento è necessario sostituire il carburante del veicolo, installare le batterie ed effettuare riparazioni rapide. I veicoli sono stati rilasciati senza le certificazioni per i carichi pericolosi, come richiesto per le strade europee, portando il 1° Abct a certificare i veicoli al costo di 5,8 milioni di dollari.

Almeno una parte del problema, secondo il rapporto, era dovuta al fatto che i requisiti di stoccaggio dei veicoli stabiliti dal U.S. Army Sustainment Command prevedevano tempi di ispezione generici, piuttosto che i tempi di ispezione più rigorosi basati sul manuale tecnico di ciascun pezzo dell’equipaggiamento.

Anche questi standard meno rigorosi erano fisicamente impossibili da rispettare per il 405°. Secondo gli standard, i veicoli dovevano essere regolarmente esercitati su piste speciali ma nessuno dei due centri di rifornimento le aveva.

La mancanza di dati nel rapporto dell’Ispettorato generale rende impossibile valutare esattamente come le cose siano andate male.

Le grandi esercitazioni in Europa, come Defender-Europe, non avrebbero evidenziato alcun problema, distinguendo tra la pianificazione delle esercitazioni, che dura molti mesi, e il rapido dispiegamento.

Il risultato non è stato “troppo negativo”, ha detto il Center for Strategic and International Studies, sottolineando la velocità con cui sono state rilasciate le attrezzature. Mantenere questo tipo di equipaggiamento ad un livello elevato di prontezza è costoso, e l’Europa probabilmente è passata in secondo piano come priorità tra le guerre in Iraq e Afghanistan.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/