TURCHIA. Ankara e Mosca rafforzano la cooperazione militare e politica

140

La Turchia e la Russia effettueranno una revisione globale delle loro relazioni bilaterali e della cooperazione regionale nei teatri siriani, libici e del Nagorno-Karabakh e pianificheranno le consultazioni diplomatiche 2021-2022, compreso il prossimo Consiglio di cooperazione ad alto livello turco-russo a livello presidenziale. Il Ministro degli Esteri Mevlüt Çavuşoğlu è in visita oggi a Sochi, dove terrà colloqui con il suo omologo russo, Sergey Lavrov, in occasione dell’ottava riunione del Gruppo congiunto di pianificazione strategica tra Turchia e Federazione Russa.

«Valuteremo tutte le dimensioni delle nostre relazioni bilaterali. Abbiamo una cooperazione con la Russia, anche se abbiamo differenze nelle questioni regionali», ha dichiarato Çavuşoğlu in una conferenza stampa con il Ministro degli Esteri kosovaro in visita ad Ankara, Meliza Haradinaj-Stublla, ripresa da Hurriyet.

«Siamo su diversi campi in Siria, ma la nostra cooperazione nell’ambito del Processo di Astana continua attraverso le riunioni del Comitato costituzionale. Allo stesso tempo, stiamo lavorando per mantenere la pace sul campo», ha dichiarato Çavuşoğlu. Il Ministro ha anche informato che i recenti sviluppi nel Nagorno-Karabakh e in Libia saranno all’ordine del giorno anche durante i colloqui con Lavrov a Sochi.

“Al Joint Strategic Planning Group Meeting, che sarà co-presieduto dai ministri degli Esteri, le due parti avranno un ampio scambio di opinioni sulle relazioni bilaterali e sugli attuali sviluppi regionali e internazionali» si legge in una dichiarazione rilasciata dal ministero degli Esteri turco il 28 dicembre. Il piano per le consultazioni che si terranno nel 2021-2022 tra i ministeri degli Esteri dei due paesi sarà firmato alla fine dei colloqui, secondo il ministero degli Esteri turco.

In una dichiarazione della scorsa settimana, la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha informato che «l’attenzione si concentrerà sulla creazione del centro congiunto russo-turco per il monitoraggio del cessate il fuoco e di tutte le operazioni militari nella zona di conflitto del Nagorno-Karabakh».

L’incontro tra Çavuşoğlu e Lavrov avviene mentre i due Paesi stanno finalizzando gli sforzi congiunti per istituire un centro comune per il monitoraggio e l’ispezione dell’attuazione dell’accordo Azerbaigian-Armenia. La Turchia ha inviato il primo contingente delle sue truppe nella provincia azerbaigiana di Aghdam.

I due ministri degli Esteri esamineranno i recenti sviluppi in Siria, in particolare nella provincia di Idlib, dove le truppe turche e russe stanno svolgendo una missione congiunta di pattugliamento lungo l’autostrada strategica M4.

L’incontro aiuterà inoltre i due ministri a prepararsi per il prossimo Consiglio di cooperazione ad alto livello turco-russo che si riunisce regolarmente sotto la guida del Presidente Recep Tayyip Erdoğan e del Presidente russo Vladimir Putin.

Maddalena Ingroia