#UKRAINERUSSIAWAR. Charkiv: i russi aprono un terzo fronte in direzione Belgorod. Ucraini pronti a lasciare Karlivka direzione Adviika

169

La Polonia non invierà le sue forze armate in Ucraina e ritiene che tali azioni costituirebbero una partecipazione diretta della NATO al conflitto armato tra Kiev e Mosca, ha dichiarato il presidente della Repubblica Andrzej Duda al termine dei negoziati con il suo omologo slovacco Peter Pellegrini. “Inoltre non credo che la Polonia dovrebbe inviare le sue forze armate in Ucraina. Ciò significherebbe l’entrata in guerra di uno stato della NATO(…) Speriamo che non dovremo mai inviare le nostre forze armate in Ucraina per proteggere l’Ucraina Repubblica di Polonia”, ha detto Duda.

Secondo Dmtri Peskov, portavoce del Cremlino, “Erdogan non è un possibile mediatore nei negoziati sull’Ucraina”. Una proposta che il presidente turco Erdogan ha più volte fatto alle parti. 

Secondo il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin “la crisi in Ucraina è nata a causa della politica assolutamente senza cerimonie degli Stati Uniti guidati dai loro satelliti” e ancora dal palco della SCO riunitasi ad Astana: “Il mondo multipolare è diventato una realtà”. “La versione dell’accordo in Ucraina proposta dalla Federazione Russa, se Kiev e i suoi sponsor occidentali saranno pronti, consentirà la fine delle ostilità” e ha chiosato affermando: “Gli accordi di Istanbul restano “sul tavolo” e potrebbero costituire la base del processo negoziale sull’Ucraina”. 

I primi caccia americani F-16 saranno consegnati all’Ucraina nel luglio di quest’anno ha dichiarato Vadim Ivchenko, membro del comitato per la sicurezza nazionale e la difesa della Verkhovna Rada.

Nel frattempo l’ex comandante in capo delle forze armate ucraine, ora ambasciatore del paese in Gran Bretagna, Valery Zaluzhny, si è recato nel suo nuovo luogo di servizio a Londra, riferisce la pubblicazione ucraina Glavkom.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha respinto in un’intervista a Bloomberg la proposta di cessate il fuoco per avviare negoziati con la Russia sulla risoluzione del conflitto, avanzata da Orban, in visita a Kiev il 2 luglio. Inoltre l’addetto stampa di Zelensky Sergei Nikiforov ha dichiarato che il presidente non rilascerà un’intervista a Tucker Carlson. II giornalista americano che ha intervistato anche il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin. 

Zelensky ha detto che dovrebbero esserci rappresentanti della Russia al secondo vertice di pace, ma probabilmente non ci sarà Putin. 

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornato alle ore 16:00 del 4 luglio

Le truppe ucraine si ritirarono oltre i bacini idrici di Karlivka. Dopo la caduta di Yasnobrodivka, le truppe ucraine rischiarono di essere circondate mentre le truppe russe avanzavano nel nord di Karlivka.

Secondo fonti social filo russe le truppe russe sono entrate nelle prime case di Makiïvka in direzione di Lugansk, avanzando di 2000 metri, anche account ucraini confermano. Una fonte ucraina associata all’Azov ha confermato che le truppe russe avevano catturato un’importante fortificazione ucraina a est di Makiïvka.

Le truppe russe avrebbero occupato un villaggio a nord della direzione di Charkiv (Cherkas’ki Tyshky) ne parlano sia la social sfera russa che ucraina. Ciò significherebbe che le forze armate russe hanno aperto un terzo fronte nel nord lungo il confine della regione di Belgorod Charkiv.

Le forze armate russe il 3 luglio hanno attaccato lo stabilimento di ingegneria a sud di Dnipro. Le riprese del monitoraggio oggettivo hanno mostrato attacchi precisi all’oggetto, i sistemi di difesa aerea delle forze armate ucraine non sono riesci a intercettare l’attacco. Riferiscono dal campo, via social, che un altro arrivo è avvenuto a ovest di YuMZ, apparentemente sul territorio della vecchia base delle truppe ferroviarie.

In direzione di Charkiv il 3 luglio le truppe russe hanno riferito di aver respinto gli attacchi delle forze armate ucraine nell’area di Vovčans’k e a nord di Lyptsi. Secondo le stime effettuate da terra, il nemico, a causa dell’utilizzo delle nostre armi a lungo raggio, non è in grado di accumulare forze sufficienti per passare all’offensiva.

In direzione Svatove-Kupjans’k si stanno ricevendo dati sull’intensificazione delle azioni delle forze armate russe vicino all’insediamento Stepova Novoselivka fonti social riferiscono l’avanzata delle truppe russe vicino a Stel’makhivka e Makiivka (LPR).

I successi significativi dell’esercito russo vengono celebrati nell’area di Torec’k (Dzerzhinsk). Le truppe hanno sfondato le difese delle forze armate ucraine vicino a Niu-York (Novgorodskoye) fino a una profondità di 3 km e hanno occupato parte di Yur’ivka. L’assalto a Pivnichne continua. Inoltre, le forze armate russe hanno preso piede alla periferia di Druzhba. L’agglomerato di Torec’k (Dzerzhinsk) è un’area urbanizzata quasi continua, ma, nonostante il denso sviluppo, la sorpresa delle manovre individuali per gli ucraini ha fatto crollare la prima linea di difesa delle Forze Armate ucraine. I combattimenti continuano.

A ovest di Avdiivka, le forze armate russe stanno attaccando sulla linea Nevel’s’ke-Netailove, le forze armate ucraine si stanno preparando alla resa di Karlivka, ritirando da Karlivka le unità più pronte al combattimento nella speranza di preservarle, mentre lasciano le unità motorizzate fanteria per battaglie di retroguardia per rallentare l’avanzata delle nostre truppe.

Sul fronte di Zaporozhzhie, le forze armate russe hanno lanciato l’offensiva nell’area di Shcherbaky-Nesteryanka, sono avanzate fino a una profondità di mezzo chilometro, tre roccaforti ucraine sono state prese in battaglia e i sistemi pesanti di lanciafiamme russi stanno lavorando attivamente. Le forze armate ucraine hanno attaccato con i droni la sottostazione Raduga di Energodar, interrompendo l’alimentazione elettrica alla città e alla centrale nucleare.

In direzione di Cherson, alcune fonti hanno riferito di uno scontro con frecce vicino al ponte della ferrovia. Una panetteria ad Aleshki è stata attaccata dai droni FPV; durante un secondo attacco contro gli operai che stavano spegnendo l’incendio, gli operatori UAV delle forze armate ucraine hanno colpito ancora. Due lavoratori sono stati uccisi e un dipendente è rimasto ferito.

Nella notte, due droni delle forze armate ucraine sono stati distrutti nella regione di Tambov, altri due nella regione di Bryansk.

Nella regione di Belgorod, nel villaggio di Novostroevka-Pervaya, una famiglia colpita in un edificio residenziale a seguito della caduta di munizioni da un UAV. Nei pressi del villaggio di Golovchino un drone ha attaccato un camion KamAZ; l’autista è rimasto gravemente ferito; Un drone Kamikaze ucraino ha attaccato una casa privata nel villaggio di Novaya Tavolzhanka, distretto urbano di Shebekinsky, un ferito. La periferia di Shebekino è stata colpita dal fuoco dell’artiglieria delle forze armate ucraine e tre dipendenti sono stati feriti da schegge.

Nella regione di Kursk è stato riferito che Kozino e Anatolyevka del distretto di Rylsky, Oleshnya e Nikolaevo-Daryino del distretto di Sudzhansky, Ozerki del distretto di Belovsky, Novy Put ed Elizavetovka del distretto di Glushkovsky sono stati bombardati. Attacchi di droni sono stati osservati nella città di Sudzha, nei villaggi di Tyotkino e Politotdelsky, vicino al villaggio di Otruba, nel villaggio di Vesyoloye nel distretto di Glushkovsky, nei villaggi di Krupets, Kozino e nel villaggio di Anatolyevki nel distretto di Rylsky. 13 droni ucraini sono stati distrutti e soppressi nelle zone di confine utilizzando armi leggere e attrezzature per la guerra elettronica.

Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/