Ankara potenzia lo stoccaggio del gas

83

TURCHIA – Ankara 15/10/2015. La Turchia intende aumentare la sua capacità produttiva annua di stoccaggio di gas naturale a quattro miliardi di metri cubi.

Lo ha annunciato il ministro dell’Economia turco Nihat Zeybekci il 15 ottobre dalle colonne di Anadolu. «Con un investimento totale di 10 miliardi 500 milioni di dollari, ci saranno due investimenti su strutture da costruire nel distretto di Mersin nella provincia di Tarso, nel sud della Turchia (…) Abbiamo preparato due documenti strategici di incentivazione per gli investimenti di stoccaggio del gas per un valore di 7 miliardi e 3,5 miliardi di dollari», ha aggiunto il ministro. Il ministro dell’Economia ha sottolineato che quando l’impianto Botas della Petroleum Pipeline Corporation, nei pressi di Tuz Golu sarà completato, verrà immagazzinato il 10 per cento del consumo annuale di gas della Turchia, «In questo modo, il nostro paese sarà meno influenzato dalle fluttuazioni dei prezzi sul mercato internazionale e dai cambiamenti nella domanda stagionale», ha detto Zeybekci.
Nel 2014, la Turchia ha consumato circa 45 miliardi di metri cubi di gas naturale. Secondo il ministero turco dell’Energia e Il piano strategico delle risorse naturali 2015-2019, lo stoccaggio del gas dovrebbe arrivare al 10 per cento del livello di consumo annuale del paese entro la fine del 2019, innalzandolo al 20 per centone lungo termine. Attualmente, la Turchia ha una struttura di stoccaggio di gas nella città di Silivri, nella regione nord-occidentale di Marmara. La struttura sauna capacità di 2,67 miliardi di metri cubi, con un tasso di ricezione di 20 milioni di metri cubi al giorno e un tasso di iniezione di 16 milioni. È gestito dalla Turkish Petroleum, la capacità dell’impianto dovrebbe aumentare di 180 milioni di metri cubi, mentre la sua capacità di prelievo dovrebbe aumentare di 30 milioni di metri cubi al giorno entro il 2017. Un altro impianto di stoccaggio si trova nel centro della Turchia a Sultanhani, nella provincia di Aksaray. È gestito dalla Petroleum Pipeline Corporation, e ha una capacità di 1,5 miliardi di metri cubi. L’impianto nei pressi di Tuz Golu, in Turchia centrale, può fornire una capacità di 480 milioni di metri cubi, con un tasso di ricezione di 20 milioni di metri cubi al giorno, e un tasso di iniezione di 15 milioni di metri cubi; dovrebbe essere completata tra il 2017 e il 2019. L’impianto nella provincia di Tarso, sud della Turchia, deve essere effettuato da Toren Natural Gas Storage and Mining Company, filiale di Bendis Energy Production and Mining Consultation. L’impianto avrà una capacità di stoccaggio di gas di 450 milioni di metri cubi di, con un tasso di ricezione di 24 milioni di metri cubi.