Elettricità turkmena a Kabul

93

TURKMENISTAN – Ashgabat 07/02/2014. Il Turkmenistan è pronto ad aumentare la propria offerta elettrica all’Afghanistan.

Lo ha annunciato il presidente Gurbanguly Berdimuhamedov in una riunione del Consiglio dei Ministri il 7 febbraio. Nel comunicato del governo si legge che: «Il presidente Gurbanguly Berdimuhamedov ha detto che il Turkmenistan è pronto ad aumentare l’offerta della sua elettricità in Afghanistan, così come ad espandere la propria infrastruttura energetica con l’obiettivo di ulteriore produzione e a connettersi con i suoi servizi all’Afghanistan». 

Nuovi schemi di linee di trasmissione di potenza  sono state sottoposte all’esame del presidente e del consiglio.

Al fine di aumentare il volume delle esportazioni di energia elettrica verso est, il Turkmenistan sta continuando la ricostruzione di unità di potenza nella centrale elettrica di Maria, così come la costruzione di linee di trasmissione elettrica al confine turkmeno – afgano.

L’elettricità è uno dei rami più importanti dell’economia del Turkmenistan; attualmente, sono in fase di realizzazione i lavori per ampliare le esportazioni verso Iran e Turchia; mentre sono  oggetto di studio le possibilità del suo trasporto verso Tagikistan, Kazakistan, Pakistan e paesi del Caucaso.

Il Turkmenistan continua così con il progetto di sviluppo dell’industria elettrica del paese fino al 2020 che prevede investimenti nel settore per un volume di 5 miliardi di dollari.

Ashgabat prevede di aumentare il volume della produzione di energia elettrica a 27,4 miliardi di kilowatt/ore entro il 2020 e di 35,5 miliardi di kilowatt/ore entro il 2030.