TURCHIA. L’export turco stenta ancora in Arabia Saudita

121

Le esportazioni di merci turche in Arabia Saudita sono diminuite del 92% lo scorso anno a seguito di un boicottaggio non ufficiale imposto dal Regno. I dati pubblicati dalla Turkish Exporters Union (TIM) mostrano un dato importante, ossia che il valore delle esportazioni verso le società saudite è sceso da $ 221 milioni a $ 16 milioni. Le relazioni tra i due stati sono state particolarmente tese negli ultimi anni a causa delle differenze nella politica estera e dell’uccisione del giornalista saudita in esilio Jamal Khashoggi nel Consolato Saudita a Istanbul nell’ottobre del 2018, riporta Memo.

Mentre Riyadh ha negato la responsabilità dando la colpa ad agenti corrotti, la Turchia ha presentato le prove che l’assassinio sarebbe stato ordinato dal principe ereditario Mohammed Bin Salman. Lo scorso luglio, le autorità turche hanno tenuto un processo in contumacia contro alcuni sospetti che componevano la squadra saudita che si credeva avesse ucciso Khashoggi.

Gli indizi di un boicottaggio sono iniziati quando il principe Faisal Bin Bandar Bin Abdulaziz ha rifiutato di bere un caffè turco quando gli è stato offerto nel 2019. Questo è stato seguito dalla richiesta del principe Abdullah Bin Sultan Al-Saud di boicottare la Turchia e i suoi prodotti fino a quando Ankara non “rivedrà le sue politiche” con il Regno.

Sempre nel luglio dello scorso anno, sono emerse notizie secondo cui il governo saudita stava costringendo le imprese a non commerciare con la Turchia e che camion turchi erano stati fermati al confine. Le relazioni sono peggiorate a settembre, quando Riyadh ha costretto la comunità d’affari a porre fine ai loro investimenti in Turchia, seguito da un altro principe saudita che a ottobre ha chiesto il boicottaggio delle importazioni turche.

Nonostante il boicottaggio non ufficiale, le esportazioni turche in Arabia Saudita in generale sono inferiori rispetto alle esportazioni verso altri stati del Medio Oriente. I sauditi rappresentano solo l’1,8% delle esportazioni turche ogni anno.

Tuttavia, le prospettive di miglioramento delle relazioni tra Riyadh e Ankara sono migliorate verso la fine del 2020. I ministri degli esteri di entrambi i paesi hanno, infatti, tenuto un incontro “cordiale” sulle relazioni bilaterali e sulle questioni regionali.

Coraline Gangai