Più gas turkmeno per la Cina

45

TURKMENISTAN – Ashgabat 05/09/2013. Il presidente cinese Xi Jingping e il suo omologo turkmeno Gurbanguli Berdymukhammedov hanno inaugurato un sito per lo sfruttamento di gas naturale in Turkmenistan, che aumenterà notevolmente l’approvvigionamento energetico di Pechino effettuato dal Paese ex-sovietico.

Lo riporto ali sito turkmeno di Stato Segodnya. I due leader hanno partecipato alla cerimonia di apertura degli impianti di trattamento del gas al del campo Galkynysh nella provincia sud-orientale di Mary,  che confina con l’Afghanistan. Galkynysh è il secondo più grande giacimento di gas naturale al mondo con riserve fino a 26.200 miliardi di metri cubi, secondo l’International Petroleum. Il campo dovrebbe produrre 25 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno per la Cina, facendo arrivare il totale delle esportazioni di gas del Turkmenistan alla Cina ai 65 miliardi di metri cubi l’anno, ha comunicato la società statale Turkmengaz. La Cina ha prestato al Turkmenistan 8 miliardi di dollari per lo sviluppo del campo che dovrà portare gas alla Cina attraverso un gasdotto lungo 1.800 chilometri che corre tra l’Uzbekistan e il Kazakistan. Il Turkmenistan è già diventato il più grande fornitore di gas naturale della Cina, responsabile per il 51 per cento delle importazioni di gas di Pechino, secondo lo Statistical Review of World Energy 2013 di BP. La nazione dell’Asia Centrale è il quarto produttore mondiale di gas naturale, in base alla revisione di BP. In precedenza, la China National Petroleum Corp e la società Turkmengaz hanno firmato un accordo per la fornitura di 25 miliardi di metri cubi di gas l’anno per la Cina, riporta Segodnya. Nel 2912, il Turkmenistan ha fornito 20 miliardi di metri cubi di gas alla Cina, secondo dati ufficiali del governo turkmeno.