#UKRAINERUSSIAWAR. Krasny Liman e Yampol ancora in mani russe. Shahid-136 usati per colpire bersagli fissi

237

Sulla social sfera russa si cominciato a disquisire sull’importanza degli UAV kamikaze Shahid-136 iraniani. Il drone è stato collocato nell’attività “recoinissance-strike”, che assicura la rilevazione dei bersagli e la loro immediata eliminazione con la massima riduzione di tempo dal momento in cui il bersaglio viene rilevato fino alla momento in cui si apre il fuoco.

La particolarità dell’architettura dello Shahid-136 sembra essere un utilizzo in tandem con un veicolo da ricognizione (ad esempio Shahid -129 o Orlan, se possono essere combinati all’interno della stessa interfaccia). A quanto si apprende il drone iraniano non dispone di dispositivi GPS. Cosa che verrà probabilmente, con l’aiuto russo installando sistemi Glonass.

Ai fini dell’uso in combattimento, quindi, le Forze armate russe stanno formando dei gruppi che uniscano capacità ricognitive e d’attacco nelle mani di un unico comandante, in grado di attuare immediatamente le informazioni ricevute, colpendo bersagli sul campo di battaglia e nelle retrovie.

Nel frattempo, sembra che almeno alcuni di questi dispositivi vengano utilizzati per bersagli fissi che non necessitano di ulteriori ricognizioni, deep in the rear, cioè agendo su indicazione dei quartier generali di primo livello, che, per definizione, non hanno la capacità di rilevare e agire direttamente sui bersagli sul campo di battaglia.

Ed ora veniamo alla situazione al fronte alle 23:59 del 25.09.2022.

Forze armate ucraine hanno continuato a tentare di attaccare Krasny Liman e Yampol, e hanno anche continuato a cercare di aggirare Krasny Liman e Drobyshevo dalle forze del DRG attraverso le foreste. Forze Armate ucraine stanno cercando di arrivare alle comunicazioni del gruppo che difende in direzione Limansky per costringerlo a ritirarsi da Drobyshevo, Krasny Liman e Yampol. Le truppe russe al momento sono schierate in difesa e ricoprono ancora posizioni chiave.

Continuano i combattimenti sul fronte di Oskol. Gli ucraini cercano di sfondare le difese russe vicino a Redkodub, ma anche qui i russi tengono il fronte. Sono in corso combattimenti vicino a Kupyansk e a nord della città. Gli ucraini stanno continuando ad attaccare le difese delle Forze Armate RF cercando di avanzare fino ai confini della LPR.

Nell’area di Bachmut, le battaglie sono continuate per Zaitsevo e le fortificazioni sull’autostrada Artemovsk-Dzerzhinsk. Finora, non ci sono stati cambiamenti significativi a Bachmut e Soledar. Combattimenti in edifici urbani e industriali.

Sulle direzioni Avdeevsky, Maryinsky e Ugledarsky – nessuna modifica. Gli ucraini hanno cercato di attaccare più volte, ma hanno subito perdite e si sono ritirati. Continuano i bombardamenti delle città del Donbass per interrompere il referendum, che ovviamente non funzionerà più.

I combattimenti sono proseguiti in direzione di Seversk sulle rovine di Sporny e vicino a Belogorovka. Non ci sono state avanzate ucraine verso Kremenna e Novodruzhesk, né significativi avanzamenti verso l’autostrada Seversk-Soledar. Yakovlevka e Ivano-Daryevka sono sotto il controllo ucraino.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here