Arrestati turisti in Cina

117

CINA – Pechino 17/07/2015. La Cina intende espellere nove turisti stranieri arrestati, a quanto pare, dopo aver visto un video del “terrore”.

Lo hanno annunciato, il 17 luglio, i loro governi e la Gift of the Givers Foundation, ente di beneficenza sudafricano, che aveva organizzato il viaggio; il rilascio del gruppo, cinque sudafricani, tre britannici e un indiano, segna la fine di un caso che ha suscitato clamore internazionale. Le autorità della Mongolia hanno arrestato i viaggiatori, per lo più anziani, lo scorso fine settimana insieme ad altri 11 nel loro gruppo mentre stavano facendo un tour storico del paese di 47 giorni. Le autorità hanno affermato che i 9 avevano infranto la legge cinese che erano sospettati di infrangere la legge, mentre il ministero cinese degli Esteri ha detto di non essere in grado di commentare l’arresto. Le autorità cinesi, inoltre, hanno arrestato altri 11 del gruppo durante la settimana, accendendo le preoccupazioni sui restanti nove. La Gift of the Givers Foundation, che ha parlato ai media a nome delle famiglie dei detenuti, ha detto ai governi che nessuno aveva guardato alcun video del “terrore” nell’hotel e che nessuna autorità di Pechino aveva detto quale video fosse stato visto.