Twitter aggira la legge francese e divulga i dati sulle presidenziali in tempo reale

70

Twitter batte la legge francese 1 a 0. Nonostante il divieto di Parigi di diffondere le notizie sull’esito delle elezioni per la corsa presidenziale prima delle 20, il social network ha trovato uno stratagemma per per divulgare i sondaggi in tempo reale.

La parola flan, per esempio indicava Holland, o ancora, «il gioviale signor Hollande era noto in alcuni ambienti come “Flanby”, una marca di crema pasticciera jiggly francesementre» che chiudeva al 28% di preferenze. Il pomodoro, di colore rosso, invece indicava il candidato di estrema sinistra Jean-Luc Mélenchon la cui compagine politica è composta dall’estrema sinistra, ha chiuso con un deludente 11 per cento. E Sarkozy, che ha origini ungheresi, veniva chiosato con la temperatura a Budapest che ieri aleggiava vicino a 25 gradi. E così i dati conditi di fantasia abbinata ad associazioni sono stati poi mandati on line grazie all’hashtag # RadioLondres, o Radio Londra, in omaggio al primo presidente della Francia moderna, Charles de Gaulle, che può essere considerato un antesigniano dei messaggi broadcaster RTBF alla resistenza da Londra durante la Seconda Guerra Mondiale.

E così la comunità francese di Twitter dalle 18 e 30 di ieri pomeriggio ha avuto le prime proiezioni dell’andamento delle elezioni in Francia.

L’idea geniale del social network potrebbe evitare la multa di 75.000 euro inferta a chi trasgrediva la legge elettorale. Anche se un utente previdente di Twitter, identificato come Daniel Glazman, ha suggerito: «A 75.000 euro per gag pubblicato il # RadioLondres, Twitter sta per salvare il debito della Francia in 24 ore».