TURCHIA. Nei sondaggi Erdogan ha già perso

1595

Nuovi sondaggi mostrano il candidato presidenziale dell’opposizione turca, Kemal Kilicdaroglu, in vantaggio sul presidente Recep Tayyip Erdogan di oltre 10 punti percentuali in vista delle elezioni del 14 maggio, considerate da molti come il voto più importante nella storia della Turchia.

I sondaggi mostrano anche che il blocco dell’opposizione, Alleanza Nazionale, è in testa nella corsa al Parlamento, con almeno sei punti di vantaggio sull’Akp di Erdogan e i suoi alleati. Il Partito Democratico dei Popoli (Hdp), filo-curdo, rimane sopra il 10%.

Erdogan si trova ad affrontare la più grande sfida ai suoi 20 anni di governo dopo l’erosione della sua popolarità durante la crisi scatenata dall’elevato costo della vita. Anche le vittime del terremoto del mese scorso stanno riconsiderando la loro fedeltà nelle precedenti roccaforti dell’Akp, riporta Reuters.

Le elezioni decideranno non solo chi guiderà la Turchia, ma anche come sarà governata, dove si dirigerà la sua economia e quale ruolo potrà svolgere per alleviare il conflitto in Ucraina e in Medio Oriente.

Un sondaggio pubblicato sabato da Aksoy Research e condotto l’8 marzo ha mostrato che Kilicdaroglu, nominato candidato dell’alleanza di opposizione il 6 marzo, è in testa rispetto a Erdogan con il 55,6% dei consensi e il 44,4%, rispettivamente.

Il principale blocco di opposizione ha raccolto il 44,1% dei voti e l’Hdp il 10,3%. L’Akp e i suoi alleati nazionalisti Mhp hanno ottenuto insieme il 38,2%.

Un sondaggio condotto il 6-7 marzo da Alf Research mostrava Kilicdaroglu al 55,1% ed Erdogan al 44,9%. Il Partito Popolare Repubblicano (Chp) di Kilicdaroglu è risultato il più popolare con il 31,8%, mentre l’Akp è rimasto indietro con il 31%.

Il principale blocco di opposizione ha ottenuto il 43,5% dei voti, mentre l’Hdp ha ottenuto l’11,3%. L’Akp e l’Mhp hanno ottenuto insieme il 37,5% dei consensi.

Secondo Piar Research, Kilicdaroglu ha vinto con il 57,1%, mentre Erdogan ha perso il 42,9%. Il Chp ha ottenuto il 32,3%, l’Akp il 30,8% e l’Hdp l’11,6%. Il principale blocco di opposizione ha ottenuto il 46,4%, mentre l’Akp e l’Mhp il 37,8%, secondo il sondaggio pubblicato il 10 marzo.

L’Orc Research aveva indicato Kilicdaroglu in vantaggio con il 56,8% ed Erdogan con il 43,2%, secondo un sondaggio condotto dal 4 al 6 marzo, prima che Kilicdaroglu fosse ufficialmente annunciato come candidato dell’opposizione.

Il terremoto sembra aver avuto un impatto minimo sulla popolarità dell’Akp. In un sondaggio di Metropoll, il 34,4% delle persone ha incolpato il governo per le perdite subite durante il terremoto, mentre il 26,9% ha dato la colpa agli appaltatori. I comuni si sono piazzati al terzo posto, con il 15,4% degli intervistati che li ha ritenuti responsabili, mentre il 12,9% ha risposto “tutti”.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/