Poti porto del Tajikistan

102

TAJIKISTAN – Dushanbe. 09/11/14.   Il Tajikistan utilizzerà il porto di Poti per spedire le sue merci. L’accordo per l’utilizzo del porto di Poti (Georgia) è stato discusso in una riunione della scorsa settimana con il Vice Ministro dei trasporti della Georgia, Sherali Ganjalov e con l’ambasciatore della Georgia in Tagikistan Konstantin Zhgenti. Fonte Asia Plus

Fonte Ministero dei Trasporti (MOT). Durante la riunione si è discusso di trasporti e ancora di ferrovia e del corridoio Europa-Caucaso-Asia (TRASECA). Una fonte ufficiale a margine del summit ha riferito che le società tajike hanno già utilizzato il porto georgiano. «Soprattutto le aziende tajike nel settore alluminio che dal porto di Poti spediscono in tutta Europa», ha detto la fonte. Il porto Poti è un nodo importante del corridoio trans-caucasica TRACECA, un progetto multinazionale che collega il porto rumeno di Costanza e il porto bulgaro di Varna con i paesi senza sbocco sul mare della regione del Caspio e dell’Asia centrale. Fondata nel 1993, TRACECA (Transport Corridor Europe-Caucasus-Asia) è un programma di trasporto internazionale tra l’Unione europea e 14 Stati membri della Comunità europea orientale, del Caucaso e della regione dell’Asia centrale. Ha un segretariato permanente, originariamente finanziato dalla Commissione Europea, a Baku, Azerbaijan, ed un ufficio regionale a Odessa, Ucraina. Dal 2009 l’organizzazione è stata interamente finanziata dai paesi membri.