Donbass: è guerra civile

56

UCRAINA – Lugansk. 22/05/14. Secondo l’agenzia RIA FederalPress, nel nord, della Repubblica di Luhansk, sotto il controllo della Guardia Nazionale sarebbero in corso scontri armati. Un ponte sarebbe stato distrutto sul fiume Seversky Donets e ci sono stati spari contro autobus di civili.

«Attualmente, ci sono combattimenti in Rubezhnoye e Lysychansk» ha detto a “Interfax”, nella sede del Sudest dell’esercito. Secondo una fonte, a Rubezhnoye sono state ferite più di 10 persone, e in Lysychansk uno sconosciuto ha fatto saltare in aria il ponte e poi ha iniziato a sparare su un autobus e civili. Secondo lui, «vi sarebbe almeno un morto». «Le persone scappano dalle loro case e corrono a sud di LC» ha aggiunto la fonte, sottolineando che il numero giornaliero di profughi provenienti dai LC verso nord aumenta. Come riportato da “FederalPress” nei giorni scorsi, la Repubblica popolare di Lugansk ha introdotto sul territorio controllato la legge marziale. Da questa mattina in vicino alla città e Rubezhnoye Lisicansk vi sono scontri tra milizie e combattenti popolari della Guardia Nazionale dell’Ucraina. Inoltre, nella regione è stata proclamata la mobilitazione generale degli uomini dai 18 al 45 anni. Ci saranno anche i gruppi di medici speciali, e per proteggere la popolazione civile di imporre misure di sicurezza aggiuntive.