Perù, petrolio e turismo a braccetto

71

PERU’ -Lima. 29/05/14. Una delle raffinerie più importanti del Perù, Talara ha deciso di investire e aumentare la sua capacità produttiva. Il Mega progetto di Talara secondo il presidente della regione di Piura, sarà anche un ottimo incentivo per aumentare il turismo e la crescita economica nella macro regione settentrionale del Perù.

Da tempo nella regione di Piura c’è un aumento della domanda di beni e servizi è stato riferito mercoledì all’agenzia di stampa andina. «Il turismo sarà uno dei settori che più beneficerà di questo imponente progetto di investimento», ha detto Javier Atkins, presidente del governo regionale di Piura. «Si prevede che questo settore cresca del 10 per cento durante il primo anno di costruzione della raffineria». Allo stesso modo, Atkins ha sottolineato che attraverso un partenariato con il settore privato, si svilupperà un progetto costiero per generare ricavi dal turismo a Cabo Blanco. « [il progetto] sarà un punto chiave nel nostro piano di espansione economica».
«L’ampliamento dell’impianto di raffineria attirerà non solo nuovi lavoratori, ma anche le loro famiglie, che cercheranno aree ricreative», ha detto Atkins. A questo proposito, Atkins ha osservato che gli acquisti di cibo, vestiti e una vasta gamma di servizi, aumenterà, aumentando le economie regionali delle regioni settentrionali del paese. Il progetto di ampliamento della raffineria di Talara, che si trova a Piura, è a 1.200 chilometri a nord della capitale del Paese, Lima e costerà 3,5 miliardi di dollari, con 2,7 miliardi di dollari provenienti dalla società petrolifera di stato Petroperu e i restanti 765.000.000 dollari da imprese private. A seguito del completamento del progetto di modernizzazione , che è previsto per l’esecuzione 2014-2017 , la capacità di trasformazione del petrolio greggio a Talara salirà a 96.000 barili al giorno dalla sua capacità attuale di 60.000 b / d .