Turkmenistan apre i siti minerari

112

TURKMENISTAN – Ashgabat. 24/06/13. Il Turkmenistan vuole riattivare i siti minerari, a dirlo è stato il Ministero del Petrolio e delle Risorse Minerarie. Secondo un rapporto stilato dallo stesso, ci sono più di 200 diversi campi di minerali solidi in Turkmenistan, la maggior parte dei quali situati in zone di montagna. 

«Per quanto riguarda i depositi già esplorati, si legge nel rapporto riportato da Trend, l’obiettivo principale è quello di espandere l’elenco e la qualità del prodotto, per condurre le ricerche di marketing e di promozione dei beni sul mercato mondiale, per condurre il tecnico reequipping del settore minerario, per attirare gli investitori, anche esteri sviluppare i depositi prospettiche».  Le risorse minerarie sono distribuite in modo non uniforme ma su tutto il territorio del Turkmenistan. Il territorio turkmeno è ricco di giacimenti di sali minerali, zolfo nativo, bentonite, sabbia di quarzo, caolino e di materie prime per la produzione di materiali da costruzione necessari per soddisfare le esigenze delle imprese del complesso economico nazionale del paese in materie prime minerali. Quello che però manca è un piano di fattibilità e sviluppo per l’estrazione e commercializzazione dei minerali. 

Tra le risorse dell’area le rocce necessarie per la costruzione di strade, costruzione di sabbia, argilla materia prima per fabbricare i mattoni, calcare, adatto per la fabbricazione di piastrelle, calcare e sabbia di quarzo per la produzione di cemento e vetro, ecc., sabbia e ghiaia. Diversi campi di cemento del tipo “Kelyati”, “Akdepe”, “Balkan”, “Koitendag” sono state esplorate in varie regioni del paese. Questi sono ghiaia, calcare, marna, argilla, gesso, mudstone, depositi di sabbia e ghiaia. Ci sono decine di depositi di sabbia e ghiaia per la produzione di pietrisco, come ad esempio “Geoktepe”, “Dushak”, “Kalaimor”, “Garlyk”, “Ufrin” deposito porfido, “Kubatau” deposito granito, deposito “Kernay” di arenaria e scisto, ecc Ci sono un certo numero di depositi haydite, in particolare, “Bolypebalkan”; gesso – “Gaurdak”, “Bordzha”, “Garlyk” e altri. Due grandi campi minerali di stronzio sono stati scoperti ed esplorati, “Arik” e “Sakyrtmin” , entrambi in Turkmenistan. Gli esperti locali ritengono che le riserve di risorse minerarie garantiranno il fabbisogno interno per diversi anni. Le altre principali risorse naturali del Turkmenistan sono le riserve di petrolio e gas naturale.