TURCHIA. I colloqui per Cipro devono essere tra due stati

71

«Nuovi colloqui sull’isola divisa di Cipro dovrebbero avvenire tra due stati e non tra due comunità», ha detto il 22 maggio il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan.

L’agenzia di stampa statale Anadolu ha citato Erdoğan durante la cerimonia di apertura di un tunnel di irrigazione per la Repubblica Turca di Cipro del Nord, Trnc, riporta Ahval.

Cipro è divisa dal 1974, quando la Turchia intervenne dopo un breve colpo di stato greco-cipriota orchestrato dalla giunta militare che allora governava la Grecia. La Turchia giustificò il suo intervento citando il suo diritto di proteggere i ciprioti turchi, ma l’isola è rimasta divisa tra la Repubblica di Cipro riconosciuta a livello internazionale e la Trnc, che è riconosciuta come stato solo dalla Turchia.

Numerosi sforzi diplomatici per riunificare l’isola mediterranea sono falliti, in particolare nell’aprile 2004, quando i greco-ciprioti hanno respinto un piano di riunificazione delle Nazioni Unite in un referendum nonostante il sostegno dei turco-ciprioti.

Gli ultimi colloqui su Cipro, tenuti informalmente a Ginevra il mese scorso, sono stati inconcludenti a causa dell’«atteggiamento intransigente della parte greca, distaccata dai fatti dell’isola», ha detto Erdoğan.

Alla fine di aprile, i rappresentanti della Repubblica di Cipro hanno incontrato il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, che ha agito come mediatore per gli incontri con la leadership della Trnc.

Il presidente greco-cipriota Nikos Anastasiades e il presidente turco-cipriota Ersin Tatar hanno descritto positivamente i loro incontri con Guterres. Ma in una conferenza stampa del 29 marzo, che ha seguito i colloqui faccia a faccia tra le parti, Guterres ha detto che i colloqui non hanno raggiunto il loro obiettivo dichiarato.

Erdoğan ha anche detto che la Turchia ha consegnato annualmente 75 milioni di metri cubi d’acqua alla Trnc attraverso un gasdotto sottomarino, notando che Ankara era determinata «a non lasciare la Cipro turca bisognosa di altri», con i suoi progetti che cercano di eliminare il rischio di carenza d’acqua.

Anna Lotti