TURCHIA. Raisi non va da Erdogan. Teheran rimprovera Ankara

80

L’Iran ha appena rimproverato la Turchia chiedendogli fatti non parole per la sua reazione all’assalto israeliano a Gaza. Il 28 novembre il presidente iraniano Ebrahim Raisi non si è presentato alla visita ad Ankara annunciata personalmente all’inizio di questo mese dal suo omologo Recep Tayyip Erdogan.

Stando a BneIntelliNews, il 2 novembre, la Turchia non ha risposto alla richiesta di Teheran di vietare la spedizione di petrolio in Israele. Nonostante la retorica e le invettive che Erdogan scaglia contro gli israeliani quasi quotidianamente, Israele continua a ottenere quasi il 40% del suo greggio sotto forma di petrolio azero spedito nel paese dal porto turco di Ceyhan

Inoltre, la filiale turca del Movimento per il boicottaggio, il disinvestimento e le sanzioni, guidato dai palestinesi ha sottolineato che le centrali elettriche del conglomerato turco Zorlu Holding soddisfano almeno il 7% del fabbisogno elettrico annuale di Israele.

La confusione intorno alla visita di Raisi sottolinea le tensioni che persistono tra le potenze regionali e i vicini Iran e Turchia, nonostante le loro opinioni condivise sulla guerra Israele-Hamas, sottolineando che quando Raisi non si è presentato all’incontro annunciato, la presidenza turca non ha spiegato se la visita fosse stata annullata o rinviata, riporta Afp. La Tasnim, nel frattempo, ha riferito che la visita di Raisi in Turchia è stata “rinviata”, ma non ha fornito ragioni o altri dettagli.

«Il presidente iraniano Ebrahim Raisi verrà da noi il 28 del mese», aveva detto Erdogan l’11 novembre. Anche i media statali turchi hanno annunciato la visita e se ne è parlato ampiamente alla televisione turca ancora il 27 novembre. Ma allo stesso tempo non è mai stata confermata ufficialmente dall’ufficio di Raisi.

Nel fine settimana i due presidenti e i massimi diplomatici dei paesi hanno avuto conversazioni telefoniche incentrate sulla guerra di Gaza. Erdogan ha definito Israele uno “stato terrorista”. Ha definito Hamas «un gruppo di liberazione, l’Iran starebbe inviando il messaggio che vuole che la Turchia vada oltre la retorica tagliando rapporti commerciali ed energetici redditizi con Israele». 

Luigi Medici 

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/