UCRAINA. Arrivato il primo drone turco a Kiev

104

La marina ucraina ha ricevuto il primo drone Bayraktar TB2 dalla compagnia di difesa turca Baykar, secondo il ministero della Difesa ucraino. Il ministero ha annunciato la consegna il 15 luglio attraverso il suo account Twitter ufficiale. Dopo aver completato i test di accettazione, il drone, insieme ai terminali di controllo mobili e ai pezzi di ricambio, sarà schierato presso la decima brigata di aviazione navale della Marina ucraina a Mykolaiv.

Baykar ha annunciato nel 2019 di aver vinto un contratto da 69 milioni di dollari per vendere sei Uav da combattimento TB2 all’Ucraina, l’accordo includeva munizioni per i droni, riporta Defense News.

Il capo di stato maggiore della Marina ucraina, Oleksiy Neizhpapa, ha precedentemente detto che gli Uav da combattimento dovrebbero essere consegnati entro la fine del 2021.

Negli ultimi anni, la Turchia e l’Ucraina hanno rafforzato i loro legami militari e non. Ma la Russia, che ha preso la penisola di Crimea dall’Ucraina e l’ha annessa nel marzo 2014, non vede di buon occhio questa relazione.

Nell’ottobre 2020, Turchia e Ucraina hanno firmato un accordo in base al quale la prima avrebbe costruito corvette e droni per la seconda, mentre l’Ucraina avrebbe fornito turbine a gas alla Turchia. In un discorso del 4 luglio per celebrare la Giornata della Marina ucraina, il presidente Volodymyr Zelenskyy ha detto che la Turchia ha iniziato la costruzione della prima corvetta di classe Ada per il servizio e prevede di consegnarla entro il 2023.

Turkish Aerospace Industries ha anche firmato un contratto con la società di difesa ucraina Motor Sich per fornire motori per gli elicotteri turchi T129 Atak. Il programma degli elicotteri è stato pieno di ritardi a causa di problemi di licenza di esportazione.

Inoltre, ci sono piani per equipaggiare le fregate di I classe della Turchia con motori a turbina a gas di fabbricazione ucraina. La Turchia voleva equipaggiare le fregate con turbine a gas General Electric LM2500, ma il piano è stato scartato a causa delle sanzioni statunitensi. Ora la Turchia doterà le navi da guerra di turbine a gas prodotte dall’ucraina Zorya-Mashproekt.

Tommaso Dal Passo