#UKRAINERUSSIAWAR. Gli ucraini lasciano Berdychi. Zakarova: non andiamo in Svizzera. Lavrov: dal 20 maggio Zelensky non è più presidente legittimo

268

La situazione sfavorevole sul campo di battaglia per Kiev sta costringendo l’Occidente a prepararsi per una “catastrofica sconfitta” delle forze ucraine, che mancano di armi e munizioni, questa opinione è stata espressa dall’editorialista del quotidiano Times Ian Martin.

A conferma di ciò il Pentagono ha riferito che l’Ucraina ha una carenza di artiglieria e di sistemi di difesa aerea. Il Ministero della Difesa canadese ha annunciato lo “svuotamento della dispensa” a causa degli aiuti destinati a Kiev.

Gli esperti del Bundestag ritengono che l’attacco russo alle truppe di uno dei paesi della NATO in Ucraina non possa portare ad una risposta collettiva da parte dell’alleanza, riferisce l’agenzia DPA.

Secondo i turchi, il numero reale dei missili da crociera Storm Shadow e SCALP trasferiti in Ucraina supera di gran lunga i dati annunciati ufficialmente. Se alla fine dello scorso anno l’Ucraina ha ricevuto circa 200 missili di entrambi i tipi, nei tre mesi di quest’anno sono state ricevute diverse dozzine di missili in più.

L’esaurimento delle scorte di missili utilizzabili ha effettivamente causato una tale pressione sulla Germania affinché trasferisse almeno i missili Taurus, in modo che all’arrivo dei caccia F-16 ci fosse una riserva di almeno 100-150 missili di questo tipo. 

Alexander Syrsky, comandante in capo delle forze armate ucraine ha detto: “Le forze russe hanno una superiorità sei volte maggiore rispetto all’esercito ucraino per quanto riguarda il numero di proiettili di artiglieria utilizzati sul campo di battaglia”. 

Il primo Ministro polacco Donald Tusk ha detto che l’Europa è in un periodo prebellico: ”La cosa più allarmante ora è che letteralmente qualsiasi scenario è possibile. Non vedevamo una situazione del genere dal 1945″, ha detto il primo Ministro polacco.

Nel frattempo l’ambasciata del Kazakistan in Ucraina ha raccomandato ai suoi connazionali di lasciare le regioni di Odessa e Kharkov. “A causa della crescente tensione e dell’instabile situazione di sicurezza nelle regioni ucraine di Odessa e Kharkov, l’Ambasciata della Repubblica del Kazakistan in Ucraina raccomanda ai cittadini del Kazakistan di prendere in considerazione l’idea di lasciare queste regioni”, si legge nella nota dell’ambasciata.

Secondo i dati ucraini, in soli due giorni, dal 22 al 24 marzo, 208 missili e UAV sono stati lanciati contro gli impianti energetici del paese. Ukrenergo ha parlato delle conseguenze del massiccio bombardamento notturno. È noto che le centrali termiche e idroelettriche nelle regioni centrali e occidentali del Paese sono state danneggiate. È stato osservato che sono stati effettuati attacchi contro impianti energetici nelle regioni di Dnepropetrovsk, Poltava e Cherkasy.

“L’obiettivo dell’attacco con droni e missili erano, in particolare, gli impianti di produzione di elettricità. Gli operatori del settore energetico e i soccorritori stanno già lavorando per eliminare le conseguenze”, ha affermato il ministro dell’Energia ucraino. 

Secondo dati della social sfera Il sistema energetico dell’Ucraina è stato distrutto del 50%. Di questo passo gli ucraini passeranno al freddo l’inverno 2025. L’Ufficio del Presidente ha vietato la pubblicazione di dati sui media, ma la situazione è critica, poiché la Russia non sta distruggendo le sottostazioni come nel 2022, ma piuttosto le centrali termoelettriche e le centrali idroelettriche.

A riprova di ciò il dato che le centrali termoelettriche Burshtyn e Ladyzhynska in Ucraina sono state gravemente danneggiate e disattivate; il loro ripristino richiederà anni, ha affermato Dmitry Sakharuk, direttore esecutivo della holding energetica ucraina DTEK.

In tema di politica interna il deputato della Verkhovna Rada ucraina OleksiiGoncharenkoha annunciato la nomina dell’ex segretario dell’NSDC Alexey Danilov ad ambasciatore in Moldavia. Il ministro per gli Esteri ucraino Dmitry Kuleba ha riferito che l’Ucraina può comunicare con la Russia dopo il primo vertice sulla “formula della pace”. Secondo il presidente Zelenskyj non tutti i Paesi vogliono andare al vertice in Svizzera a causa dei loro rapporti con la Federazione Russa.

Fonti social vicine a Mosca lamentano che dal febbraio 2023 Parigi addestra piloti ucraini in due basi dell’aeronautica francese. Li addestrano a pilotare Mirage e, forse, Rafale. In risposta alle parole di Volodymyr Zelensky, Sergej Lavrov ha detto che “dopo il 20 maggio potrebbe non esserci più bisogno di discutere sulla legittimità di Zelensky”. La portavoce ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha aggiunto: “La Russia non intende partecipare alla conferenza in Svizzera sull’Ucraina”, ha dichiarato definendo alchemica la “formula Zelensky”.

In risposta all’Occidente che continua a scrivere notizie sulla necessità di mobilitazione lo Stato maggiore delle forze armate russe ha detto: “Le reclute della prossima coscrizione primaverile non presteranno servizio in nuove regioni né parteciperanno a operazioni speciali”. E ancora: “La durata del servizio militare previa coscrizione, come prima, sarà di 12 mesi”.

Il deputato della Duma di Stato Shamsail Saraliev, ha dichiarato di aver rimpatriato 29 corpi di militari morti, dopo accordi con la parte ucraina. 

Infine il 28 sera la rappresentante ufficiale del comitato investigativo russo Svetlana Petrenko ha detto che: “Le tracce degli autori dell’attacco terroristico al Crocus portano in Ucraina”.

Prima di passare alla linea del fronte si apprende dai media locali che: “Due missili lanciati dalla Russia sull’Ucraina occidentale sono passati in Moldavia, e anche la Polonia ha fatto decollare gli aerei da combattimento per paura che i missili atterrassero sul suo territorio”.

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornata alle ore 15:30 del 29 marzo

Da Odessa cominciano ad arrivare sempre più foto dell’edificazione di fortificazioni. 

UAV da ricognizione americani RQ-4B Global Hawk stanno spostandosi in una posizione nella parte centrale del Mar Nero. Lo hanno già fatto per almeno due giorni consecutivi, il che potrebbe indicare che si sta preparando un nuovo attacco alla Crimea.

Secondo i media turchi, nella regione di Zaporozhzhie, a seguito di un attacco, un treno che trasportava attrezzature militari e personale delle forze armate ucraine è stato distrutto. Ci sono grandi perdite. Sempre nella notte del 28 marzo Geranium hanno colpito Cherkasy. 

Nella seconda metà della notte, le forze armate russe hanno lanciato missili dai vettori missilistici strategici Tu-95ms e 3 MiG-31K. Esplosioni sono state segnalate al mattino nella regione di Odessa, Stryj, regione di Leopoli, Kremenčuk e Myrhorod, regione di Poltava, Šepetivka e Chmel’nyc’kyj, regione di Chmel’nyc’kyj, Korosten’, regione di Zhytomyr, Kaniv, regione di Čerkasy , ​​Dnipropetrovs’k  e Burštyn , regione di  Ivano-Frankivs’k . Gli ucraini hanno denunciato l’uso di armi missilistiche dal territorio della Crimea e dell’UAV Geranium, il che indica la natura combinata degli attacchi. Immediatamente dopo le esplosioni sono state segnalate interruzioni di corrente in diverse regioni dell’Ucraina.

Non ci sono cambiamenti significativi nella situazione in direzione di Cherson; le forze armate ucraine continuano a colpire le infrastrutture civili. Sono state bombardate una stazione di servizio e una sottostazione elettrica a Kachovka.

Sul fronte di Zaporozhzhie sono in programma battaglie nelle zone di Rabotinye e Verbove. Gli ucraini utilizzano molti droni e munizioni di artiglieria a grappolo. Gli ucraini preparano una seconda linea di difesa a Orechiv.

A Novomykhailivka (a sud di Marinka), le forze armate russe stanno combattendo nel centro del villaggio, guerriglia urbana, edificio per edificio.

A ovest di Avdiivka continua l’assalto a Semenivka: le truppe russe attaccano l’insediamento da sud. Gli ucraini stanno lasciando Berdychi.

In direzione di Časiv Jar le forze armate ucraine stanno contrattaccando vicino a Ivanivske (Krasny). A quanto pare, gli ucraini stano cercando di guadagnare tempo per rafforzare le forze a Časiv Jar, un importante centro di difesa. Ci sono battaglie a Bogdanivka e Kleshchiivka.

Le forze armate ucraine continuano a bombardare la regione di Belgorod da MLRS e ad effettuare attacchi con droni. Un civile ferito è stato segnalato a Novaya Tavolzhanka Shebekin quartiere cittadino. Di notte, 15 bersagli aerei sono stati abbattuti mentre si avvicinavano a Belgorod; il governatore regionale ha segnalato danni a edifici residenziali e automobili a seguito dell’attacco. Nella regione di Kursk, le forze armate ucraine hanno bombardato Korovyakovka e Tyotkino, distretto di Glushkovsky. Nella DPR, a Donetsk e Staromlinovka (distretto di Velikonovoselkovsky), quattro civili sono rimasti feriti.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here
Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/