Tripoli l’esercito pronto ad invaderla

36

LIBIA – Tripoli. 21/11714. Fonti libiche asseriscono che gli ordini emessi dal “Comando Generale dell’Esercito Nazionale,” il comandante delle forze aeree di stazionamento di un certo numero di aerei da combattimento, ai fini del compito assegnato alle forze delle aree occidentali dell’esercito nazionale, presto decolleranno per avviare la liberazione della capitale Tripoli dalle milizie estremiste.

Dopo il rafforzamento della sicurezza l’esercito libico avvierà un’operazione contro gli estremisti in Occidente. Anche se il progresso del”esercito” e è in stallo a Bengasi, nell’est del paese, e la battaglia non è ancora placata in diverse zone della città si sta cercando di sgombrarla da estremisti dell’esercito. Da parte sua, la Mezzaluna Rossa libica ha indicato che non si può entrare in luoghi di conflitto in città durante il periodo di tregua, che durerà pet 12 ore, e ha dichiarato che le parti in conflitto non hanno fermato il fuoco, in particolare nel distretto di Sabri del centro di Bengasi.
In un contesto a parte, il Consiglio del Parlamento libico ha minacciato di chiudere lo spazio aereo Aeroporti Mitiga e Misurata e Zuwarah e Sirte controllati da forze “l’alba della Libia” chiamata Fajr Libya.
Egli ha detto in una dichiarazione che queste forze hanno cercato di evitare che un aereo con a bordo un numero di deputati NPC viaggiasse. La dichiarazione ha anche sottolineato che questi gruppi impediscono al velivolo di atterrare negli aeroporti di Ghadames e Zintan e cercando di tagliare gli aiuti umanitari. Da parte sua, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha deciso di prendere in considerazione il gruppo estremista Ansar al-Sharia in Libia, che ha ricevuto il sostegno di numerosi attori internazionali ad un’organizzazione terroristica.
Ha detto che il Consiglio di Ansar al-Sharia è stata inserita nella lista nera a causa del loro legame con al-Qaeda.