Previsioni di crescita per il trasporto merci cargo

68

EAU- Dubai. 23/10/14. Grazie al settore dell’aviazione EAU in rapida crescita e un forte contributo da parte del nuovo operatore, Dubai World Central, gli Emirati Arabi Uniti si apprestano a classificarsi al terzo posto, battendo la Germania, come mercato di trasporto aereo di merci al mondo entro il 2018, previsioni (Iata), International Air Transport Association pubblicato ieri.

«Gli Stati Uniti, la Cina e gli Emirati Arabi Uniti raggiungeranno più di un milione di tonnellate supplementari di merci entro il 2018 rispetto ad oggi. Gli Emirati Arabi Uniti in quella data avranno sostituito la Germania come il terzo mercato», si legge nel rapporto Iata sulla industria aerea Forecast 2014-2018. «Entro il 2018, i 10 maggiori mercati internazionali di trasporto merci saranno gli Stati Uniti (10.054.000 tonnellate), Cina (5.639.000), gli Emirati Arabi Uniti (4.974.000), Germania (4.763.000), Hong Kong (4.648.000), Repubblica di Corea (3.487.000), Giappone (3,48 milioni ), il Regno Unito (2.808.000), Taipei (2.350.000) e India (2.223.000)». Il futuro più roseo comunque, secondo la IATA, riguarda il Medio Oriente considerata la regione in più rapida crescita nel periodo di previsione, con un CAGR del 4,7 per cento. A seguire vi sarà l’Africa, con un CAGR del 4,4 per cento. Asia-Pacifico e America Latina, entrambi con un CAGR del 3,8 per cento, si classificano al terzo posto per la crescita più rapida dei mercati comuni. I mercati maturi dell’Europa e del Nord America cresceranno rispettivamente solo 3,0 per cento CAGR e del 2,8 per cento CAGR. L’Iran dovrebbe essere il paese in più rapida crescita (rispetto alle nazioni con più di 100.000 tonnellate di merci all’anno) per i volumi di trasporto aereo si prevede un CAGR del 7 per cento annuo. Tuttavia l’incremento è previsto di 44.000 tonnellate di merci entro il 2018 per un totale di 156.000 tonnellate. Il secondo mercato in più rapida crescita, l’India, sperimenterà un CAGR del 6,8 per cento per aggiungere 622.000 tonnellate in più. Bangladesh (339.000 tonnellate totali di merci), Etiopia (319.000) e Nigeria (276.000) compongono il resto della top five. Un altro paese notevole crescita sarà Qatar. Con un CAGR del 5,7 per cento sarà il sesto mercato in più rapida crescita e che vedrà 361.000 tonnellate supplementari che gli consentiranno di raggiungere 1.484.000 tonnellate di merci trasportate.
Nel complesso i volumi di trasporto merci internazionali dovrebbero aumentare a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 4,1 per cento nei prossimi cinque anni. Le economie emergenti, in particolare in Medio Oriente e Africa, saranno i mercati a più rapida crescita. «Il Cargo aereo rimane vitale per il sistema economico globale. Quest’anno, più di 6.800 miliardi dollari del valore dei beni, pari al 35 per cento del commercio mondiale totale in valore, sarà trasportato in tutto il mondo per via aerea». IATA si dice soddisfatta di registrare una previsione di crescita dopo anni di stasi. «Una media di cento di crescita oltre il 4 cento per i prossimi cinque anni sarebbe un netto miglioramento sulle prestazioni degli ultimi anni. Dal 2011, ad esempio, la crescita in tonnellate di merci ha una media di appena 0,63 per cento l’anno», ha dichiarato Tony Tyler, direttore generale e CEO di IATA. «Tuttavia, nonostante il quadro positivo, i rischi complessivi per le prospettive economiche, e quindi per il trasporto aereo, sono proiettate verso il basso. Il protezionismo commerciale è un pericolo costante. Secondo l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), tra novembre 2013 e maggio 2014 da solo, 112 nuove misure commerciali restrittive sono state emanate dai governi del G20. Non si possono inoltre trascurare le preoccupazioni geopolitiche, la volatilità dei prezzi del petrolio, e la concorrenza di ferrovia e mare potrebbe anche interessare questa previsione. L’industria del trasporto aereo non può certo abbassare la guardia», ha detto Tyler. Per migliorare la competitività trasporto aereo di merci, l’industria punta a ridurre i tempi medi di transito fino a 48 ore entro il 2020. Per raggiungere questo obiettivo, il trasporto aereo sta modernizzando i suoi processi, migliora la qualità e l’affidabilità, e amplia la gamma dei servizi offerti. Una componente chiave dei processi modernizzato è il progetto e-Freight. Come primo passo, l’industria sta adottando la Lettera di Vettura e-Aria (e-AWB). Nel settembre 2014 la e-AWB globale registrava una penetrazione del 19,4 per cento.