TURCHIA. Erdogan presenta la carissima “auto (elettrica) del popolo”

191

Il Togg, annunciato come il primo veicolo elettrico prodotto in Turchia, sebbene dipenda da aziende cinesi per componenti chiave come la batteria agli ioni di litio e il motore, è stato presentato il 29 ottobre dal Presidente Recep Tayyip Erdogan.

«L’auto nazionale turca, il Togg, arriverà sulle strade europee in tutti i suoi modelli», ha dichiarato Erdogan dopo aver guidato il primo dei veicoli elettrici (EV) usciti dalla linea di produzione. «Diranno che stanno arrivando i “turchi pazzi”», ha aggiunto Erdogan, salutando il previsto successo economico turco in vista delle elezioni che si terranno a giugno del prossimo anno.

Lo scorso agosto è stato reso noto che Siro, una joint venture al 50% tra Togg e il produttore cinese di celle per batterie Farasis Energy, ha avviato la produzione di prova di batterie agli ioni di litio a Gemlik, in Turchia. Siro ha dichiarato che l’EV sarà lanciato con due alternative di batterie. Una sarà destinata all’autonomia standard di 300 chilometri. L’altra sarà una batteria più grande per 500 chilometri, riporta BneIntelliNews.

Il Turkey’s Automobile Joint Venture Group, un consorzio di aziende locali costituito per il progetto Togg con sede a Bursa, nella Turchia nord-occidentale, ha dichiarato che le vendite sul mercato interno del primo modello Togg, un Suv di segmento C, inizieranno alla fine del terzo trimestre del 2023. L’EV sarà esportato in Europa e poi nel resto del mondo dopo 15-18 mesi di vendite solo sul mercato interno.

La capacità produttiva costruita consentirebbe di produrre 100.000 veicoli all’anno, ha dichiarato Gurcan Karakas, Ad della joint venture che produce il Togg, riporta Bloomberg. Tuttavia, ha aggiunto, l’obiettivo iniziale sarebbe la produzione di 17.000-18.000 C-SUV nel 2023, con un aumento graduale della produzione in seguito. Nel frattempo, la Turchia dovrà intensificare gli sforzi per espandere la sua rete di stazioni di ricarica per veicoli elettrici, attualmente estremamente limitata.

Il prezzo del Togg, definito “l’auto del popolo”, sarà probabilmente fissato a febbraio, quando inizieranno le vendite preliminari. Tuttavia, secondo DW si prevede di vendere il Suv a 900.000 lire turche, cioè 50.000 euro, un prezzo inaccessibile per la maggior parte dei turchi.Tuttavia, dopo uno o due anni, dovrebbero essere disponibili modelli Togg più accessibili.

Per aiutare il progetto Togg, l’amministrazione Erdogan ha concesso all’Automobile Joint Venture Group sgravi fiscali, terreni gratuiti, bassi costi di finanziamento e una garanzia di acquisto statale di 30.000 veicoli all’anno fino alla fine del 2035.

Allo stato attuale, il 51% dei materiali utilizzati per la costruzione del Togg è di produzione turca. Il ministro dell’Industria Mustafa Varank ha dichiarato di voler aumentare questa percentuale al 65% nei prossimi anni.

Maddalena Ingroia