TURCHIA. In produzione i jet di Erdogan

189

Il governo turco ha dato il via libera alla produzione di massa dell’addestratore di base fatto in Turchia e dell’aereo da assalto leggero. La decisione per la produzione in serie dell’Hurjet è stata presa in una riunione del 12 gennaio del comitato esecutivo dell’industria della difesa, l’organo decisionale ultimo della Turchia in materia di acquisti per la difesa. La riunione è stata presieduta dal presidente Recep Tayyip Erdoğan.

Turkish Aerospace Industries, che produce il velivolo, riporta Defense News, non ha rivelato quanti esemplari sarebbero stati prodotti secondo il primo piano di produzione in serie. L’addestratore armato Hurjet è una versione con motore a reazione del turboprop Hurkus. TAI ha lanciato il programma Hurjet nel 2018, con un obiettivo originale di avere il volo inaugurale dell’aereo nel 2022. L’azienda sta pianificando il volo inaugurale dell’Hurkus nel 2023.

I funzionari dell’approvvigionamento turco pensano che una volta che l’Hurjet è stato collaudato in combattimento attraverso il suo uso da parte dell’esercito turco, le prospettive di esportazione fioriranno.

Alla fine dello scorso anno, il Niger è diventato il primo cliente straniero degli Hurku. L’Azerbaigian, paese alleato della Turchia nel Caucaso, diventerà probabilmente il secondo cliente straniero. A dicembre, un Hurkus è stato sottoposto a un test di volo in Azerbaigian, secondo l’ambasciatore della Turchia a Baku, Cahit Bağcı. Il comandante delle forze aeree dell’Azerbaigian, il generale Ramiz Tahirov, era presente all’evento.

Sempre a dicembre, TAI ha fatto una presentazione nella capitale del Qatar, Doha, per vendere l’aereo all’alleato turco. TAI è anche un concorrente, con il suo Hurjet, in un appalto malese per 18 aerei leggeri d’assalto.

L’Hurjet deve avere una velocità massima di Mach 1,2. Il progetto dell’aereo prevede un carico utile massimo di 3.000 chilogrammi, tra cui munizioni, tecnologia radar e una telecamera. TAI ha detto che l’Hurjet è destinato a sostituire i vecchi aerei Northrop Grumman T-38 Talon attualmente utilizzati dalla Turkish Air Force.

L’Hurkus-C, la variante armata della versione base dell’Hurkus, presenta munizioni sviluppate localmente, tra cui CIRIT, TEBER, HGK e LGK. Può anche utilizzare bombe con sistema di navigazione inerziale/GPS, bombe convenzionali, razzi non guidati e mitragliatrici.

L’Hurkus armato ha anche parti del corpo corazzate, un sistema di autoprotezione, un collegamento dati, una virata laser, un pod elettro-ottico e infrarosso, un serbatoio di carburante esterno e un’avionica avanzata. Con un carico utile di 1.500 kg che può essere utilizzato attraverso sette punti d’appoggio esterni, l’Hurkus-C può eseguire missioni di attacco leggero e di ricognizione armata.

Tommaso Dal Passo