#UKRAINERUSSIAWAR. Altro che finlandizzazione: Helsinki si arma e entra nella NATO

237

Le forze di difesa finlandesi hanno una storia unica in Europa, poiché il loro obiettivo primario è sempre stato quello di fermare e respingere un attacco russo di pari livello. A differenza della maggior parte degli altri paesi, questa priorità è rimasta anche dopo il crollo dell’Unione Sovietica. Dopo l’invasione russa dell’Ucraina del 2014, l’attenzione è stata posta sulla prontezza e sulla capacità di contrastare anche operazioni ibride su scala minore che possono verificarsi con pochissimo preavviso. Questo è stato ottenuto con la creazione di unità di prontezza che sono gestite da un mix di coscritti e soldati professionisti.

L’invasione russa del 2022 in Ucraina è stata molto diversa da quella del 2014, con l’intera operazione che si è aperta come una guerra tra pari su larga scala con tutti gli strumenti disponibili nell’arsenale russo utilizzati. Mentre questa è esattamente la premessa su cui si basa la difesa finlandese, il fatto di una guerra tra pari in Europa ha causato la necessità di rafforzare alcune capacità, riporta Vantage Point North.

Il governo finlandese ha ottenuto un grande successo la scorsa settimana: tutti i partiti della coalizione si sono detti favorevoli al più grande aumento di spesa per la difesa nazionale. Il governo ha destinato 2,2 miliardi di euro alla difesa. Come spenderanno le forze di difesa i fondi aggiuntivi?

I caccia F-35A e le nuove Corvette e i missili terra-aria ad alta quota sono già stati finanziati, quindi la parte di investimento dei fondi sarà utilizzata per rafforzare gli stock di armi e le forniture. La “lista della spesa” comprende missili anticarro, antinave, antiaerei e aria-aria, munizioni di artiglieria, pezzi di ricambio e forniture per il campo di battaglia. Ci sarà un aumento del numero di droni da ricognizione di tipo non specificato, molto probabilmente equipaggiamento a livello di unità più piccole.

Questa lista dimostra che le premesse di base della difesa finlandese sono state corrette. Forze flessibili e pesantemente armate con una buona infrastruttura di comando e comunicazione difficilmente possono essere prese di sorpresa. L’impatto maggiore sulla capacità di difesa potrebbe ancora essere l’aumento del budget destinato al personale. Questo permette alle forze di difesa di arruolare fino a 500 persone in più. Anche la quantità di esercitazioni di aggiornamento dei riservisti sarà notevolmente aumentata. La quantità di riservisti da richiamare per l’addestramento passerà da 19mila soldati a 29mila.

La politica finlandese è anche fortemente orientata verso la richiesta di adesione alla Nato nella tarda primavera o all’inizio dell’estate del 2022. Un esercito forte con un concetto di difesa totale, che impiega tutta la nazione, sostenuto dal supporto dell’articolo 5 della NATO diverrebbe così una forte garanzia per l’indipendenza del paese.

Luigi Medici