Biskek arresta terroristi di ritorno da Damasco

59

KIRGHIZISTAN – Biškek. 26/02/14. Le forze dell’ordine kirghize a Osh hanno fermato quattro cittadini del Kirghizistan che tornavano dalla Siria, dove hanno combattuto nei gruppi terroristici contro le forze governative. Fonte RIA Novosti che cita come fonti il servizio stampa del Comitato per la Sicurezza Nazionale.

I detenuti erano in possesso di fucili Saiga con un silenziatore e mirino telescopico, due kalashnikov, winchester, revolver ” Nagan “, coltelli e attrezzature minerarie. Interrogati hanno spiegato che stavano rientrando in patria per derubare i ricchi. Fondi che presumibilmente una volta reperiti sarebbero andati in Siria per finanziare i militanti. Inoltre gli arrestati, secondo le autorità, avevano in previsione attacchi sul territorio del Kirghizistan. Il governo del Kirghizistan non è la prima volta che segnala la cattura dei terroristi di ritorno dalla Siria. Al momento sono sei indigeni della regione di Osh (anno di nascita dal 1984 al 1991) arrestati. Secondo ” Interfax” , sono stati guidati dal vice imam di una moschea a Osh, che in precedenza aveva studiato in Siria ed Emirati Arabi Uniti. Nel mese di settembre 2013, le autorità locali hanno riferito sulla prevenzione di attentati terroristici in fase di preparazione al vertice della SCO. Secondo la polizia, erano pronti ad attaccare il Kirghizistan di ritorno dalla Siria.