Teheran riafferma sua presenza nel Golfo

39

La compagnia petrolifera di Stato dell’Iran, Niocc, ha firmato un accordo con un consorzio di banche iraniane e con la Sadra (la società marittima di Stato) sulla realizzazione di una serie di progetti relativi alle piattaforme off-shore.

Il presidente della Niooc, Mahmoud Zirakchianzadeh, ha detto che l’accordo si trasformerà in accordi per la progettazione, il finanziamento e la costruzione di piattaforme, aggiungendo che 18 miliardi di rial sarà fornito dalle banche e dalla Sadra. «Per la prima volta un credito di 250 milioni di euro è stato accordato per aggiornare e riparare alle piattaforme petrolifere e gasifere off-shore nel Golfo Persico, incluse le piattaforme di Soroush, Noroz, Balal, e Salman.

In questo modo la Niooc gioca un ruolo primario nell’area e riafferma la sovranità iraniana nelle acque del Golfo» ha aggiunto il presidente Zirakchianzadeh. La partecipazione della Sadra riguarderà, anche, lo sviluppo della piattaforma di Reshadat che dovrebbe raggiungere l’obbiettivo di 75 mila barili al giorno dopo il processo di modernizzazione.

Anche in questo modo, secondo Zirakchianzadeh, si riafferma l’onore persiano nel settore.