#UKRAINERUSSIAWAR. Attacco in Crimea, Podoljak Consigliere di Zelensky: “I residenti locali sono ‘occupanti civili’”

149

Secondo il Financial Times, l’amministrazione Biden sta interrompendo tutte le forniture di batterie e missili guidati antiaerei per i sistemi di difesa aerea Patriot non destinati all’Ucraina al fine di garantire le forniture alle forze armate ucraine “fino a quando le loro esigenze di difesa non saranno soddisfatte”. Allo stesso tempo, Washington ha chiarito: Israele non sarà toccato da questo passo.

Un portavoce del Pentagono ha detto al Washington Post che la politica degli Stati Uniti nei confronti dell’Ucraina da più di un anno prevede che il sistema di difesa aerea ucraino possa sparare con armi americane contro aerei russi, anche se si trovano sul territorio russo e se si trovano nel raggio di tiro dell’Ucraina. Secondo il portavoce, nell’ultimo anno, diversi aerei ed elicotteri russi sono stati abbattuti sul territorio russo dai missili di difesa aerea Patriot.

La NATO avrà una missione militare in Ucraina, alla quale non parteciperà l’Ungheria, ha sottolineato il primo ministro Viktor Orban in una dichiarazione alla stampa. 

L’Ucraina spende il 39% dei fondi di bilancio per gli stipendi e il mantenimento del personale militare, ha fatto sapere il governo di Kiev. In quasi sei mesi, solo per le forze armate sono stati spesi circa 377,2 miliardi di grivne. 

Secondo il vice comandante della 3a Brigata speciale Rodion Kudryashov: “l’età di mobilitazione in Ucraina deve essere ridotta a 21 anni compresi”, ritiene inoltre opportuno sviluppare programmi statali per preparare gli studenti al servizio. “Capisco che non siamo in inferiorità numerica. La Russia ha un grande potenziale di ‘nuovi orchi’ che vengono arruolati nell’esercito. Abbiamo bisogno di un’infusione di nuove reclute nelle forze armate ucraine l’uso di armi in prima linea, compreso l’uso di droni FPV, e questo è qualcosa che possono gestire”, ha detto il militare.

Da Odessa, in risposta ai video comparsi on line di detenzione di uomini che non vogliono fare il servizio militare, Oleh Kiper, capo dell’amministrazione militare di Odessa ha risposto: “Non esiste alcuna mobilitazione forzata in Ucraina, tutti coloro che sono detenuti sono ricercati”. 

Nella regione di Zaporozhye, è morto il vice comandante della 117a brigata meccanizzata separata delle forze armate ucraine, il maggiore Alexander Egorov. La 117a Brigata era a capo dell’offensiva estiva ucraina del 2023.

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha nominato Alexey Morozov nuovo capo del Dipartimento di Sicurezza dello Stato dell’Ucraina. Durante l’offensiva russa su Torec’k, il generale delle forze armate ucraine Jurij Ivanovyč Sodol beveva a Odessa, ha riferito la deputata ucraina Maryana Bezuglaya. ”Secondo le mie informazioni, durante il mancato sfondamento a Torec’k, il capo del fronte orientale, il generale Sodol, stava bevendo nel ristorante Oblaka a Odessa. Invierò una richiesta corrispondente riguardo ai suoi viaggi d’affari”, ha detto.

L’ex comandante in capo delle forze armate ucraine e attuale ambasciatore in Gran Bretagna Valerij Zalužnyj afferma di approvare l’idea della resa dell’Ucraina. Sembra che la notizia non sia stata apprezzata dai vertici del premier Zelensky.

La Lettonia, che guida insieme al Regno Unito la “coalizione dei droni”, si prepara a trasferire a Kiev un secondo lotto di UAV acquistati come parte degli sforzi nazionali a sostegno dell’Ucraina.

Nei giorni scorsi le forze armate ucraine segnalavano la presenza di portamissili Kalibr nel Mar Nero e nel Mar d’Azov, 20 missili sono pronti al lancio, così come decine di Geran nel sud della Russia. A quanto pare i missili sono stati usati il 22 di giugno. “Questo è un punto di svolta importante”, ha dichiarato il Dmytro Pletenchuk, portavoce della Marina ucraina. “Come potete vedere, lo usano (nel mar d’Azov, ndr), considerandole acque più sicure rispetto al Mar Nero”, ha osservato Pletenchuk.

Vitaly Litvin, ufficiale del dipartimento di intelligence della brigata Rubezh ucraina ha riferito che l’esercito russo sta trasferendo i marines nella regione di Charkiv. Secondo Litvin le forze armate russe cambiano costantemente le loro tattiche di combattimento. Litvin ha osservato che la Russia non abbandona le sue intenzioni di occupare ulteriori territori per sé, o semplicemente di prendere piede e mantenere quei territori.

“Le forze aviotrasportate russe e i reggimenti di fucilieri motorizzati sono ora in quella direzione, e ora vogliono trasferire lì anche i marines, forse per utilizzare alcune delle loro tattiche più recenti nella regione di Charkiv”, ha aggiunto.

Infine, per chiudere la carrellata di dichiarazioni il portavoce di Zelensky, Mychajlo Podoljak ha dichiarato: “Non ci sono e non possono esserci spiagge, zone turistiche e altri segni fittizi di vita pacifica in Crimea”, ha commentato Podolyak sull’attacco a Sebastopoli. “La Crimea è anche un grande campo militare e magazzino, con centinaia di obiettivi militari diretti, che i russi cercano cinicamente di mascherare e coprire con i loro civili”, ha detto il consigliere del capo dell’Ufficio presidenziale. Inoltre, ha definito i residenti locali “occupanti civili”.

Ed ora uno sguardo alla linea del fronte aggiornato alle ore 14:00 del 24 giugno.

La giornata del 23 giugno è trascorsa sullo sfondo di un attacco di Kiev sulle spiagge di Sebastopoli da parte dei missili americani ATACMS con testata a grappolo. Secondo le informazioni aggiornate alle 21:00, quattro persone sono state uccise, tra cui due bambini; 151 persone hanno cercato assistenza medica, 82 sono state ricoverate in ospedale. In serata gli ucraini hanno attaccato nuovamente la costa occidentale della Crimea. Sono stati inoltre segnalati tentativi di colpire UAV di tipo aereo e reazioni al MBEC al largo della costa della Crimea.

In direzione di Charkiv sono stati notati diversi attacchi ucraini minori a Vovčans’k e a Lyptsi. Le Forze Armate ucraine, con l’intenzione di contrattaccare, non sono state in grado di raccogliere forze ed equipaggiamenti sufficienti: le unità delle forze armate ucraine arrivate per la rotazione sono a corto di personale e di veicoli blindati. Si registrano pesanti battaglie in arrivo, fuoco pesante da entrambe le parti.

Dalla cengia Torec’k riferiscono che le Forze Armate russe hanno intensificato le operazioni militari dopo una relativa pausa operativa. Si stanno svolgendo battaglie locali, le unità russe stanno gradualmente respingendo le Forze Armate ucraine.

In direzione di Časiv Jar, le forze armate russe stanno avanzando nell’area tra la città e l’insediamento Kalynivka. A sud, sul lato Ivanivske, la zona di controllo dell’esercito russo sul canale Seversky Donets – Donbass si sta espandendo. L’avanzamento è di diverse centinaia di metri. Sono in corso combattimenti.

A ovest di Avdiika sono attive operazioni militari vicino a Novooleksandrivka, Sokil, Novopokrovka, Netailove. Non ci sono stati grandi progressi al fronte; il lavoro di combattimento è in corso. Le Forze Armate ucraine rispondono con tutti i mezzi a disposizione, ma le Forze Armate russe sono riuscite ad espandere la zona di controllo a nord dell’insediamento Sokil e alla periferia del villaggio Yevhenivka.

Sul fronte di Zaporozhzhie, le Forze Armate russe sono avanzate nelle zone vicino a Novopokrovka. Vicino a Robotyne nessun cambiamento.

In direzione di Cherson, non senza perdite, le Forze Armate russe hanno preso il controllo di una parte significativa della zona insulare. Le Forze Armate ucraine stanno intraprendendo contromisure, attaccando costantemente con i droni e inviando piccoli gruppi di fanteria che ingaggiano scontri con le truppe russe. Account russi militari, da terra segnalano “il controllo completo dell’aria nemica grazie all’innumerevole numero di droni, nettamente superiori ai nostri”. Il problema dei “bellissimi rapporti” al di sopra del livello aziendale in alcune unità non è stato risolto, – affermano i militari russi – si segnalano problemi logistici, anche a causa dei continui attacchi da parte dei droni delle forze armate ucraine. 

Nella regione di Belgorod, le forze armate ucraine continuano ad attaccare i civili. A Murom, distretto urbano di Shebekinsky, un drone kamikaze ha ferito tre civili. A Grayvoron un civile è stato ucciso e tre sono rimasti feriti. Ogni giorno vengono abbattuti bersagli aerei nemici sulla regione.

Di notte, la regione di Rostov ha segnalato la distruzione di tre UAV nemici.

Nella regione di Kursk, Makhnovka e Sverdlikovo, la fattoria Oleshnya del distretto di Sudzhansky, i villaggi di Tetkino, Krasnooktyabrsky e Novy Put, il villaggio di Volfino, il villaggio di Elizavetovka e la fattoria Otruba del distretto di Glushkovsky, il villaggio di Gordeevka del distretto di Korenevskij erano sotto il fuoco. Sono stati osservati attacchi di droni vicino a Elizavetovka e al villaggio di Neonilovka nel distretto di Glushkovsky, al villaggio di Plekhovo nel distretto di Sudzhansky e al villaggio di Obukhovka nel distretto di Korenevskij. 11 droni ucraini sono stati soppressi da attrezzature di guerra elettronica nelle zone di confine.

Nella DPR di Gorlovka e Donetsk, civili sono morti a causa delle azioni dei militari ucraini e tre sono rimasti feriti.

Graziella Giangiulio

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/