TURCHIA. Erdogan vuole comprare altri S400

127

La Turchia acquisterà nuove difese missilistiche russe nonostante l’opposizione degli Stati Uniti, ha detto il presidente Recep Tayyip Erdogan in un’intervista con CBS News.

Gli Stati Uniti hanno chiesto alla Turchia di non procedere con la consegna dei missili russi S-400 e di “mettere in soffitta” la batteria che ha già acquistato, anche se Ankara è impegnata in colloqui con Mosca per la consegna di un secondo sistema. La Turchia e la Russia hanno negoziato i trasferimenti di tecnologia e la produzione locale in vista di un potenziale acquisto di un secondo sistema. La Turchia ha acquistato la prima batteria nel 2019.

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni all’industria della difesa della Turchia per l’acquisto del sistema, dicendo che il sistema russo potrebbe essere usato per raccogliere informazioni sul jet stealth F-35 della Lockheed Martin Corp. In precedenza ha sospeso gli appaltatori della difesa turchi dal programma internazionale per aiutare a costruire l’F-35, riporta al Arabiya.

«Nessuno potrà interferire in termini di che tipo di sistemi di difesa acquistiamo, da quale paese, a quale livello», ha detto Erdogan alla CBS quando gli è stato chiesto se intende acquistare un altro giro di S-400, «Siamo gli unici a prendere queste decisioni», ha poi detto il leader turco.

L’intervista con la CBS è stata registrata la scorsa settimana a margine dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, ed è andata in onda per intero il 27 settembre su Face the Nation della CBS.

Alexander Mikheyev, il Ceo dell’ente statale russo per l’export di armi Rosoboronexport, aveva detto in agosto che la Turchia era nelle fasi finali di negoziazione di un nuovo accordo per i sistemi S-400. Erdogan e il presidente russo Vladimir Putin dovrebbero incontrarsi durane questa settimana a Sochi, in Russia: «Naturalmente raggiungeremo una decisione importante nelle relazioni Turchia-Russia», ha commentato il presidente turco.

Graziella Giangiulio