I talebani occupano Yamgan

54

AFGHANISTAN – Faizabad 21/05/2014. I talebani hanno occupato il 20 maggio la contea di Yamgan, nella provincia afghana nord-orientale del Badakhshan.

La notizia è stata confermata dalle autorità centrali afghane. Secondo l’agenzia NZ.news, le principali forze talebane fatto saltare in aria la torre al mattino presto di comunicazione mobile, tagliato i cavi telefonici per tagliare le comunicazioni tra Yamgan e il capoluogo di provincia, Faizabad. Negli scontri sarebbero rimasti uccisi sei agenti di polizia. «Secondo il capo della polizia locale Fazeluddina Aiyar, le forze governative non sono state in grado di avere un supporto aereo tempestivo, indispensabile requisito tattico per evitare la sconfitta. Per questo motivo, le forze governative sono state costrette a ritirarsi» riporta NZ.News. Secondo l’agenzia Pazhvak, i diversi gruppi talebani sono arrivati contemporaneamente da tutti e quattro i lati occupando la regione; dopo diverse ore di combattimento sono riuscite a far ritirare le forze regolari e a prendere il controllo della contea. Secondo il giornale on line Военный обозреватель (Osservatorio militare) il comando regolare afgano non era stato in grado di organizzare immediatamente il supporto aereo per la mancanza di fondi disponibili; per questo gli elicotteri sono dovuti partire dalla provincia confinante e quando sopra Yamgan, la zona era già stata catturata. Il rappresentante della “talebani” Zabiulla Mujahid ha detto che I «mujaheddin hanno preso la zona dopo feroci combattimenti». Secondo Mujahid, negli scontri a fuoco sono stati uccisi 16 soldati e cinque sono stati catturati; inoltre i militanti catturato «un certo numero di armi, carri armati e sei pick-up della polizia», mentre hanno perso tre uomini e un ferito. La contea si trova in una posizione strategicamente importante della zona nord-orintale dell’Afghanistan.