TURCHIA. Akkuyu entrerà in funzione ad aprile 2025

58

La messa in servizio della prima unità della prima centrale nucleare della Turchia, costruita dalla russa Rosatom, è prevista, senza ulteriori ritardi, per aprile 2025.

Ankara inizialmente voleva il lancio della centrale nucleare di Akkuyu in concomitanza con le celebrazioni dello scorso ottobre del centenario della fondazione della Repubblica di Turchia, ma la costruzione dell’impianto da 20 miliardi di dollari da parte della società nucleare statale russa è rimasta in ritardo rispetto al programma. Rosatom ha un elenco di clienti in espansione: da ultimo, l’Uzbekistan ha firmato per una centrale nucleare da 330 MW, basata su sei piccoli reattori modulari, che dovrebbe essere la prima in Asia centrale impianto di energia nucleare, riporta BneIntelliNews.

La prima delle quattro unità dell’impianto sulla costa meridionale del Mediterraneo, nella provincia di Mersin, entrerà in funzione tra poco meno di un anno; Akkuyu ospiterà infine quattro reattori VVER-1200 di progettazione russa da 1.200 MW che forniranno circa il 10% dell’elettricità della Turchia.

Russia e Turchia hanno firmato l’accordo per la centrale nucleare nel 2010. Il “primo mattone” è stato gettato per l’unità 1 nell’aprile 2018, per l’unità 2 nel giugno 2020, per l’unità 3 nel marzo 2021 e per l’unità 4 nel luglio 2022.

I critici del progetto Akkuyu hanno avvertito che la centrale nucleare verrà costruita in una zona sismica. Rosatom sta costruendo i reattori in linea con un modello build-own-operate che è il primo al mondo in un accordo con la centrale nucleare. Circa il 93% del finanziamento dei progetti proviene da un’unità Rosatom. Si calcola che la Turchia abbia un obbligo di pagamento complessivo di 35 miliardi di dollari per l’impianto, rendendolo il più grande obbligo di pagamento per progetto singolo nella storia della Turchia.

Tutto il lavoro sulla centrale nucleare è controllato dal Consiglio turco di regolamentazione nucleare e da altre organizzazioni. Il fatto che il primo reattore della centrale nucleare di Akkuyu non fosse pronto per le celebrazioni del centenario della Turchia è stato motivo di imbarazzo per l’Amministrazione Erdogan.

Nell’aprile 2023, un paio di settimane prima delle elezioni presidenziali, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e l’omologo russo Vladimir Putin hanno celebrato, tramite collegamento video, una cerimonia di “inaugurazione” di Akkuyu; successivamente numerosi media, anche internazionali, hanno affermato che la centrale nucleare era stata lanciata, mentre in realtà l’unico sviluppo è stato l’arrivo di un primo carico di combustibile nucleare al cantiere.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/