L’UE ad Ashgabat

69

TURKMENISTAN – Ashgabat 12/06/2014. Cooperazione energetica e tutela dell’ecologia del Mar Caspio sono state al centro della visita del Vice Direttore Generale per l’Energia della Commissione Europea, Fabrizio Barbaso, a Ashgabat, come annuncia un comunicato del governo turkmeno.

Il comunicato riporta che nel corso della riunione, tenutasi presso la sede del ministero degli Esteri centroasiatico, le due parti hanno discusso la possibilità di ampliare la cooperazione nel settore energetico, nonché questioni relative alla tutela dell’ecologia Mar Caspio.

Turkmenistan, che detiene la quarta più grande riserva di gas del mondo, sta esplorando le possibilità di poterlo esportare nel mercato europeo; in tal senso va la costruzione del gasdotto Trans-Caspian che dalle coste dell’Azerbaigian, permetterà alla materia prima turkmena di arrivare in Turchia e poi in Europa.
I negoziati sul gasdotto Trans-Caspian tra l’Ue, l’Azerbaigian e il Turkmenistan sono iniziati nel settembre 2011: nella fase iniziale, si è discusso della conduzione della perizia ecologica sul gasdotto attraverso esperti internazionali indipendenti; Russia e Iran, infatti, ne avevano denunciato la pericolosità per l’ambiente. Nonostante le polemiche il “Southern Gas Corridor”, di cui è parte il progetto Trans-Caspian, resta una priorità per Bruxelles; inoltre, lo stesso Trans-Caspian potrebbe essere una parte di altri importanti progetti, tra cui Agri e Tanap, cui partecipano attivamente Azerbaigian e Turchia.