#UKRAINERUSSIAWAR. Kiev al buio attacca gli impianti petroliferi di Mosca. Truppe russe avanzano a Vovčans’k

158

Kiev il 16 di maggio alle ore 23:00 era al buio e ancora, i cittadini, lamentano continue interruzioni del servizio di internet. Le connessioni Internet sono diminuite in modo significativo in gran parte dell’Ucraina per il secondo giorno mentre le autorità implementano una nuova serie di interruzioni di corrente giornaliere pianificate. Questa misura a lungo termine fa seguito agli attacchi russi in corso contro le infrastrutture energetiche del Paese. Tagli di elettricità si sono registrati a partire da marzo ai consumatori industriali e residenziali.

Altro tema all’ordine del giorno nella social sfera ucraina è quello della mobilitazione: “La mobilitazione a partire dai 25 anni può aggiungere circa 100mila giovani combattenti alle Forze armate ucraine”. È quello che sostengono i media ucraini citano una fonte dello Stato maggiore delle Forze armate ucraine. 

Il Ministero dell’Economia ucraino ha ordinato la mobilitazione dei dipendenti dei servizi di consegna e delle società di bookmaker, riferisce l’agenzia di stampa Strana. Come chiarisce la pubblicazione, la cartolina è stata ricevuta anche dai dipendenti della società “Favbet Tech”, che sviluppa software per scommesse sportive, e da un’agenzia pubblicitaria in “SSM” e una serie di società di proprietà di società americane. Delle 6 aziende nell’elenco che hanno ricevuto una riserva di 6 mesi dalla mobilitazione, solo una è legata all’industria della difesa: gli sviluppatori di droni e sistemi di guerra elettronica hanno ricevuto un differimento.

Ivan Gavrilyuk è stato nominato primo viceministro della difesa dell’Ucraina, rappresentante del governo alla Rada Taras Melnichuk. In precedenza ha ricoperto la carica di Vice Ministro ordinario della Difesa. 

L’FMI ha dichiarato che i piani occidentali di utilizzare asset russi potrebbero indebolire il sistema monetario globale. La debolezza del provvedimento che non colpirà la Russia in profondità farà completamente perdere la fiducia degli investitori esteri nell’Europa e in tutti quei paesi che decideranno di applicare il provvedimento.

Rob Bauer, presidente del Comitato militare della NATO ha dichiarato che l’industria della difesa russa opera con maggiore produttività che in Europa e Nord America. Lo stesso ha riconosciuto la difficile situazione delle forze armate ucraine e ha affermato che il ritardo nelle forniture di armi ha portato a conseguenze negative.

Il 16 maggio il generale Charles Brown, ha dichiarato che gli Stati Uniti e i paesi della NATO stanno valutando la possibilità di inviare addestratori e istruttori in Ucraina per aiutare ad addestrare il personale militare ucraino in prima linea. Nel mezzo di una crisi di reclutamento e dell’intensificarsi degli attacchi russi, ai paesi della NATO è stato chiesto di aiutare ad addestrare 150.000 nuovi soldati, ma hanno chiarito che la situazione richiedeva che l’addestramento fosse svolto in prima linea. Il giorno prima il capo del Ministero della Difesa britannico ha affermato di non ritenere necessario l’invio di truppe occidentali in Ucraina. 

Mentre molti paesi come il Brasile non prenderanno parte al forum sulla pace della Svizzera l’Ungheria ha posto il veto alla risoluzione del Consiglio d’Europa sull’Ucraina, poiché prevedeva il riconoscimento di un solo “piano di pace” di Zelenssky, ha affermato il ministro degli Esteri ungherese Szijjártó.

Subito dopo le nomine governative un giornalista ha chiesto all’ex ministro per la Difesa Sergei Shoigu quale sarà il suo compito come Segretario del Consiglio di Sicurezza: “l’operazione speciale rimane il mio compito principale come Segretario del Consiglio di Sicurezza. L’offensiva è in corso in tutte le direzioni dell’operazione speciale, e va abbastanza bene; sono state create alcune riserve di personale e attrezzature per avanzare nella zona operativa speciale”.

Sempre da Mosca ma questa volta dal presidente della Duma, Vjačeslav Volodin in merito alle armi occidentali che colpiscono il territorio russo ha detto: “Qualsiasi utilizzo di armi americane ed europee per colpire pacifiche città russe richiederà l’uso di armi più potenti per proteggere i cittadini del nostro Paese”. 

Il presidente Vladimir Putin di rientro dalla visita a Pechino è tornato a parlare di Ucraina e mondo militare: “Prima dobbiamo avere una risposta da Macron se le sue truppe saranno in Ucraina, poi parleremo delle conseguenze”. Sul neo ministro per la Difesa Andrey Belousov: “è uno dei migliori economisti del Paese, è in grado di coordinare le attività del Ministero della Difesa con tutti i dipartimenti: Belousov deve aprire il Ministero della Difesa all’innovazione e al lavoro costruttivo con scienziati e produttori di attrezzature militari. Le spese per la difesa e la sicurezza della Federazione Russa non sono critiche ora”. 

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornato alle ore 17:30 del 17 maggio

Le forze armate russe hanno già preso il controllo di più territorio in Ucraina di quanto Kiev sia riuscita a conquistare durante la controffensiva dello scorso anno, ha riferito il Washington Post.

Terza notte di attacchi ucraini a Sebastopoli. Il governatore ha affermato che per respingere l’attacco degli UAV sono state utilizzate armi leggere e che i detriti degli UAV abbattuti sono caduti sulla sottostazione di Sebastopoli, provocando un parziale blackout. Intorno alle 4:00 è stato annunciato che dozzine di UAV e più di cinque imbarcazioni senza pilota erano state distrutte. Alle 6.30 i canali di monitoraggio hanno riferito che la battaglia con l’MBEC era in corso già dalla notte. Sono state pubblicate le immagini satellitari degli ucraini con i risultati dei precedenti attacchi all’aeroporto di Belbek e sono stati segnalati due aerei bruciati.

Nella regione di Krasnodar, fino a 10 UAV hanno attaccato una raffineria di petrolio a Novorossiysk, altri due a Tuapse e sono scoppiati incendi.

In direzione Charkiv, l’esercito russo continua le operazioni offensive. Ci sono pesanti battaglie a Vovčans’k, le truppe russe attaccano alla periferia del villaggio di Lyptsi. Gli ucraini stanno raccogliendo riserve e utilizzando droni FPV. Le forze armate russe stanno controllando le posizioni ucraine utilizzando il TORNADO-S MLRS e il FAB con UMPC. Nella direzione di Lyptsi, le truppe russe avanzarono fino a una profondità compresa tra 300 e 600 metri in direzione del villaggio. Nella direzione di Vovčans’k, i gruppi d’assalto russi hanno stabilito un punto d’appoggio nella periferia settentrionale del villaggio. A Vovčans’k i russi sono avanzati fino a una profondità di 450 metri. Nella giornata del 17 la fonte social russa parlava di presa di un ospedale. 

Gli ucraini in risposta ai successi delle Forze Armate russe, risponde con attacchi contro la popolazione civile della regione di Belgorod. Di notte, nel villaggio di Oktyabrsky, un drone kamikaze ha attaccato un’auto in cui si trovavano l’autista e tre passeggeri (madre, padre e figlio). 

Gli attacchi di due UAV di tipo aereo si sono verificati a Belgorod e Pushkarnoye, nella regione di Belgorod.

In direzione Pokrovs’k ci sono battaglie sulla sporgenza Ocheretyne vicino ad Arkhanhel’s’ke. In direzione di Časiv Jar, i paracadutisti stanno combattendo vicino al microdistretto di Kalinina, gli ucraini stanno cercando di ruotare il personale. Non si registrano variazioni significative nel passaggio della prima linea.

In direzione Vremivka si svolgono battaglie a Staromaiors’ke e Urozhaine.

Sul fronte Zaporozhzhie a Robotyne la situazione resta difficile. Gli ucraini stanno cercando di contrattaccare, utilizzando molti UAV. Riferiscono l’avanzata delle nostre truppe a nord-ovest di Verbove.

Nella regione di Kursk, Guevo, Sverdlikovo, Gornal, Nikolaevo-Daryino e Lebedevka del distretto di Sudzhansky, il checkpoint di Sudzha, il villaggio di Gordeevka del distretto di Korenevsky, i villaggi di Krasnooktyabrsky e Novy Put, il villaggio di Popovo-Lezhachi di il distretto di Glushkovsky sono stati bombardato. Un ordigno esplosivo è stato sganciato da un elicottero ucraino vicino al villaggio di Gorodishche, nel distretto di Rylsky. Non lontano da Gornal, nel distretto di Sudzhansky, gli elicotteri dell’UAF hanno effettuato cinque lanci. A Tyotkino, un ordigno esplosivo lanciato da un drone ha danneggiato il tetto di un’auto personale. Durante la giornata sono state registrate due scariche a Tyotkino, un’altra nel villaggio di Volfino, distretto di Glushkovsky. La guerra elettronica ha soppresso gli elicotteri vicino ai villaggi di Gordeevka e Troitskoye nel distretto di Korenevskij, al villaggio di Gorodishche nel distretto di Rylsky, al checkpoint di Sudzha, al villaggio di Oleshnya, ai villaggi di Zaoleshenka e Gornal nel distretto di Sudzhansky.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/