TAJIKISTAN. L’Iran apre una fabbrica di droni a Dushanbe

159

È stato inaugurato nella capitale del Tagikistan alla presenza del Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate iraniane Mohammad Bagheri e del ministro della Difesa tagiko, generale Shirali Mirzo, un impianto di produzione di droni Ababil 2, con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione militare e di difesa tra Iran e Tagikistan.

L’impianto di Dushanbe è stato realizzato grazie alle competenze degli specialisti del ministero della Difesa iraniano, riporta Teheran Times. Parlando alla cerimonia di inaugurazione, il generale Bagheri ha sottolineato che l’Iran è stato in grado di ottenere una crescita significativa in tutte le dimensioni militari e di difesa, in particolare nel settore dei droni: «Oggi siamo in una posizione tale da poter esportare equipaggiamenti militari verso Paesi alleati e amici, oltre a soddisfare le esigenze interne, al fine di aumentare la sicurezza e la pace duratura».

Secondo Fars News, Bagheri ha descritto l’apertura dell’impianto Ababil 2 in Tagikistan come un punto di svolta nella cooperazione militare tra i due Paesi: «Se Dio vuole, in futuro vedremo una maggiore cooperazione e interazione a tutti i livelli della difesa militare tra Iran e Tagikistan». Alla fine, la chiave simbolica dell’impianto e il certificato di completamento del corso di formazione sono stati consegnati al comandante e allo staff dell’Aeronautica militare tagika.

Secondo Tasnim, il generale Mirzo e il generale Bagheri hanno anche esplorato le possibilità di promuovere la cooperazione tra Teheran e Dushanbe, la lotta al terrorismo in Asia centrale e la cooperazione regionale con particolare attenzione all’Afghanistan. Sottolineando la necessità di interazione tra le forze armate dell’Iran e del Tagikistan, il generale Bagheri ha dichiarato: «La promozione della cooperazione regionale e reciproca, lo scambio di addestramento e il rafforzamento della cooperazione militare nella lotta al terrorismo devono essere una priorità per le forze armate dei due Paesi».

Da parte sua, il ministro della Difesa tagiko ha accolto con favore l’impegno dell’Iran nella lotta al terrorismo, alla criminalità organizzata e al traffico di droga. Il generale Mirzo ha anche descritto i piani per le esercitazioni militari congiunte e il miglioramento delle attrezzature militari come priorità nell’interazione tra Tagikistan e Iran.

Bagheri ha inoltre avuto colloqui con il generale Saimumin Yatimov, presidente del Comitato per la sicurezza dello Stato della Repubblica del Tagikistan, per una cooperazione bilaterale sulle questioni di sicurezza e di confine oltre che d’intelligence. Il rafforzamento delle capacità militari e di difesa per aumentare la cooperazione alle frontiere comuni, nonché le questioni e gli sviluppi nella regione, compreso l’Afghanistan, sono stati uno dei temi più importanti dell’incontro.

Lucia Giannini