Turkmenistan: raccolto un quarto della produzione prevista

129

TURKMENISTAN – Ashgabat 23/09/2013. Circa il 25 per cento della produzione prevista di cotone grezzo è stato già consegnato ai punti di raccolta della materie prime in Turkmenistan.

«I coltivatori di cotone devono raccogliere circa 1.050 milioni di tonnellate del nuovo raccolto in più di mezzo milione di ettari di campi coltivati a cotone» , riporta il quotidiano Neutral Turkmenistan. Secondo la società statale turkmena del cotone, Turkmenpagta, il raccolto di quest’anno è ricco, soprattutto nella regione di Lebap. Secondo il giornale, sono state utilizzate più di 1.500 macchine per la raccolta del cotone, 2.500 autocarri e trattori, 3.500 rimorchi per portare il prodotto grezzo nei circa 159 punti di raccolta, costantemente al lavoro nel Paese. Un accordo finanziario con i produttori agricoli sarà stipulato in base al regolamento approvato dal presidente turkmeno e i produttori di cotone hanno, poi, il diritto di vendere il raccolto in eccesso attraverso la società di Stato per il commercio estero. Il cotone è coltivato in cinque province turkmene: Akhal, Mary, Lebap, Dashoguz e Balkan. La raccolta viene effettuata da agosto a ottobre. Il cotone Upland è coltivato in tutte le regioni del paese, mentre il cotone Pima nelle province di Akhal e Mary.

Il Turkmenistan ha organizzato per il 23 e 24 settembre la fiera internazionale cotoniera; gli organizzatori sono la Turkmenpagta, la società di Stato per il commercio estero e la Camera di Commercio e Industria.