#UKRAINERUSSIAWAR. Gli ucraini bombardano Donetsk e Klintsy

129

Il vice ministro e portavoce della Difesa della Repubblica Popolare di Donetsk, (DPR), Eduard Basurin, chiede alla Russia di utilizzare ulteriori Iskander e aerei per distruggere l’artiglieria delle Forze armate ucraine.

La richiesta arriva a seguito del bombardamento subito dalla città di Donetsk il 13 giugno dove cinque persone sono rimaste uccise e 33 ferite a seguito del bombardamento da parte di militanti ucraini, a dirlo le autorità del DPR. Tra i luoghi colpiti la piazza Shakhtyorskaya zona del mercato e il reparto maternità dell’ospedale locale.

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha commentato l’appello di Pushilin sulla necessità di utilizzare ulteriori forze alleate a causa dell’aumento dei bombardamenti di Donetsk da parte delle truppe ucraine. E ha affermato che questa è prerogativa del ministero della Difesa, perché connessa al proseguimento dell’operazione speciale (cioè l’invasione). «Ma voglio ricordare ciò che ha detto il nostro Presidente. Il compito principale dell’operazione speciale è garantire la sicurezza e la protezione delle persone a Luhansk e Donetsk. Pertanto, sì, ci sono, vediamo, bombardamenti completamente barbari di obiettivi civili. Negli ultimi giorni c’è stata un’intensificazione dei bombardamenti. Ulteriore domanda ai nostri militari», ha detto Peskov.

Secondo gli analisti la forte intensificazione dei bombardamenti di Donetsk da parte delle forze armate ucraine potrebbe essere causata dall’intenzione di trascinare in qualche modo parte dell’artiglieria russa in quest’area dalle direzioni principali dell’offensiva per il combattimento di controbatteria.

Altre reazioni più accalorate sono state espresse dal Vice Rappresentante Permanente della Russia presso le Nazioni Unite Polyansky: «Sul bombardamento di Donetsk e sull’ingresso nell’ospedale di maternità: dov’è la reazione dei media occidentali? Tutte quelle BBC, Reuters, AFP che hanno gridato per i danni all’ospedale di maternità di Mariupol, usato dai nazionalisti ucraini come postazione di fuoco? L’Ucraina spara deliberatamente sui civili. Ascolteremo parole di condanna?».

A conferma che l’attacco è stato sferrato dagli ucraini ci sarebbero i tipi di munizioni trovate sul posto: come gli obici da 155 mm M777. Queste sono le armi dei paesi della Nato, consegnate all’Ucraina, la Russia semplicemente non ha un tale calibro.

Il giorno 14 giugno sempre gli ucraini hanno bombardato la città di Klintsy, zona meridionale nella regione di Bryansk. La città si trova a 50 chilometri dal confine con l’Ucraina, dove sarebbe una base militare russa. Dopo l’attacco testimoni oculari riferiscono che dopo l’esplosione non c’è più acqua a Klintsy. In alcune zone della città, infatti, dopo le esplosioni è manca l’elettricità e l’acqua. Nel quartiere Zaimishche, poi, un edificio residenziale è stato danneggiato. Questo è il secondo attacco subito da Klintsy negli ultimi tre giorni.

Anna Lotti

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here