TURCHIA. Le ambizioni di Kilicdaroglu: battere Erdogan, ritirarsi e fare il nonno

242

Kemal Kilicdaroglu, il principale candidato dell’opposizione alla presidenza nelle elezioni turche di metà maggio, ha dichiarato che le sue ambizioni non vanno oltre la sconfitta del presidente Recep Tayyip Erdogan, la rimessa in carreggiata del Paese per la prossima generazione di leader e il ritiro per occuparsi dei nipoti.

Sconfiggere Erdogan sarebbe infatti il più “facile” degli obiettivi dichiarati dal blocco di opposizione dell’Alleanza Nazionale a sei, il “Tavolo dei Sei”, ha dichiarato il 74enne Kilicdaroglu in un video postato su Twitter il 20 marzo.

«Quindi, la questione principale che dovrebbe unirci tutti è questa: Competere con il mondo, vincere e ottenere ciò che ci spetta. Turchi, curdi, sunniti, aleviti, donne che indossano il velo e quelle che non lo indossano, persone di destra e di sinistra dovrebbero unirsi in questo obiettivo comune», ha aggiunto Kilicdaroglu, che da 13 anni guida il principale partito socialdemocratico di opposizione, il Partito Popolare Repubblicano, CHP.

«In breve, rimetteremo il nostro Paese in carreggiata in modo che i leader che verranno dopo di noi abbiano un terreno stabile su cui poter camminare con sicurezza. … E poi mi ritirerò per prendermi cura dei miei nipoti», ha promesso nel video Kilicdaroglu, che il 14 maggio affronterà il 69enne Erdogan.

Alcuni analisti hanno sostenuto che Kilicdaroglu ha il vento in poppa nella sua battaglia per rovesciare il leader turco di due decenni e vincitore seriale Erdogan, ma c’è il timore che sia uno scialbo oratore che non ha mai vinto una grande elezione durante la sua lunga carriera politica.

Secondo il think tank Tepav di Ankara, negli ultimi tempi Kilicdaroglu si è comportato meglio in pubblico dele sue precedenti performance.

L’artefice delle elezioni parlamentari e presidenziali potrebbe essere il Partito Democratico dei Popoli, HDP, minoranza filo-curda, terzo partito in parlamento. Ertugrul Kurkcu, presidente onorario dell’HDP, riporta Middle East Eye, ha detto che Erdogan «vuole sbarazzarsi della presenza dell’HDP in Parlamento con i tribunali e spera che gli elettori vengano a noi dall’AKP». Tuttavia, «L’inclinazione generale del popolo curdo è quella di votare per chiunque si liberi di Erdogan», ha poi aggiunto Kurkcu.

L’HDP ha inferto un duro colpo al Presidente Recep Tayyip Erdogan il 22 marzo, quando ha annunciato che insieme ai suoi alleati di sinistra non presenterà un candidato alle elezioni presidenziali del 14 maggio. Ciò spiana la strada a una ripetizione della strategia che l’HDP e il CHP, guidato da Kilicdaroglu, hanno utilizzato nelle elezioni comunali del 2019. In quelle elezioni, l’AKP di Erdogan, ha perso sia a Istanbul che ad Ankara contro i candidati del CHP. Kilicdaroglu ha già detto che avrà come suoi vice i due sindaci che hanno battuto l’AKP.

Se né l’Alleanza Popolare di Erdogan né l’Alleanza Nazionale riusciranno a conquistare la maggior parte dell’elettorato prima del giorno delle elezioni, il consiglio dato agli elettori della minoranza etnica curda dall’HDP, il terzo partito in parlamento, che si attesta intorno al 10-12%, potrebbe essere cruciale per l’esito delle elezioni.

Due questioni importanti per le elezioni saranno se Erdogan è o non è colpevole di cattiva gestione economica e se lui e la sua amministrazione sono responsabili della portata del disastro sismico che ha colpito la Turchia all’inizio di febbraio, uccidendo almeno 50.000 persone e forse molte di più.

Kurkcu è tra coloro che hanno accusato Erdogan di una risposta lenta alla tragedia del terremoto che è costata vite umane, mentre molti critici hanno affermato che la corruzione, il lassismo e l’incompetenza hanno minato le norme edilizie turche a tal punto sotto il controllo del presidente che migliaia di edifici sono stati costruiti in modo inadeguato e sono stati bersagli di grandi terremoti altamente prevedibili.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/