Talebani vicini ai confini tajiki

97

TAJIKISTAN – Dushanbe. 20/05/15. La testata Asia-Plus ha pubblicato una notizia secondo cui delle: «Unità talebane stanno avanzando nel territorio dell’Afghanistan e hanno preso il controllo di quasi l’80% della provincia di Badakhshan, che confina con il Tagikistan, a confermarlo una fonte dei servizi di intelligence tagike dopo l’uscita della notizia sull’agenzia di Stampa Itar Tass  il 15 maggio».

 

Nella testata viene riportata poi la citazione della fonte dei servizi segreti: «Allo stato attuale, unità separate di terroristi sono avanzate fino al confine afghano-tagiko e hanno smesso a pochi chilometri di distanza da esso». Le circostanze preoccupano il Paese ma la situazione è sotto controllo. 

Le informazioni raccolte dai servizi segreti suggeriscono che questi gruppi di radicali sono rimasti bloccati nella cosiddetta area tribale nella regione pakistana del Waziristan Shomali, ma l’esercito pakistano li ha costretti a cambiare i loro programmi in  Afghanistan. «Procedendo dalle informazioni che abbiamo, i talebani non hanno in programma di attraversare il confine di Stato in Tagikistan in questo momento, ma comunque una seconda linea di difesa è stata costituita da unità dell’esercito Tagikistan  lungo le fasce più vulnerabili della frontiera come misura preventiva », ha detto.

Ha detto che la presenza di sostenitori dello Stato Islamico e emissari nelle unità talebane non sono da escludere dato che l’ambiente criminaleal di là del confine ha una composizione internazionale e discendenti da paesi dell’Asia centrale, tra cui del Tagikistan, nonché persone provenienti da alcuni paesi europei combattevano nei suoi ranghi.

«Stiamo monitorando da vicino gli eventi e siamo pronti ad affrontare eventi di ogni tipo», ha detto il funzionario. «Speriamo anche di ottenere assistenza dalle forze del Trattato dell’Atlantico del CIS sicurezza collettiva»

«Allo stato attuale, le unità e le armi di una rapida risposta contingente delle Forze collettive ‘sono state posizionate nella zona del confine tagiko-afghana nell’ambito di un controllo, non dichiarato, di prontezza al combattimento e una successiva esercitazione antiterrorismo», ha chiosato la fonte. Va aggiunto a quanto riportato dalla testa tanica che il numero 7 di Dabiq, rivista ufficiale dello Stato Islamico è dedicata al Waziristan e alle alleanze con i Talebani Pakistani. Si tratta di 10 gruppi che si muovono con i loro capi tribù e le famiglie. L’obiettivo, una volta unitisi a ISIS: dare vita a una estensione del Califfato Asia.