#UKRAINERUSSIAWAR. Aggiornamenti dai fronti di guerra

137

Mentre sulla social sfera russa impazzano le foto di due aerei da ricognizione elettronica RC-135W nello spazio aereo rumeno, che avrebbero volato nel sud dell’Ucraina o della Moldavia, aerei appartenenti alle forze aeree statunitensi e britanniche, la situazione al fronte non cambia molto e dall’ultimo aggiornamento delle 01.33 del 13 luglio così si presenta:

l’artiglieria russa ha colpito le posizioni ucraine negli insediamenti di confine di Starikove, Nova Sloboda e Hlukhiv nella regione di Sumy.

I combattimenti nel nord della regione di Kharkiv continuano nei pressi di Svitlychne. Le Forze Armate russe distruggono regolarmente le posizioni ucraine a Kharkiv e lungo l’intera linea di contatto.

Nel Donbas, le parti si stanno preparando per ulteriori combattimenti nel territorio della DNR controllato da Kiev.

A sud-est di Seversk ci sono scontri nelle vicinanze di Spirne e Ivano-Dar’ivka. Le forze armate ucraine hanno dispiegato nell’area diversi plotoni della 10ª brigata Ogsh.

A Seversk, un attacco missilistico delle Forze armate russe ha distrutto un posto di manutenzione di attrezzature militari ucraine.

Le forze del DPR-russe stanno avanzando verso Soledar da Tripillya. Fuggite le forze del gruppo tattico ucraino Charlie da Nova Kam’yanka e Stryapivka.

Sotto i continui bombardamenti delle forze russe sul territorio del TPP di Vuhlehirs’k, 60 militari ucraini hanno abbandonato volontariamente le loro posizioni.

Le forze armate russe hanno colpito le posizioni ucraine a Sloviansk e Kramatorsk.

L’artiglieria ucraina continua a bombardare il territorio delle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, con vittime e morti tra i civili.

Nella regione di Zaporizhia, droni kamikaze ucraini hanno attaccato Energodar. Almeno un drone è stato abbattuto dai mezzi di difesa aerea. Le Forze armate ucraine stanno rafforzando il loro raggruppamento in direzione di Kryvyj Rih: ulteriori unità di difesa pro ucraina di “mercenari” sono state dislocate in questa sezione del fronte. Due radar AN/TPQ-50 sono stati dispiegati per la guerra di controbatteria vicino a Myrne e Shestirnya.

Gli ucraini da parte loro hanno fatto sapere che intendono tagliare i rifornimenti ai russi al fronte. Il generale Dmytro Marchenko ha dichiarato che è importante per l’esercito ucraino tagliare le linee di rifornimento delle riserve, dei rinforzi di manodopera, delle attrezzature e delle armi alle forze russe. «Capite che il ponte di Crimea non sarà un obiettivo unico. Sarà un insieme di obiettivi quando verrà colpito. Credo che anche le navi rientreranno in questi obiettivi», ritiene Marchenko. Il generale ha spiegato che ora ci sono dieci grandi navi da sbarco nel Mar Nero, che potrebbero assumere la funzione di traghetti.

Graziella Giangiulio

Per la versione inglese dell’articolo, cliccare qui – To read the english version, click here