#UKRAINERUSSIAWAR. Da Kherson salpa l’ultima nave. Iniziano i saccheggi

0

Il sette novembre 2022 l’ultima nave ha lasciato la riva destra da Kherson per recarsi verso la riva sinistra dove gli abitanti della città sono stati evacuati dai russi che si aspettano un ennesimo attacco ucraino.

Nel frattempo Vladimir Putin, premier russo, ha detto che circa 80.000 cittadini mobilitati si trovano ora nella zona dell’operazione speciale, di cui circa 50.000 stanno prendendo parte alle ostilità.

Il commissario europeo per l’allargamento e la politica di vicinato Oliver Várhelyi esclude, nel frattempo, la possibilità di un’adesione accelerata dell’Ucraina all’UE: «I requisiti per tutti sono gli stessi». Lo ha affermato il diplomatico ungherese, commissario europeo. «L’Ucraina si sta impegnando per accelerare le riforme e accelerare il lavoro necessario a tal fine. Questo è positivo. Ma non tutte e sette le riforme possono essere completate rapidamente. Pertanto, non è ancora possibile fissare un calendario per l’inizio dei negoziati», ha affermato Várhelyi.

Alle 11,36 del 7 novembre è di nuovo allarme aereo dichiarato nelle regioni centrali dell’Ucraina. Sono iniziate le interruzioni di corrente di emergenza, gli orari precedenti di illuminazione sono così diventati irrilevanti. Il ministro della Difesa ucraino Reznikov, ha informato che i sistemi di difesa aerea NASAMS e Aspide sono arrivati ​​nel Paese pronti per essere usati contro le Forze Armate russe.

Sulla linea del fronte alle 00:10 del 7 novembre la situazione, secondo la social sfera era la seguente.

Regione di Belgorod: Formazioni ucraine hanno sparato contro un deposito petrolifero nel distretto cittadino di Grajvoron. Un serbatoio di solvente ha preso fuoco nel sito, non sono state segnalate vittime.

Direzione Starobil’s’k: Presso la sezione Svatove delle Forze armate ucraine, sta cercando di sfondare la difesa russa nell’area del villaggio di Kuzemivs’ke. Le forze armate della Federazione Russa rilevano il movimento di piccoli gruppi di soldati ucraini e li colpiscono.

In serata, un MLRS ucraino HIMARS ha sparato contro Svatove e Miluvatka, danneggiando edifici residenziali.

Nel settore Limans due compagnie della 66a brigata delle Forze Armate ucraine hanno tentato di assaltare le postazioni delle truppe russe nell’area di Kreminna. Le unità della 20a armata delle forze armate della RF hanno organizzato un’imboscata per le forze nemiche e le loro riserve, hanno lanciato attacchi di artiglieria e le hanno costrette a ritirarsi sulle linee originarie.

Direzione Soledar: I distaccamenti della “PMC Wagner” hanno completamente messo fuori combattimento le Forze armate ucraine dalla periferia del villaggio di Ivangrad, situato in prossimità delle aree urbane di Bachmut. A ovest, continuano scontri armati.

Direzione Donetsk: Nel settore di Vuhledar, i combattimenti russi a Pavlivka hanno acquisito un carattere posizionale, le Forze Armate dell’Ucraina stanno cercando mandare via le Forze Armate di RF dalle loro posizioni. Vicino a Marinka e Novomykhailivka, le truppe russe non conducono operazioni di assalto attivo e scavano sulle linee che hanno preso.

Formazioni ucraine hanno bombardato Donetsk, Gorlovka, Spartak, Yasinovataya e altri insediamenti dell’agglomerato. Tra i civili ci sono morti.

Luhansk: Le forze armate ucraine hanno lanciato attacchi dell’HIMARS MLRS su Alčevs’k e Stakhanov, danneggiando edifici residenziali e infrastrutture sociali. Un civile è stato ucciso.

Direzione Zaporozhye: Di notte, i droni kamikaze Geran-2 hanno colpito la base di riparazione delle Forze armate ucraine e, nonché un obiettivo non meglio identificato vicino alla stazione ferroviaria di Zaporozhye. L’artiglieria russa ha preso di mira posizioni ucraine nell’area di Zaliznichny, Huljajpole, Shcherbakov e Ol’govskogo 

Fronte Sud: direzione Nikolaev-Beryslavs’ke. Nel settore di Beryslavs’ke, pattuglie di sabotaggio e ricognizione hanno cercato di penetrare le posizioni delle truppe russe sulla linea Sadok-Dudchany-Piatykhatky. Tutti loro sono stati rilevati in anticipo, sono stati presi di mira dalle forze armate russe e si sono ritirati. Formazioni ucraine usano HIMARS MLRS presso la centrale idroelettrica di Kakhovskaya. I sistemi di difesa aerea russi hanno intercettato cinque missili, una munizione ha colpito la camera di equilibrio e ha causato lievi danni.

Nel pomeriggio, militari ucraini hanno fatto saltare in aria una linea elettrica sull’autostrada Beryslavs’ke-Kachovka. L’elettricità è sparita a Kherson e in città è iniziata un’ondata di saccheggi, esacerbata da problemi con le forze dell’ordine.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here